Extra – Superbike: a Silverstone conquista il titolo delle Stock 1000 l’italiano Ayrton Badovini

0

Nei consueti appuntamenti del mondiale Superbike si svolgono in concomitanza di tracciati europei i campionati di varie cilindrate come le Superstock 1000, le Superstock 600 e il Triumph ParkinGo European Series, mentre il mondiale Supersport segue per intero il calendario SBK.

Proprio ieri nel round di Silverstone è stato assegnato (con tre gare di anticipo) il titolo delle Stock 1000 all’italiano Ayrton Badovini, pilota del team BMW Motorrad Italia. Badovini è stato protagonista di un campionato veramente eclatante, di seguito alcuni dati che daranno l’idea del talento con cui abbiamo a che fare: quella inglese è la vittoria numero 7 su 7 gare disputate, sei pole position e ben 89 punti di vantaggio sul secondo in classifica Maxime Berger, un dominio assoluto. Anche in terra inglese, infatti, Ayrton non ne voleva sapere di lasciare andare il rivale Berger su Honda, e a tre giri dalla fine l’ha raggiunto, superato ed è volato verso la sua meritatissima vittoria.

E qui certamente vengono da fare dei paragoni: certo viene un pò di rammarico a guardare le file del mondiale 125 o delle stesse Moto 2 e Moto Gp e constatare il dominio spagnolo in tutti e tre i campi, e spesso si è afferita la scusante dell’assenza di altrettanto buoni vivai italiani. Invece i vivai ci sono eccome, i giovani piloti da maturare esistono: nelle Stock 1000, oltre a Badovini ci sono Michele Magnoni ed Andrea Antonelli altrattanto in forma, nelle Stock 600 l’italiano Federico D’annunzio è terzo in classifica generale, mentre la griglia del mondiale Supersport è positivamente invasa di tricolore con Iannuzzo, Pirro, Tamburini e l’unica donna Paola Cazzola. Anche nell’europeo  Triumph ParkinGo, il leader è l’italianissimo Fabrizio Perotti, con la partecipazione di appassionati quali Matteo Marzotto e dj Ringo.

Il discorso da fare quindi è un altro: questi campionati sono purtroppo scarsamente seguiti, ma i risultati ci sono, eccome, bisogna quindi investire sui campioni nascenti come Badovini. Dalla Stock 1000, infatti, derivano piloti del calibro di Michel Fabrizio, Niccolò Canepa, Alex Polita e Claudio Corti, mentre il campione in carica Supersport 2009 è niente di meno che Cal Crutchlow: ecco insomma, i vivai esistono, hanno solo bisogno della giusta attenzione.

Beatrice Moretto

Condividi in

Autore

reporter Moto Gp-Superbike

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image