Motogp – Indianapolis, gara: super Pedrosa vince, Spies 2° su Lorenzo, Rossi 4°

2

Totale dominio (quasi inaspettato) in gara dello spagnolo Dani Pedrosa: il pilota di Repsol Honda non ha la sua consueta partenza fulminea e si colloca inizialmente in quarta posizione, dietro a Nicky Hayden, Andrea Dovizioso e Ben Spies, scattato benissimo dalla prima casella in griglia. A pochi giri dalla partenza, Pedrosa inizia la sua risalita, sfilando prima l’americano di Ducati, poi il compagno di squadra, e infine “sverniciando” sul rettilineo  Texas Terror: dà lì, giro per giro, Dani inizia a collezionare giri veloci, incrementando sempre di più il distacco da tutti gli altri piloti, volando verso la meritatissima vittoria del Red Bull Indianapolis Grand Prix.

Ben Spies, nel frattempo, si ancora alla seconda posizione, delegando la battaglia per la terza posizione a Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo: l’italiano, infatti, riesce per un certo numero di giri a mantenere dietro il Por Fuera, che poi ha la meglio e conquista l’ultimo gradino sul podio (peggior risultato di stagione per il maiorchino!).  Successivamente Dovizioso viene raggiunto da Valentino Rossi e incappa in un largo che fornisce lo spunto del sorpasso al Dottore: il nove volte campione del mondo riesce, in un certo modo, a raddrizzare un week end veramente sfortunato, nel quale è caduto durante qualifiche e prove libere per ben 3 volte.

Giornata sfortunata anche in casa Ducati: dopo pochi giri dalla partenza, infatti, Nicky Hayden, a causa delle fortissime sconnessioni dell’asfalto di Indianapolis, incappa in un cordolo particolarmente instabile e rompe la saponetta che protegge il ginocchio durante le pieghe, minando la gara di Kentucky Kid che viene sfilato da molti piloti, concludendo la gara in 6° posizione. Giornata nera anche per Casey Stoner che, ancora una volta, torna a fare il “Rolling Stoner”: mentre, infatti, si stava profilando una sfida Rossi – Stoner per il 5° posto, ecco che l’australiano perde aderenza e cade, segnando inevitabilmente la fine della sua gara.

Risultato positivo, invece, per Marco Simoncelli, settimo sul traguardo: il pilota di Cattolica ha condotto una gara molto positiva, riuscendo per tutta la gara nell’intento di tenere dietro il rivale delle 250 Alvaro Bautista, anche per lui buon risultato stagionale in 8° posizione. Marco Melandri, invece, fa un pò il Barrichello della Moto Gp: nel giorno del suo Gran Premio numero 200, incappa in una caduta e non riesce a terminare la gara; succede lo stesso a Colin Edwards, ritiratosi per problemi tecnici.

Moto Gp World Championship 2010

Indianapolis – Gara

1 25 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 149.0 47’31.615
2 20 11 Ben SPIES USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 148.8 +3.575
3 16 99 Jorge LORENZO SPA Fiat Yamaha Team Yamaha 148.7 +6.812
4 13 46 Valentino ROSSI ITA Fiat Yamaha Team Yamaha 148.4 +12.633
5 11 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team Honda 147.9 +21.885
6 10 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 147.2 +35.138
7 9 58 Marco SIMONCELLI ITA San Carlo Honda Gresini Honda 147.1 +36.740
8 8 19 Alvaro BAUTISTA SPA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 147.1 +36.825
9 7 41 Aleix ESPARGARO SPA Pramac Racing Team Ducati 146.7 +44.905
10 6 40 Hector BARBERA SPA Paginas Amarillas Aspar Ducati 146.4 +51.368
11 5 65 Loris CAPIROSSI ITA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 146.2 +55.386
12 4 7 Hiroshi AOYAMA JPN Interwetten Honda MotoGP Honda 146.1 +57.903
13 3 14 Randy DE PUNIET FRA LCR Honda MotoGP Honda 145.8 +1’04.139
Not Classified
36 Mika KALLIO FIN Pramac Racing Team Ducati 147.1 10 Laps
5 Colin EDWARDS USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 134.2 12 Laps
27 Casey STONER AUS Ducati Team Ducati 147.3 21 Laps
33 Marco MELANDRI ITA San Carlo Honda Gresini Honda 143.5 26 Laps

Beatrice Moretto

Condividi in

Autore

reporter Moto Gp-Superbike

2 commenti

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image