Superbike – Nurburgring, gara 1: Jonathan Rea vince su Checa e Crutchlow, bandiera rossa all’inizio

0

Terzultimo appuntamento dell’ Hannspree World Superbike Championship direttamente dal circuito del Nurburgring, round decisivo per il duello mondiale tra Max Biaggi e Leon Haslam; e proprio in tema mondiale, ecco che appunto, al pronti via di gara 1, proprio Haslam cade rovinosamente trascinando con sé Troy Corser, obbligando il direttore di gara ad esporre quasi immediatamente bandiera rossa. L’inglese di Suzuki rimedia nella caduta una brutta botta al pollice della mano destra, ma comunque rientra al box e sarà presente al nuovo via di gara 1; Corser invece esce fortunatamente illeso e prenderà il via.

Allo spegnersi dei semafori, Jonathan Rea ha lo spunto migliore davanti a Carlos Checa e a un rinnovato Noryiuki Haga, con un fantastico Tom Sykes su Kawasaki in 4° posizione, mentre Haslam segue in 5° e Biaggi addirittura in 8° posizione. Già dai primi giri la vera battaglia si profila proprio tra le discusse Ducati, quella privata di  Checa e l’ufficiale di Haga, che non vuole lasciare fuggire il velocissimo nord irlandese di Honda in prima posizione, ma nel fattempo anche Cal Crutchlow raggiunge il trio di testa.

Max Biaggi inizia a recuperare e conquista la 5° posizione nonostante un Tom Sykes veramente in forma sul tracciato del Nurburgring, mentre purtroppo scivolano sia James Toseland, sia Michel Fabrizio: l’italiano comunque ritorna subito in gara e inizia la sua rimonta dalle retrovie. Nel corso dell’ottavo giro, invece, la lotta fra le Ducati finisce con la caduta di Haga, che lascia così libero Checa di provare a recuperare su Rea. Nella seconda parte di gara 1, Haslam si vede a lottare per il sesto posto con Ruben Xaus, Shane Byrne e Sylvain Guintolì, ma proprio all’ultimo giro l’inglese riesce a mantenere la sua posizione.

Nel frattempo lì davanti Jonathan Rea conduce una gara di “gestione”, con due secondi di vantaggio su Checa che, nonostante una serie di giri veloci non riesce ad avvicinarsi sensibilmente al nord irlandese che va a vincere la gara. Brivido nel finale con Cal Crutchlow, protagonista di un largo negli ultimi giri che porta Max Biaggi molto vicino all’ultimo posto sul gradino del podio: il Corsaro si deve accontentare del 4° posto, autore di una gara “intelligente” e senza rischi per il titolo mondiale. Giornata sfortunata in casa Ducati: oltra ad Haga si ritira anche Fabrizio; anche il padrone di casa Max Neukirchner è costretto al ritiro.

Beatrice Moretto

Hannspree World Superbike Championship 2010

Nurburgring – Gara 1

1. Jonathan Rea (HANNspree Ten Kate Honda) 38’42.640
2. Carlos Checa (Althea Racing) 38’43.766
3. Cal Crutchlow (Yamaha Sterilgarda Team) 38’52.646
4. Max Biaggi (Aprilia Alitalia Racing) 38’53.356
5. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) 39’00.031
6. Leon Haslam (Team Suzuki Alstare) 39’01.941
7. Ruben Xaus (BMW Motorrad Motorsport) 39’02.253
8. Sylvain Guintoli (Team Suzuki Alstare) 39’02.520
9. Shane Byrne (Althea Racing) 39’03.816
10. Luca Scassa (Supersonic Racing Team) 39’12.392
11. Lorenzo Lanzi (DFX Corse) 39’12.796
12. Ian Lowry (Kawasaki Racing Team) 39’36.262
13. Roger Lee Hayden (Team Pedercini) 39’41.460
14. Matteo Baiocco (Team Pedercini) 40’08.546
RT. Fabrizio Lai (ECHO CRS Honda) 38’47.862
RT. Michel Fabrizio (Ducati Xerox Team) 24’11.947
RT. Noriyuki Haga (Ducati Xerox Team) 17’20.006
RT. Jakub Smrz (Team PATA B&G Racing) 11’50.182
RT. Troy Corser (BMW Motorrad Motorsport) 12’19.435
RT. Max Neukirchner (HANNspree Ten Kate Honda) 13’11.368
RT. James Toseland (Yamaha Sterilgarda Team) 2’02.665
Condividi in

Autore

reporter Moto Gp-Superbike

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image