Gp2 Asia Series – Abu Dhabi, gara2: Coletti vince, Bianchi domina

0

Una gara che non regala molte emozioni di sorpasso, non le consuete viste di solito quando in pista scendono le vetture di Gp2, ma comunque una tensione accesa fin dall’inizio quella tra i dei contendenti, Bianchi e Grosjean. Ma è quest’ultimo a commettere un errore fatale e ad avere la peggio nei confronti del connazionale che dal canto suo comincia la rimonta da metà schieramento. Di fatto Grosjean perde l’occasione di tenere d’occhio Bianchi e di non lasciarlo scappare nella classifica di campionato, tanto più che il francese di Lotus ART conquista anche punti importantissimi e duella con Pic a suon di giri veloci. Una dominanza che parla francese quella di oggi, con un podio che vede il monegasco Coletti trionfare con Trident e riprendersi quello che ieri gli era stato tolto all’ultimo giro con il sorpasso di Chilton (poi ritenuto irregolare ed il pilota inglese era stato arretrato in griglia alla partenza di gara2). Coletti si riprende ciò che era di fatto suo e domina la gara da inizio a fine in un flag to flag  di grande soddisfazione per lui e per il team italiano, mentre alle sue spalle di mettono in mostra altri due talenti come Kral ed Ericsson. Lo svedese in particolare colpisce in queste primissime gare per le ottime partenze e per lo scatto al via che gli è valso ieri un quarto posto ed oggi lo ha visto protagonista nella lotta per il podio fino alla conquista del terzo gradino regalato di fatto dall’errore di Bird a pochi giri dalla fine. Tuttavia lo svedese di Isport non ha mai perso di vista Kral e lo ha tallonato comunque per buona parte della gara.

Gara molto buona anche per Valsecchi, che perde punti importanti solo nel finale con la grande rimonta di Bianchi che supera non solo Herck e Leimer ma anche l’italiano di Air Asia proprio negli ultimi giri. Una gara comunque consistente per questi piloti nel ruolo di inseguitori. Pic si aggiudica il giro veloce e accende la gara dei sorpassi effettuati prima su Palmer e quindi su Gonzalez. Bene anche l’esordiente Berthon (che conclude dietro allo svizzero Leimer) e Caldarelli che sfida le difficoltà tecniche di questo inizio di stagione e porta con caparbietà e costanza in gara la vettura a ridosso del gruppo di centro classifica.

Nel finale oltre a Bird esce anche Aleshin.

Al traguardo:

Coletti

Kral

Ericsson

Quindi Bianchi, Valsecchi, Herck, Leimer, Berthon, Cecotto, Pic, Gonzalez, Palmer, Caldarelli, Gutierrez, Jakes, Fauzy, Razia, Leal, Chilton, Turvey, Varhaug, Clos (in difficoltà dopo l’incidente di ieri che ha distrutto la vettura e lo ha costretto a partire dai box), Van Der Garde penalizzato al via e sanzionato per un ritardo dei meccanici nella fasi di partenza.

1 – Stefano Coletti – Trident – 26 giri 43’02″819
2 – Josef Kral – Arden – 2″629
3 – Marcus Ericsson – iSport – 3″323
4 – Jules Bianchi – Lotus ART – 9″434
5 – Davide Valsecchi – Air Asia – 11″531
6 – Michael Herck – Coloni – 14″687
7 – Fabio Leimer – Rapax – 17″175.
8 – Nathanael Berthon – Racing Engineering – 17″426
9 – Johnny Cecotto – Super Nova – 25″351
10 – Charles Pic – Addax – 25″493
11 – Rodolfo Gonzalez – Trident – 30″947
12 – Jolyon Palmer – Arden – 32″897
13 – Andrea Caldarelli – Ocean – 33″395
14 – Esteban Gutierrez – Lotus ART – 33″643.
15 – James Jakes – Coloni – 34″526
16 – Fairuz Fauzy – Super Nova – 38″094
17 – Luiz Razia – Air Asia – 38″830
18 – Julian Leal – Rapax – 39″280
19 – Max Chilton – Carlin – 42″205
20 – Oliver Turvey – Ocean – 42″677
21 – Pal Varhaug – Dams – 43″137.
22 – Dani Clos – Racing Engineering – 47″035
23 – Giedo Van der Garde – Addax – 49″926

Giro veloce: Charles Pic 1’37″656

Ritiri:

0 giri – Romain Grosjean
21° giro – Sam Bird
23° giro – Mikhail Aleshin

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image