NASCAR – Phoenix, Gara: Gordon torna al successo

0

Jeff Gordon ha interrotto una striscia di 66 gare senza vittorie imponendosi domenica nella Subway Fresh Fit 500 disputata sul Phoenix International Raceway. Gordon, che ha condotto in testa 138 giri sui 312 previsti, ha dovuto battagliare nel finale con Kyle Busch, leader della gara dopo l’ultimo restart a 22 giri dalla fine, riuscendolo a superarlo a 8 giri dal termine. “Avere la possibilità di esercitare pressione sul leader della corsa e costringerlo a commettere errori è davvero una sensazione molto bella“, ha detto Gordon. “Ti senti come se fossi in controllo del tuo destino. Era diventato difficile entrare nella curva 1, così ho guidato pulito per cercare di ottenere una buona uscita verso la curva 2. Sono grato a Rick Hendrick per tutto ciò che fa. Era molto che attendevo per una vittoria, ed adesso vado a gustarmi questo momento. Devo dire grazie ai fans. Sono stato recentemente su Twitter per la prima volta e tutte le cose che la gente mi ha detto mi hanno dato una motivazione incredibile stimolante. Speriamo di poter dare loro qualche altro show simile quest’anno.” Busch sperava invece di completare per la seconda volta in carriera un weekend perfetto dopo le vittorie del venerdì nella Truck Series e di sabato nella Nationwide Series. “Era in missione oggi, questo è sicuro“, ha commentato Busch. “Quando Jeff Gordon ha una buona macchina e ha l’opportunità di batterti, ti batte, non c’è dubbio su questo. E’ il mio eroe e ho sempre guardato e ciò che è stato in grado di realizzare nel corso degli anni, quindi non è una sorpresa che ci ha battuto.”

Il poleman Carl Edwards è stato messo ko da un contatto proprio con i primi due, Gordon e Busch. Otto giri dopo l’incidente di Edwards, un incidente multiplo causato da un contatto tra Brian Vickers e Matt Kenseth, ha coinvolto 13 vetture e causato un breve arresto con la bandiera rossa. Coinvolti nell’incidente anche Clint Bowyer, Jeff Burton, Jamie McMurray, David Reutimann, Casey Mears, Travis Kvapil, David Gilliland, Bobby Labonte, Regan Smith, Andy Lally e Robby Gordon. “Stiamo tutti piloti migliori di quello che abbiamo mostrato qui“, ha detto Bowyer dopo l’incidente. “E’ abbastanza imbarazzante, ad essere onesti con voi.” Jimmie Johnson, Kevin Harvick e Ryan Newman hanno invece completato la top 5. Harvick era finito in testacoda dopo essere stato colpito da dietro nel tentativo di evitare l’incidente di Edwards, ma alla fine il pilota di Richard Childress è riuscito a risalire fino al quarto posto. Tony Stewart era invece in testa al restart finale dopo aver cambiato solo due pneumatici nella sua ultima sosta, mentre i suoi rivali avevano tutti montato un nuovo set completo. La sua strategia lo ha portato a conquistare un settimo posto, alle spalle di Kasey Kahne e davanti a Kurt Busch, AJ Allmendinger e Dale Earnhardt Jr che hanno completato la top 10.

Classifica finale:

  1. Jeff Gordon
  2. Kyle Busch
  3. Jimmie Johnson
  4. Kevin Harvick
  5. Ryan Newman
  6. Kasey Kahne
  7. Tony Stewart
  8. Kurt Busch
  9. A.J. Allmendinger
  10. Dale Earnhardt Jr

Classifica del campionato:

  1. Kyle Busch
  2. Kurt Busch -3
  3. Tony Stewart -11
  4. A.J. Allmendinger -11
  5. Jeff Gordon -15
  6. Mark Martin -15
  7. Bobby Labonte -16
  8. Ryan Newman -16
  9. Juan Montoya -16
  10. David Gilliland -17
  11. Paul Menard -17

Marco Strazzulla

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image