F1 – Sepang, gara: Seconda vittoria per Sebastian Vettel. Disastro Pirelli.

0

SEPANG 10.04.2011 Nel cocente clima Malese, Sebastian Vettel cucina la seconda vittoria stagionale, contornata da tre pit stop, coppa e champagne servito freddo, anzi ghiacciato, agli avversari. Alle sue spalle, sul secondo gradino del podio, Jenson Button si conferma il volpone delle situazioni strane, come quelle viste oggi sull’asfalto-fornello di Kuala Lumpur, ancora non capito dal costruttore Pirelli. Chi, invece, ha capito subito cosa e come farlo è stato Nick “the quick” Heidfeld, tornato a podio a distanza di due anni, proprio in quella Malesia che due anni fa lo premiò dopo un acquazzone degno del diluvio universale.

Anche oggi ci si aspettava l’acqua, ma è stata un’attesa invana, in quanto i problemi son stati altri, leggasi gomme, coperture o in temine più tecnico pneumatici. Morbide o dure, le PZERO Pirelli hanno mostrato una vita media pari a 12-13 giri, come quanto accadde in Canada lo scorso anno.

Chiude ai margini del podio, un alternante Mark Webber, autore di ben 4 pit stop, oltre che di una partenza pessima che lo ha costretto al recupero. Si è dovuto accontentare della sola RedBull a fine gara, rinunciando allo champagne, seppur l’australiano ha insediato il podio di Heidfeld fino all’ultima curva. Senza nulla togliere al tedesco della Lotus, chissà dove sarebbe potuta arrivare queste vettura tra le mani del più esperto Kubica. Ad ogni modo, l’altro driver della vettura nero-oro, Vitaly Petrov non è giunto a traguardo, a causa di un lungo nel finale che, dopo un lungo balzo, ha danneggiato il piantone dello sterzo.

Limitano i danni in casa Ferrari, da un lato contenti per il quinto e il sesto posto ottenuto, da un lato dispiaciuti per il podio mancato da Fernando Alonso. Lo spagnolo, infatti, a dieci giri dal termine, ha attaccato Lewis Hamilton, in quel momento terzo, danneggiando però l’ala anteriore. A fine gara il pilota di Oviedo ha chiuso sesto, pagando così la sosta necessaria per il cambio d’ala.

E a proposito di Lewis Hamilton, il pilota inglese ha subito più di tutti l’eccessivo degrado degli pneumatici, che a pochi giri dalla fine lo han costretto al quarto cambio gomme affinchè avesse il grip necessario per restare in pista.

Chiudono in zona punti Kobayshi, Schumacher e Di Resta. Il giapponese è stato l’unico driver ad aver effettuato due soli pit stop, il che conferma la bontà delle Sauber nel trattare le nuove gomme, oltre che la delicatezza del pilota stesso, ancora una volta a punti, non considerando la squalifica in Australia.

In casa Mercedes, invece, si respira aria pesante. Dopo la deblace a Melbourne, le performance qui a Kuala Lumpur non hanno minimamente soddisfatto le aspettative di inizio anno. Schumacher e Rosberg hanno lottato con Sauber, Force India e Toro Rosso, per la conquista della zona punti, con prestazioni ben lontane da RedBull, Ferrari e McLaren.

A traguardo giungono anche Di Resta, Sutil, Rosberg, Buemi, Alguersuari Kovalainen e Glock. Per la cronaca si fa presente che il numero di cambi gomme della giornata ammonta a 63. Numero che dovrebbe far riflettere dopo una gara praticamente asciutta.

Valerio Lo Muzzo

 

Pos  Piloti        Team                       Durata
 1.  Vettel        Red Bull-Renault           1h37:39.832
 2.  Button        McLaren-Mercedes           +     3.261
 3.  Heidfeld      Renault                    +    25.075
 4.  Webber        Red Bull-Renault           +    26.384
 5.  Massa         Ferrari                    +    36.958
 6.  Alonso        Ferrari                    +    37.248
 7.  Hamilton      McLaren-Mercedes           +    49.957
 8.  Kobayashi     Sauber-Ferrari             +  1:07.239
 9.  Schumacher    Mercedes                   +  1:24.896
10.  Di Resta      Force India-Mercedes       +  1:31.563
11.  Sutil         Force India-Mercedes       +  1:45.000
12.  Rosberg       Mercedes                   +     1 lap
13.  Buemi         Toro Rosso-Ferrari         +     1 lap
14.  Alguersuari   Toro Rosso-Ferrari         +     1 lap
15.  Kovalainen    Lotus-Renault              +     1 lap
16.  Glock         Virgin-Cosworth            +    2 laps
17.  Petrov        Renault                    +    4 laps

Giro Veloce: Webber, 1:40.571

Non classificati/ritirati

Piloti        Team                         Al giro
Liuzzi        HRT-Cosworth                 47
D'Ambrosio    Virgin-Cosworth              43
Trulli        Lotus-Renault                32
Perez         Sauber-Ferrari               24
Barrichello   Williams-Cosworth            23
Karthikeyan   HRT-Cosworth                 15
Maldonado     Williams-Cosworth            9

Classifiche iridate:

Piloti:                      Costruttori:             
 1.  Vettel        50        1.  Red Bull-Renault           72
 2.  Button        26        2.  McLaren-Mercedes           50
 3.  Hamilton      24        3.  Ferrari                    32
 4.  Webber        22        4.  Renault                    30
 5.  Alonso        20        5.  Sauber-Ferrari             14
 6.  Petrov        15        6.  Mercedes                    2
 7.  Heidfeld      15        7.  Toro Rosso-Ferrari          1
 8.  Massa         12        8.  Force India-Mercedes        1
 9.  Kobayashi      8
10.  Perez          6
11.  Schumacher     2
12.  Buemi          1
13.  Di Resta       1

 

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image