FIA GT1 – Le dichiarazioni dei protagonisti dopo il week-end di Zolder

0

 

 

Marc Basseng (All-Inkl.com Munnich Motorsport Lamborghini), vincitore della qualifying race e della championship race

E’ stato un incredibile weekend, fantastico, non credevo fosse possibile! Grazie al team e a tutti quelli che hanno lavorato nel miglior modo possibile in questo fine settimana. Naturalmente come team manager sono contento che abbiamo vinto ma non va bene che la vettura di Pastorelli e Schwager abbia avuto un problema, abbiamo bisogno di entrambe le vetture in zona punti per lottare in campionato. E ‘bello per noi essere i leader della classifica anche se, tutti devono dare la caccia a noi e mi piace così”.


Markus Winkelhock (All-Inkl.com Munnich Motorsport Lamborghini), vincitore della qualifying race e della championship race

In realtà è stato facile. Prima di tutto il pit stop è andato bene, la vettura è stata grande e dopo i primi giri avevamo già un buon vantaggio. Non sarebbe potuto andare molto meglio rispetto a ieri, ma anche alla fine sono stato in grado di attaccare e ottenere buoni tempi sul giro. Sono così felice, penso che abbiamo sicuramente tratto il massimo del weekend. Sicuramente non sarà facile il prossimo fine settimana con molta zavorra, e non ho mai guidato a Portimao, ma speriamo di poter essere di nuovo forti”.


Mike Hezemans (Exim Bank Team China), secondo nella qualifying race

“E’ un peccato che abbiamo perso un posto nel pit-stop perché credo che avremmo potuto essere più in alto oggi. Sappiamo che con la Corvette l’usura dei pneumatici posteriori è molto elevata e negli ultimi cinque o sei minuti quindi è una lotta per noi. La corsa è molto competitiva solo le due vetture All-Inkl sembrano essere un po’ avanti in questo momento ma io sono contento della macchina, la squadra va avanti insieme e sta andando bene finora”.

 

Thomas Enge (Young Driver AMR), terzo nella qualifying race e nella championship race

“La gara non è stata facile, mi ha ricordato quella Portimao dello scorso anno quando ero in seconda dopo il pit-stop e sono scivolato giù in decima posizione. Per fortuna non è successo questa volta, ho cercato di conservare le gomme molto di più e alla fine la strategia ha pagato. Abbiamo avuto una sosta ai box piuttosto buona e sono riuscito a superare la Corvette nel mio giro di uscita. Il terzo posto è un grande risultato per tutto il team, abbiamo segnato punti e si va alla prossima gara senza troppa zavorra così cercheremo di andare avanti così”.

 

Alex Muller (Young Driver AMR), terzo nella qualifying race e nella championship race

“La partenza è andata bene, è stato molto stretto alla prima curva ma siamo riusciti a passare indenni. A parte che è stata una gara pulita, quando la safety car eravamo in terza posizione e quindi abbiamo concluso al terzo posto conquistato punti importanti. Ora siamo ansiosi di correre a Portimao e magari ottenere un altro podio!”

 

Christian Hohenadel (Hexis AMR), secondo nella championship race

“Non è stata una brutta gara, anche se all’inizio è stato difficile perché c’era un casino alla prima curva e poi ho anche commesso un errore al quarto giro quando io ho inserito il limitatore di velocità sul rettilineo dei box e ho perso due o tre posti. Per fortuna c’era una macchina di sicurezza che ci ha portato indietro e sappiamo che la squadra sa fare un lavoro perfetto ai box e ci hanno fatto uscire quasi in testa. Ringrazia il mio compagno di squadra, naturalmente, ma credo che la squadra abbia fatto il miglior lavoro oggi”.


Andrea Piccini (Hexis AMR), secondo nella championship race

“Il pit stop è stata la chiave della gara per noi perché i ragazzi ancora una volta ha fatto un ottimo lavoro. Quando sono uscito ho cercato di rimanere in contatto con la Lamborghini ma non è stato possibile, credo che abbiano mostrato di avere la macchina più veloce al momento, ma siamo in lizza nella classifica piloti e la squadra è leader nel costruttori, ciò è importante”.

 

Peter Dumbreck (JR Motorsport)

E’ stato un inizio difficile, sono riuscito a mantenere un buon controllo in partenza e sono stato molto attento. Nei miei occhi sono stato pienamente insieme a lui [la Ford GT di Marc VDS No.40]ho visto girare e ho cercato di uscirne. Ho raccolto, mi girò e siamo fuori gara”,

 

Milos Pavlovic (Belgian Racing)

Sono davvero molto contento di essere correre in questo campionato, è bello far parte di un campionato del mondo. Non è stato un buon week-end per noi, ma siamo una squadra nuova e stiamo imparando tutto in poco tempo. Guardiamo avanti alla prossima gara in Portogallo”.


Peter Kox (Swiss Racing Team)

“Questo è un grande risultato per la squadra. Abbiamo fatto quattro gare e adesso non abbiamo un graffio sulla macchina, un bel cambiamento rispetto all’anno scorso. Sono sicuro che possiamo migliorare e lottare per il podio o persino una vittoria al più presto. Stavo spingendo Nicky Catsburg un po’ alla fine in attesa di avere la possibilità di prenderlo. Ho visto che faceva fatica in uscita di curva così ho deciso di provarci. E ‘stata una bella battaglia e mi sono goduto la gara”.


Fred Makowiecki (Marc VDS Racing)

“Stiamo soffrendo a causa della mancanza di potenza. Credo che il balance delle performance non vada bene. Fondamentalmente abbiamo lo stesso pacchetto dello scorso anno ma non possiamo correre ovunque con un buon ritmo sui rettilinei. Noi semplicemente non abbiamo la velocità in rettilineo, ciò rende i sorpassi molto difficili per noi. Andiamo alla prossima gara, ma avremo ancora gli stessi problemi”.

 

Silvano Taormina


 

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image