FORMULA ABARTH – Intervista a Roman De Beer: “Nel 2011 punterò in alto”

0

Il pilota sudafricano Roman De Beer, dopo una buona stagione d’esordio in Formula Abarth conclusa al nono posto con una Tatuus schierata dalla Scuderia Victoria, si appresta a partecipare nuovamente alla formula addestrativa promossa dalla CSAI, sempre con la squadra diretta da Dario Caso. Inoltre prenderà parte anche alla nuova serie europea della categoria, come ci svela lui stesso in un intervista rilasciata ad Eracemotorblog. De Beer, classe 1994, è uno dei piloti emergenti che ha ben impressionato durante la prima stagione della Formula Abarth, battagliando sempre con i primi e conquistando tre podi; dopo l’esperienza accumulata lo scorso anno sarà sicuramente uno dei piloti da tenere d’occhio in questa stagione. Abbiamo raccolto le sue impressioni e i suoi commenti sul campionato 2010, su quello che sta per iniziare e naturalmente su quelle che sono le sue aspettative per il futuro.

 

Il 2010 è stato l’anno del tuo debutto in monoposto, come giudichi la tua prima stagione in Formula Abarth?

“Come primo anno a bordo di una monoposto è andata bene, davvero una grande esperienza per me! Sono arrivato una settimana prima della gara di Misano [la prima del campionato 2010], non avevo effettuato nessun test e quindi è stato difficile adattarsi, ma sono riuscito a qualificarmi in nona posizione con la pista bagnata. Durante la stagione ho conquistato tre podi e due partenze in prima fila. Sono molto soddisfatto del 2010.”

Hai concluso la stagione al nono posto, come giudichi i risultati conseguiti?

“Si, lo sono. Di gara in gara ogni punto conquistato è stato fondamentale. Purtroppo sono stato coinvolto in alcuni incidenti che mi son costati molti punti, ma tutto questo fa parte delle corse!

Qual’è il miglior insegnamento che hai appreso lo scorso anno? La tua squadra ti ha aiutato nella tua crescita professionale?

“Duro lavoro, grande successo! La mia squadra ha fatto un ottimo lavoro, anche per loro era il primo anno in Formula Abarth. E ‘stata una grande esperienza lavorare con loro. Lavoriamo molto bene insieme e sono orgoglioso di dire che siamo come una famiglia. Un grande ringraziamento va alla Scuderia Victoria, non sarei stato in grado di fare tutto ciò senza di loro.”

Cosa farai nel 2011? Ti vedremo ancora in Formula Abarth?

“Il 2011 sarà un anno importante, parteciperò sia alla Formula Aci/Csai che alla nuova Formula Abarth European Series. Attendiamo con impazienza l’inizio della stagione.”

Qual’è il tuo obiettivo per questa stagione? Pensi di poter aspirare a qualcosa di più rispetto allo scorso anno?

“Assolutamente si. Con l’esperienza accumulata lo scorso anno e una grande squadra alle spalle, punterò al premio finale!”

Hai lasciato il tuo paese, il Sud Africa, ad un età molto giovane, è stata dura ambientarsi in Italia? Come trascorri le tue giornate nel nostro paese?

“Sì, è stato difficile per me lasciare la mia famiglia e il mio paese. Sono molto importanti per me. Mi allo stesso tempo mi sento molto fortunato nel vivere il mio sogno qui in Italia. Attualmente vivo a Nepi, vicino alla sede la mia squadra. La mia routine quotidiana è andare in palestra, fare esercizi, studiare, trascorrere quanto più tempo possibile con la squadra in officina per arrivare a conoscere sempre di più la vettura e naturalmente imparare l’italiano.”

Cosa pensi del panorama delle corse automobilistiche in Italia? Qual’è stata la tua prima impressione?

“É sicuramente uno dei migliori paesi dell’ambito del motorsport, c’è molta professionalità.”

Quali sono le tue ambizioni future? Hai qualche sogno in particolare?

“Il mio sogno è quello di correre in Formula 1 e mi impegnerò per realizzarlo. Vediamo cosa accadrà e soprattutto cosa diranno i risultati che raggiungerò nei prossimi anni.”

Infine, desideri ringraziare qualcuno in particolare?

“Vorrei ringraziare la Scuderia Victoria mondo per il loro duro lavoro e il loro impegno. Vorrei anche ringraziare i miei genitori e la famiglia in Sud Africa per tutto il loro sostegno.”

 

Intervista a cura di Silvano Taormina

 


Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image