La rubrica del pilota – Faccin: “Ad Alcaniz problemi con le gomme, ma siamo lì”

0

All’indomani del suo esordio nell’Euro Megane Trophy, Michele Faccin, pilota che ha scelto di legarsi a eRacemotorblog.it per quanto riguarda i suoi partners media, ci racconta l’andamento del week end di gara, cominciato con le ottime prestazioni dei test replicate nelle libere, fino agli inconvenienti tecnici che lo hanno rallentato in qualifica e gara 2.

“L’esordio della stagione è stato fantastico: 4° nelle prime libere con gomme rodate, praticamente ero il primo della classifica che non ha toccato le gomme nuove nella prima ora. Nella seconda sessione invece sono sorti i problemi che abbiamo identificato solo dopo la qualifica: un treno di gomme difettate ci ha scombussolato gli assetti nella seconda sessione di libere, e siamo quindi giunti in qualifica 1 con le idee ancora confuse. Risultato un nono posto per gara 1, e un settimo posto poi per gara 2. Come inizio comunque non è male, ma il margine per migliorare c’è eccome, anche perchè sento che i primi sono vicini.”

In gara 1 invece c’era la possibilità di cominciare a “farsi sotto”, ma non tutto è andato liscio. “Già, avevo fatto un ottima partenza, me la stavo cavando visto che ero sesto, poi però al terzo giro alla staccata dopo il lungo rettilineo una vettura mi ha centrato. Ho riportato danni ad una sospensione posteriore, alla gomma ed agli scarichi. Mi sono dovuto fermare. Pensa ai punti importanti che ho lasciato per strada…”

Ok, voltiamo pagina. Gara 2: partivi due posizioni più avanti. Il compito poteva esserti ancor più facile? “Sì, se quel set di gomme sbagliate che ho rimontato per gara 2 non mi avesse condizionato l’assetto. Alla fine ho terminato ottavo quando alla partenza ero settimo. Non mi lamento però. Quando sono cominciati i problemi ho cominciato ad innervosirmi, ma ora a freddo devo dire che è stato un buon esordio. La macchina non la conosco ancora appieno, la pista poi non l’avevo mai vista prima, e alla fine della fiera quattro punti li ho presi! Va bene così. Con il team Boutsen mi trovo bene, mi sembrano molto professionali oltre che grandi appassionati. A Spa sarà tutta un’altra storia, vedrete: quando gli altri anni ho corso lì ho sempre terminato davanti, se non vinto la corsa.”

Come ti prepari per il prossimo appuntamento? “Beh, fisicamente mi tengo molto allenato, ho fatto ottimi progressi negli ultimi anni sul piano atletico! Non devo però trascurare nemmeno lo studio, che mi prende molto tempo. Poi magari se rimane un po’ di tempo per la mia ragazza è contenta pure lei… Scherzi a parte, sono molto carico e punto molto a far bene sulle Ardenne, voglio lasciare fin da subito la mia impronta nel campionato. Spa stiamo arrivando!”

Marco Borgo

Condividi in

Autore

Nato nel 1987, a Treviso, percussionista e cornista, appassionato di automobilismo sportivo segue per eracemotorblog: World Series by Renault, F2, GP3, F3 Italia e A1GP.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image