GP2 – Valencia, gara 2: Vittoria da esperto per il rookie Gutierrez, Razia e Van Der Garde completano il podio

0

a cura di Silvano Taormina

Prima vittoria in Gp2 per Esteban Gutierrez, il pilota messicano della Lotus Art che sul circuito cittadino di Valencia è stato autore di una grande prestazione. Il successo non è scaturito solo grazie alla seconda posizione sulla griglia di partenza, ottenuta dopo il settimo posto in gara 1, ma è dovuto soprattutto ad una gestione di gara accorta che lo ha portato ad essere aggressivo ad inizio gara, a costruire il proprio vantaggio giro dopo giro nella parte centrale e infine a gestire il gap accumulato su Razia negli ultimi giri. Sul talento di Gutierrez non c’era alcun dubbio, ma in pochi si aspettavano la sua prima vittoria dopo quattro appuntamenti.

Al via il poleman Kral mantiene la leadership davanti a Gutierrez e Razia, ma alle loro spalle è il caos. Il leader del campionato Grosjean sbaglia la frenata alla prima curva e colpisce il rivale Bird ma poco dopo, alla curva quattro, va in testacoda a causa dei danni subiti alle sospensioni e viene tamponato da Gonzalez e dallo sfortunato Pic. La direzione gara è costretta ad introdurre la safety-car che resterà in pista per un paio di giri. Al restart Kral va largo alla prima chicane e perde due posizioni a favore di Gutierrez e Razia. Il brasiliano della Air Asia sembra minaccioso ma il messicano si difende bene. Poco dopo anche Van Der Garde passa Kral portandosi in zona podio. Nelle retrovie iniziano a svilupparsi alcuni duelli mentre Bianchi, partito dall’ultima fila, recupera posizioni su posizioni.

La gara scorre regolare senza particolari scossoni fino a quando, a pochi giri dalla fine, i piloti iniziano ad accusare il degrado delle gomme Pirelli a causa delle temperature elevate. Nel frattempo si ritira Kral che va in testacoda percorrendo in retromarcia il ponte di Calatrava. Valsecchi attacca e supera Clos portandosi in quarta posizione, Leal passa Vietoris dopo una lunga battaglia e contemporaneamente, a pochi metri di distanza, la stessa manovra viene compiuta da Varhaug nei confronti di Eriksson e da Leimer su Bird.

Gutierrez passa sotto la bandiera a scacchi con ben 12.9s di vantaggio su Razia, sul podio Van Der Garde seguito da Valsecchi, Clos ed Herck completano la zona punti. Bianchi, dopo una grande rimonta, passa Mirocha proprio sulla linea del traguardo ed è settimo. Il giro più veloce l’ottiene Coletti ma il pilota della Trident non beneficerà del punto aggiuntivo in quanto non ha concluso la gara. Gara difficile per Luca Filippi, soltanto quindicesimo al traguardo dopo essere scattato dall’ultima posizione dopo la penalizzazione subita ieri al termine di gara 1. Sfortuna anche per il rookie Ceccon, costretto dalla direzione gara a fermarsi ai box a pochi giri dalla fine dopo che la sua vettura è stata danneggiata da un detrito.

Grosjean continua ad comandare la classifica piloti con 34 punti ma alle sue spalle si fanno minacciosi Van Der Garde a 33 e Valsecchi a 30, entrambi oggi hanno portato a casa dei punti importanti senza prendere dei rischi inutili. Primo punto stagionale per Herck della Scuderia Coloni.

 

L’ordine d’arrivo di gara 2:

1 – Esteban Gutierrez – Lotus ART – 23 giri 43’34″995
2 – Luiz Razia – Air Asia – 12″995
3 – Giedo Van der Garde – Addax – 13″842
4 – Davide Valsecchi – Air Asia – 26″633
5 – Dani Clos – Racing Engineering – 30″130
6 – Michael Herck – Coloni – 30″374
7 – Jules Bianchi – Lotus ART – 34″6.
8 – Kevin Mirocha – Ocean – 34″6
9 – Julian Leal – Rapax – 36″7
10 – Pal Varhaug – Dams – 37″6
11 – Marcus Ericsson – iSport – 40″9
12 – Sam Bird – iSport – 42″5
13 – Christian Vietoris – Racing Engineering – 44″8
14 – Fabio Leimer – Rapax – 46″0.
15 – Luca Filippi – Super Nova – 46″7
16 – Fairuz Fauzy – Super Nova – 57″4
17 – Johnny Cecotto – Ocean – 1’08″3
18 – Alvaro Parente – Carlin – 1’11″9
19 – Stefano Coletti – Trident – 2 giri
20 – Kevin Ceccon – Coloni – 2 giri
Non classificati
0 giri – Charles Pic
0 giri – Rodolfo Gonzalez
0 giri – Romain Grosjean
3° giro – Max Chilton
14° giro – Jolyon Palmer
14° giro – Josef Kral

 

La classifica piloti dopo il week-end di Valencia:

1.Grosjean 34; 2.Van der Garde 33; 3.Valsecchi 30; 4.Bird 27; 5.Pic 24; 6.Clos 16; 7.Coletti 14; 8.Razia 11; 9.Kral 10; 10.Filippi, Gutierrez 9; 11.Leimer, Parente, Ericsson, Bianchi 8; 15.Fauzy, Chilton 3; 17.Herck 1.

Prima vittoria in Gp2 per Esteban Gutierrez, il pilota messicano della Lotus Art che sul circuito cittadino di Valencia è stato autore di una grande prestazione. Il successo non è scaturito solo grazie alla seconda posizione sulla griglia di partenza, ottenuta dopo il settimo posto in gara 1, ma è dovuto soprattutto ad una gestione di gara accorta che lo ha portato ad essere aggressivo ad inizio gara, a costruire il proprio vantaggio giro dopo giro nella parte centrale e infine a gestire il gap accumulato su Razia negli ultimi giri. Sul talento di Gutierrez non c’era alcun dubbio, ma in pochi si aspettavano la sua prima vittoria dopo quattro appuntamenti.

Al via il poleman Kral mantiene la leadership davanti a Gutierrez e Razia, ma alle loro spalle è il caos. Il leader del campionato Grosjean sbaglia la frenata alla prima curva e colpisce il rivale Bird ma poco dopo, alla curva quattro, va in testacoda a causa dei danni subiti alle sospensioni e viene tamponato da Gonzales e lo sfortunato Pic. La direzione gara è costretta ad introdurre la safety-car che resterà in pista per un paio di giri. Al restart Kral va largo alla prima chicane e perde due posizioni a favore di Gutierrez e Razia. Il brasiliano della Air Asia sembra minaccioso ma il messicano si difende bene. Poco dopo anche Van Der Garde passa Kral portandosi in zona podio. Nelle retrovie iniziano a svilupparsi alcuni duelli mentre Bianchi, partito dall’ultima fila, recupera posizioni su posizioni.

La gara scorre regolare senza particolari scossoni fino a quando, a pochi giri dalla fine, i piloti iniziano ad accusare il degrado delle gomme Pirelli a causa delle temperature elevate. Nel frattempo si ritira Kral che va in testacoda percorrendo in retromarcia il ponte di Calatrava. Valsecchi attacca e supera Clos portandosi in quarta posizione, Leal passa Vietoris dopo una lunga battaglia e contemporaneamente, a pochi metri di distanza, la stessa manovra viene compiuta da Varhaug nei confronti di Eriksson e da Leimer su Bird.

Gutierrez passa sotto la bandiera a scacchi con ben 12.9s di vantaggio su Razia, sul podio Van Der Garde con Valsecchi, Clos ed Herck che completano la zona punti. Bianchi, dopo una grande rimonta, passa Mirocha proprio sulla linea del traguardo ed è settimo. Il giro più veloce l’ottiene Coletti ma il pilota della Trident non beneficerà del punto aggiuntivo in quanto non ha concluso la gara. Gara difficile per Luca Filippi, soltanto quindicesimo al traguardo dopo essere scattato dall’ultima posizione dopo la penalizzazione subita ieri al termine di gara 1. Sfortuna anche per il rookie Ceccon, costretto dalla direzione gara a fermarsi ai box a pochi giri dalla fine dopo che la sua vettura è stata danneggiata da un detrito.

Grosjean continua ad comandare la classifica piloti con 34 punti ma alle sue spalle si fanno minacciosi Van Der Garde a 33 e Valsecchi a 30, entrambi oggi hanno portato a casa dei punti importanti senza prendere dei rischi inutili. Primo punto stagionale per Herck della Scuderia Coloni.

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image