ETCC – Salzburgring, gara 1: Giovanardi regola il baby Oriola e trionfa nel diluvio, Engstrom completa il podio

0

a cura di Silvano Taormina

A nove mesi di distanza dal suo ultimo successo, ottenuto nella Superstars Series sul circuito di Vallelunga con la Porsche Panamera della Jas Engineering, Fabrizio Giovanardi torna alla vittoria in occasione della prima gara del FIA ETCC sul circuito di Salisburgo. Su una pista allagata a causa dell’abbondante pioggia caduta fino a pochi minuti dal via, il pilota di Sassuolo ha sfoggiato le sue doti di guida mantenendo la leadership sin dal via, avvenuto sotto regime di safety-car.

La sua cavalcata vincente non è stata affatto facile. Pepe Oriola, il diciassettenne di casa SunRed, ha provato per tutta la competizione ad impensierire il veterano della Hartman Racing, senza tuttavia riuscire a concretizzare un attacco. Talvolta ha anche dovuto gettare uno sguardo negli specchietti retrovisori per tenere d’occhio un buon Thomas Engstrom, uno che con la pioggia ci sa fare e che non aspettava altro che avvantaggiarsi della lotta tra i due piloti in prima e seconda posizione.

In ogni caso l’atteggiamento di tutti i piloti in pista è stato alquanto guardingo e pertanto la gara non ha regalato particolari emozioni. L’importante era non commettere errori per concludere la gara e giocarsi il tutto e per tutto nella seconda manche che vedrà le prime otto posizioni invertite. Inoltre a complicare le cose ci hanno pensato i piloti della classe S1600, decisamente più lenti in fase di doppiaggio ma in ogni caso corretti nella loro condotta in quanto non hanno creato situazioni di pericolo.

Giù dal podio troviamo le BMW di Bennani e Okyay, anche loro attendisti nella speranza di guadagnare una posizione nella top-three mentre chi ha sofferto è stato Treml con la seconda Honda Accord del team Hartman, solamente sesto al traguardo davanti a Weimann, Rikli e Kast. Chi è mancato dalla lotta per la vittoria è sicuramente il danese Nykjaer, uno dei favoriti alla vigilia. Il pilota della Chevrolet è partito dai box ma dopo un giro dietro alla safety-car è rientrato a causa delle noie meccaniche che continuano ad affliggere la sua Cruze.

Nella classe Super Produzione la vittoria è andata al serbo Tosic che non ha avuto problemi a controllare Fabiani mentre l’olandese Luttikhuis non ha neppure preso il via. La categoria più piccola, la S1600, ha visto trionfare la Ford Fiesta del tedesco Muhlenz davanti ai connazionali Krafft e Lukas mentre l’ucraino Skuz è stato costretto al ritiro dopo sei giri.

L’ordine d’arrivo di gara 1:

POS. PILOTA AUTO DIST.
1 GIOVANARDI Honda Accord Euro R 14 giri
2 ORIOLA SEAT Leon 2.0 TDI +0.830
3 ENGSTROM Honda Accord Euro R +2.157
4 BENNANI BMW 320si +29.532
5 OKYAY BMW 320si +30.365
6 TREML Honda Accord Euro R +40.281
7 WEIMANN BMW 320si +56.405
8 RIKLI Honda Civic FD +56.664
9 KAST Audi A4 +1:23.202
10 MUHLENZ Ford Fiesta ST (LPG) +1 Lap
11 TOSIC Honda Civic Type-R +1 Lap
12 KRAFFT Ford Fiesta 1.6 16V +1 Lap
13 LUKAS Ford Fiesta ST +1 Lap
14 BINGLER Ford Fiesta ST +1 Lap
15 FABIANI BMW 320i E46 +2 Laps
Non classificati
SKUZ Ford Fiesta 1.6 16V +8 Laps
FISCHER Honda Accord Euro R +11 Laps
NYKJAER Chevrolet Cruze LT +13 Laps
Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image