GP2 – Le dichiarazioni dei protagonisti e le classifiche di campionato dopo il week end del Nurburgring

0

a cura di Marco Borgo

A caratterizzare il week end del Nurburgring sono stati Romain Grosjean e Luca Filippi. I due hanno colto una vittoria ed un terzo posto ciascuno. A fare da terzi incomodi sono stati Charles Pic, secondo al sabato, e Jules Bianchi, secondo alla domenica. Continua quindi l’inarrestabile marcia di Grosjean verso il titolo della GP2 Europe dopo aver già intascato quello asiatico a fine marzo. Per Filippi invece i successi del week end hanno dell’incredibile. Scaricato infatti dal team Supernova per fare spazio a Carroll (e ai suoi sponsor, ndr), Filippi si è accasato in extremis al team Coloni, squadra con cui si affacciò in GP2 nel 2006, esperienza conclusasi con non poche polemiche. Al ritorno con la squadra umbra però Filippi ha svoltato, cogliendo un’ottimo piazzamento in qualifica, la vittoria di gara 1 ed un terzo posto in gara 2 dopo incredibili arguzie strategiche. Sentiamo quindi le dichiarazioni dei protagonisti del week end:

Gara 1

Luca Filippi: “Sono estremamente felice! Non riuscivo a crederci mentre guidavo la gara e mi allontanavo da Pic che mi seguiva. Oggi è andato tutto incredibilmente bene. Quando lui si è fermato io ho spinto al massimo sulle gomme vecchie mentre lui aveva le gomme fredde. Quando ho infilato la corsia box quasi sono finito contro i guardrail!!! Pit stop perfetto e via. Sono stato accorto i primi due giri e poi ho ripreso il mio ritmo. La macchina è stata perfetta dall’inizio alla fine, giusto un po’ di sovrasterzo, ma devo dire che il team Coloni è una grande squadra e ciò mi ha permesso questo risultato.

In Turchia e a Valencia ho buttato via molti punti importanti, ma oggi è andato tutto alla grande. Devo ringraziare tutti i meccanici ed i tecnici. Gli si leggeva negli occhi la voglia di vittoria che covavano dentro di loro. Le gomme poi hanno risposto bene. Come ho sempre detto adoro questo soft compound perchè riesco a gestirle al meglio. Alla fine della gara avrei potuto continuare a correre ancora…”

Charles Pic: “Nella prima parte della corsa avevo un buon ritmo. Seguivo Luca e riuscivo a tenere il suo passo se non ad avvicinarmi un pochino. Dopo il pit stop però gli sono uscito alle spalle e in quel momento lui era molto più veloce di me. Non mi lamento però. Il secondo posto è un ottimo risultato. Oggi avremmo potuto cogliere un gran risultato, ma forse non abbiamo azzeccato tutte le scelte nei momenti opportuni. Lavoreremo molto su questo fin dalla prossima gara.

Il momento chiave è stato il pit stop, ma dobbiamo capire perché contrariamente a quanto ci aspettavamo, abbiamo perso la posizione, e soprattutto eravamo meno competitivi del battistrada. Una mezza idea in merito ce l’ho, ma credo che la terrò per me! Non guardo molto al campionato, farò di tutto per tornare quante più volte possibile su questa sedia (risate) e i conti li faremo a fine stagione.”

Romain Grosjean: “E’ stata una gara non particolarmente esaltante. Sul piano prestazionale avevamo qualche difficoltà, così abbiamo provato ad anticipare la sosta, ma Van der Garde per esempio ci ha sorpresi quando si è fermato molto presto. Alla partenza sono stato accorto, quando ho visto Luca al mio fianco che bloccava le ruote mi sono tenuto pronto ad una sua traiettoria larga e ho allargato anch’io, Jules avrebbe avuto un occasione d’oro per passare. Alla fine siamo terzi, e anche se abbiamo commesso degli errori, è andata comunque piuttosto bene.

Certo, all’uscita dal pit avrei dovuto andare a prendere Jules e Charles, ma senza le termocoperte diventa tutto difficile quando ritorni in pista e devi difenderti da chi sopraggiunge (Valsecchi, ndr). Oggi comunque il gap dai primi era parecchio, e con entrambi i set di gomme abbiamo faticato. Tuttavia i miei diretti rivali hanno terminato alle mie spalle. Non è poi andata così male. Abbiamo pur sempre guadagnato qualcosa in ottica campionato.

Gara 2

Romain Grosjean: “E’ stata una gara molto difficile! Le condizioni della pista erano difficili. Per di più che il mio ingegnere mi diceva che doveva arrivare altra pioggia in dieci minuti, ma questa non arrivava mai… Quando Gutierrez si è fatto sotto abbiamo deciso che era il momento di cambiare. Abbiamo indovinato il momento giusto, e quando Jules ha fatto quell’errore abbiamo vinto la gara. Ci ho provato anche prima, ma c’era solo la corsia asciutta e non potevo rischiare di uscirvi. Questa vittoria è importante, perché continuiamo ad incrementare il nostro vantaggio.

Solo alla fine della corsa mi sono divertito, quando ero in testa e potevo fare le mie traiettorie, frenare nei miei punti di staccata. Prima che avevo Jules davanti questo era impossibile. Sarebbe bastata una minima sbavatura per finirgli addosso. Ripeto, la chiave della corsa è stato azzeccare il momento giusto per cambiare e passare alle gomme da asciutto. Al primo giro avremmo sofferto comunque, ma poi si volava!

Jules Bianchi: “Gara difficile! Ho fatto una buona partenza e facilitato dalle scaramucce tra Van der Garde e Clos sono passato secondo, poi primo per l’errore di Bird. Sono stato in testa a lungo, sul bagnato avevamo un buon ritmo, ma dopo il pit stop non eravamo più così brillanti. Ho fatto un paio di errori, l’ultimo, quello che mi è costato la vittoria. Così come a Silverstone Romain si è fermato prima di noi, e poi era nettamente più veloce.

Nel finale stavo andando al limite per resistere a Romain, ma ho sbagliato all’ultima chicane, e lui mi ha passato. Sono molto deluso. Senza quell’errore avrei sicuramente vinto la gara, perché era oggettivamente difficile superare. Devo ringraziare la squadra per l’ottimo lavoro fatto. La vettura è migliorata rispetto a ieri, e quello che è successo è stato solo un mio errore.”

Luca Filippi: “Sono molto contento di come si sia evoluta la gara. La strategia è stata impeccabile. Eravamo la vettura più veloce in pista. Dopo il pit stop ero 17° e ora sono sul podio. Abbiamo indovinato il momento adatto per il cambio e la situazione ha girato a nostro favore. Il contatto nel finale con Jules non è stato il massimo… Ci siamo già chiariti e entrambi non abbiamo perso nulla da quest’episodio. Da parte mia non c’era certo l’intenzionalità di buttar fuori nessuno. Sono arrivato a ruote bloccate in frenata e sono andato lungo. Solo che lì c’era anche Bianchi… Alla fine è stato un week end sopra le righe: una vittoria e un podio. Il team Coloni è carichissimo!”

Classifica piloti

1. Romain Grosjean – 53
2. Giedo Van der Garde – 41
3. Charles Pic – 34
4. Sam Bird – 33
5. Davide Valsecchi – 30
6. Jules Bianchi – 27
7. Dani Clos – 26
8. Marcus Ericsson – 21
9. Luca Filippi – 20
10. Stefano Coletti – 16
11. Luiz Razia – 11
12. Josef Kral – 10
13. Esteban Gutierrez – 9
14. Fabio Leimer, Alvaro Parente, Cristian Vietoris – 8
17. Fairuz Fauzy, Max Chilton – 3
19. Michael Herck – 1
20. Kevin Mirocha, Pal Varhaug, Jolyon Palmer, Rodolfo Gonzales, Johnny Cecotto, Julian Leal – 0

Classifca squadre

1. Barwa Addax – 75
2. iSport – 54
3. DAMS – 53
4. Racing Engineering – 42
5. Team AirAsia – 41
6. Lotus ART – 36
7. Trident – 16
8. Scuderia Coloni – 12
9. Supernova – 12
10. Arden – 10
11. Rapax – 8
12. Carlin – 3
13. Ocean – 0

 

Condividi in

Autore

Nato nel 1987, a Treviso, percussionista e cornista, appassionato di automobilismo sportivo segue per eracemotorblog: World Series by Renault, F2, GP3, F3 Italia e A1GP.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image