GP2 – Nurburgring: le dichiarazioni dei protagonisti al termine di gara 1

0

a cura di Marco Borgo

Cinque vittorie in sette week end di gara. A parte le due tappe di Barcellona e Montecarlo, Romain Grosjean è sempre riuscito a fare sua una delle due gare di ogni week end. Ha fatto sua la prima vittoria del 2011 vincendo l’apertura ad Istanbul, si è riproposto sul gradino alto del podio a Valencia, nel successivo round di Silverstone, al Nurburgring e a Budapest. Il francese ha inoltre raccolto un terzo posto in gara 2 a Montecarlo, e un terzo posto al Nurburgring per un totale di sette appuntamenti a podio. Una striscia positiva che gli ha procurato 69 punti in classifica, 23 più di Van der Garde, 27 più di Pic e 35 più di Bianchi. Questo campionato ormai è nelle tasche di Romain Grosjean che può così aggiungere un altro prestigioso traguardo ad una carriera degna di nota. Sentamo dunque le dichiarazioni dei protagonisti nella conferenza stampa post gara:

Romain Grosjean: “E’ stata lo stesso una bella vittoria, anche se agevolata dal drive through scontato da Ericsson. Per vincere occorre essere lì a lottare coi primi, nulla ti viene regalato. Mi dispiace comunque molto per Marcus. E’ stato un errore del team che ha macchiato la sua splendida gara. Per noi è stato un’ottimo risultato. L’ennesimo.

Ieri non avrei creduto molto in questa quinta vittoria. Trovare un giro libero da traffico in qualifica è un sogno, e ieri abbiamo sofferto qualificandoci in quinta posizione. Tuttavia al via ho avuto una buona partenza, e quando avevo Charles e Giedo dietro di me già sentivo che il più era fatto in ottica campionato.

Quest’anno è tutto più difficile: la macchina è nuova, il livello è altissimo e le nuove gomme hanno portato molto spettacolo. Domani sarà una gara dura. La chiave del successo sarà riuscire ad essere veloci negli ultimi giri.”

Charles Pic: “Nei primi giri ero più lento di Romain, mentre nella seconda parte di gara ero molto competitivo: avevo una vettura perfetta. Dobbiamo lavorare ancora molto per risolvere queste differenze di prestazione anche in vista della gara di domani. Oggi sono secondo, è buono per il mio campionato, sono diversi punti! Romain ormai ha molti punti di distacco. Il mio obbiettivo ormai è raccogliere quanti più punti possibile gara per gara.”

Luiz Razia: “Al via sono scattato bene, ma Marcus è stato un fulmine! Nella prima parte di gara avevo un buon passo, e poco degrado delle gomme. Avevamo in programma il pit stop al giro 14 ma il team ha deciso di prolungare di due giri il primo stint. Non mi sembrava un’ottima idea. Romain infatti si è fermato un giro prima di noi, e quando ho cercato di spingere prima del mio stop le gomme erano andate e lì ho perso qualcosa.

Il pit stop è stato perfetto, e da lì la macchina ha reso al meglio. Negli ultimi cinque giri ci siamo avvicinati a Filippi, e a differenza di Charles, ci ho messo un intero giro a passarlo. Alla fine sono terzo, il primo podio 2011. Se fossi partito terzo potrei anche essere contento, ma visto che partivamo in pole abbiamo nettamente sbagliato il momento giusto per entrare al pit.”

Condividi in

Autore

Nato nel 1987, a Treviso, percussionista e cornista, appassionato di automobilismo sportivo segue per eracemotorblog: World Series by Renault, F2, GP3, F3 Italia e A1GP.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image