GP2 – Spa, preview: l’incoronazione di re Grosjean

0

a cura di Marco Borgo

Romain Grosjean ha finalmente l’occasione di porre fine ai giochi, incoronandosi campione della GP2 2011 in Belgio con una gara d’anticipo, e bissando così a distanza di pochi mesi il successo ottenuto nella serie asiatica e colto in riva al santerno. Con cinque vittorie all’attivo e tre terzi posti, il francese sbarca sulle Ardenne con 25 punti di distacco dal secondo in classifica, ovvero Giedo Van der Garde.

Per cogliere la vittoria assoluta al termine di gara 1, il francese deve terminare la gara con ventisette punti di vantaggio su Van der Garde. Basterebbe quindi che il francese vincesse con l’olandese secondo al traguardo. Oppure secondo Grosjean e terzo Van der Garde, e la vittoria colta da un outsider che per il francese rappresenterebbe un prezioso alleato. Se poi il francese cogliesse anche pole o giro veloce, la vittoria sarebbe ancor più indubbia (pole=+2 punti; giro veloce=+1 pt.).

Ecco che quindi quel qualcuno che potrebbe fare il gioco di Grosjean potrebbe magicamente assumere le sembianze di Jules Bianchi. Non che lo spirito patriottico possa spingere il pilota del team ART a compiere plateali favorimenti verso Grosjean, ma è chiaro che se il pilota seguito dal Cavallino continuasse anche a Spa a cogliere qualche buon piazzamento come nelle gare precedenti, ecco che potrebbe sottrarre punti o infastidire la battaglia di chi Grosjean è costretto ad inseguirlo, o peggio ancora dovergli stare davanti per nutrire ancora qualche speranza di tenere aperta la lotta per il titolo.  Altro outsider potrebbe essere Gutierrez, l’esordiente messicano capace già di intascare due vittorie nella sua stagione d’esordio e che anche a Spa potrebbe dire la sua.

La lista di piloti capaci di exploit conterrebbe sicuramente anche Stefano Coletti, Sam Bird, Marcus Ericsson, senza dimenticare il ritrovato Luca Filippi e Dani Clos. Di certo Charlie Whiting darà chiare istruzioni nel briefing pre gara ai piloti della GP2 di tenersi lontani dai guai in maniera da non interferire con la battaglia in atto. Non che gli altri piloti debbano ora spostarsi per far passare i piloti in lotta per il campionato, ma un contatto o un incidente con un pilota al top della classifica in queste ultime gare potrebbe stravolgere il risultato finale (oltre che l’immagine di qualche pilota).

Abbiamo volutamente lasciato per ultimo Charles Pic. Il francese (un altro!) compagno di squadra di Van der Garde si trova in un posizione alquanto scomoda: terzo in classifica vanta però tre vittoria contro l’unica affermazione colta dal compagno. Per rimanere in battaglia Pic deve sperare di vincere la prima gara, e che Grosjean finisca non oltre il quinto posto. Abbastanza irreale! Meglio dunque che il francese accetti di aiutare il compagno di squadra cedendogli il passo all’occorrenza.

Condividi in

Autore

Nato nel 1987, a Treviso, percussionista e cornista, appassionato di automobilismo sportivo segue per eracemotorblog: World Series by Renault, F2, GP3, F3 Italia e A1GP.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image