GP2 – Spa, gara 2: Luca Filippi svetta sulle Ardenne

0

 

a cura di Marco Borgo

Luca Filippi è riuscito a vincere un’emozionante gara 2 sul tracciato belga di Spa. Partito dalla quinta posizione l’italiano ha rimontato fino a portarsi in testa alla gara. Non sono mancate le emozioni anche dietro, con Grosjean, Bianchi e Gutierrez che hanno dato spettacolo. Difficoltà per le Ocean e Cecotto che dalla nona posizione aveva compiuto un ottima partenza, portandosi fino alla seconda posizione. Poca gloria per il team Barwa Addax. Entrambe le vetture hanno chiuso in fondo allo schieramento. Brivido per Leimer che ha distrutto la sua vettura allo scollinamento dell’Eau Rouge.

La cronaca

Al via Kral tiene la leadership, mentre Carroll parte lentissimo. Ottimo avvio per Cecotto che dalla nona posizione tiene l’interno e al tornantino è terzo. Vietoris dall’ottava posizione scivola fino all’undicesima. Alla staccata del Kemmel Cecotto si libera di Fauzy e passa secondo. Sul traguardo la classifica vede Kral condurre su Cecotto, Fauzy, Clos, Filippi, Grosjean, Hartley che ha superato Bianchi, poi Carroll, Valsecchi, Vietoris, Bird ed Herck.

Al terzo giro Filippi si libera di Clos e passa anche Fauzy al Kemmel installandosi in terza posizione. L’italiano comincia a mettere pressione a Cecotto, mentre Grosjean passa Clos. Filippi al Kemmel prova l’attacco su Cecotto, ma desiste. Grosjean intanto ha nel mirino Fauzy. Carrol soffia sul collo di Hartley, ottavo. Leimer si libera di Van der Garde, ma l’olandese lo tocca e rompe l’alettone anteriore.

Filippi rompe gli indugi al Kemmel buttandosi questa volta all’esterno. Cecotto prova a replicare a Fagnes ma l’italiano rimane davanti. Bianchi si avvicina a Grosjean che prepara l’attacco su Fauzy, ma il francese viene sorpreso da Clos al tornantino. All’ottavo giro Bianchi prepara l’attacco a Clos, ma deve rimandare a causa della safety car entrata in pista per la violenta uscita di Leimer. Lo svizzero ha perso il retrotreno della vettura all’Eau Rouge ed è uscito sbattendo contro il muro di gomme. Impressionanti le condizioni della vettura, con l’asse posteriore ed il cambio che si sono staccati dal blocco motore. Il pilota esce autonomamente dalla vettura.

Al dodicesimo giro la safety car esce e Filippi che era secondo si tiene in scia a Kral e lo supera sul rettilineo del Kemmel. Fauzy prova la stessa manovra su Cecotto, ma perde la posizione su Grosjean che passa quinto. Bianchi preme su Clos per recuperare la posizione. Al primo passaggio alla Bus Stop una vettura del team iSport è lenta in uscita dalla variante e crea scompiglio. Nello stesso punto intanto Grosjean ha infilato Cecotto passando in quarta posizione. Cecotto non molla e al tornantino si butta all’interno di Grosjean portandosi dietro Clos che ringrazia. Al Kemmel Grosjean è di nuovo davanti a Clos, mentre Bianchi infila Cecotto al bus stop.

Filippi conduce su Kral, Bianchi e Cecotto che in breve viene ripassato da Grosjean e da Clos. Il pilota del team Ocean risponde con la stessa manovra al tornantino e Clos deve aprire la porta a Bird che si infila tra i due. L’inglese in breve supera Cecotto. Gutierrez intanto preme su Carroll, ottavo, e lo passa in fondo al Kemmel per un problema dell’irlandese. All’ultimo giro Herck va largo al tornantino e Vietoris passa seguito da Ericsson. Cecotto viene superato da Clos e Gutierrez. Bianchi infila Kral e passa in seconda posizione. All’ultimo giro Grosjean prova a salire sul podio insidiando Kral che resiste. Carroll prova l’attacco su Cecotto, ma finisce largo e passano Hartley e Valsecchi. Filippi vola verso la seconda vittoria stagionale col team Coloni, secondo Bianchi che oggi ha di che festeggiare mentre terzo è Kral. Appuntamento quindi fra due settimane a Monza.

Spa, gara 1

1. Luca Filippi – Scuderia Coloni – 18 giri in 39’34.834
2. Jules Bianchi – Lotus ART – 4.476
3. Josef Kral – Arden – 6.857
4. Romain Grosjean – DAMS – 7.685
5. Sam Bird – iSport – 8.993
6. Dani Clos – Racing Engineering – 12.952
7. Esteban Gutierrez -Lotus ART – 14.264
8. Johnny Cecotto – Ocean – 19.360
9. Brendon Hartley – Ocean – 19.634
10. Davide Valsecchi – Team AirAsia – 20.192
11. Adam Carroll – Supernova – 21.472
12. Marcus Ericsson – iSport – 22.033
13. Christian Vietoris – Racing Engineering – 22.348
14. Jolyon Palmer – Arden – 22.917
15. Michael Herck – Scuderia Coloni – 23.672
16. Max Chilton – Carlin – 27.960
17. Rodolfo Gonzales – Trident – 28.510
18. Pal Varhaug – DAMS – 28.540
19. Charles Pic – Barwa Addax – 28.853
20. Giedo Van der Garde – Barwa Addax – 29.374
21. Fairuz Fauzy – Supernova – 59.072

Giro veloce: Marcus Ericsson – 2’00.493 – 15

Non classificati

14° giro – Mikhail Aleshin
14° giro – Julian Leal
13° giro – Luiz razia
8° giro – Fabio Leimer

Non partito

Stefano Coletti
Condividi in

Autore

Nato nel 1987, a Treviso, percussionista e cornista, appassionato di automobilismo sportivo segue per eracemotorblog: World Series by Renault, F2, GP3, F3 Italia e A1GP.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image