WTCC – Valencia, gara 2: Tripletta e titolo costruttori per la Chevrolet, i piloti BMW fanno harakiri e regalano la vittoria a Muller

0

a cura di Silvano Taormina

La seconda corsa in programma sul circuito di Valencia ha registrato l’ennesima tripletta della Chevrolet in questa stagione. Stavolta però i tre alfieri della casa americana non hanno dominato dall’inizio alla fine, il loro successo è scaturito in parte grazie alle disgrazie altrui. Sin dalla partenza sembrava delinearsi uno scenario favorevole alle BMW, con Coronel in testa davanti a Villa e Michelisz mentre le Chevrolet recuperavano posizioni fino a portarsi alle loro spalle. Sfortuna per Engstler che resta fermo sullo schieramento.

Il colpo di scena però arriva al nono giro. Coronel e Villa lottano per la prima posizione ed entrano in contatto. Ha la peggio lo spagnolo che deve ritirarsi mentre il pilota della Roal Motorsport perde svariate posizioni. In testa si ritrova Michelizs che poco dopo perderà a leadership a favore di Muller, abile a rinvenire. Anche Huff e Menu si fanno sotto all’ungherese, ma quest’ultimo con un colpo di reni resiste e addirittura va ad attaccare Muller all’ultima curva dell’ultimo giro. Il sorpasso sembrava già fatto ma la vettura di Michelizs è andata in controsterzo finendo in testacoda. In questo modo Muller vince nuovamente ed ottiene la seconda doppietta stagionale.

Giù dal podio troviamo Coronel, abile a risalire dopo il testacoda, e il nostro Gabriele Tarquini che dopo la rottura in gara 1 ha conquistato un buon quinto posto. Nella classifica indipendenti vittoria per Poulsen che bissa il successo ottenuto stamattina concludendo in sesta posizione davanti allo sfortunato Michelizs. Bella la prova del baby Oriola, autore di un ottavo posto e nuovamente in zona punti. Agrodolce la gara di Stefano D’Aste che, al volante della BMW del team Wiechers Sport, ha concluso in undicesima posizione davanti alle vetture gemelle di Bennani, migliore tra i piloti del Proteam, e al debuttante Sigacev.

Con la tripletta odierna la Chevrolet si aggiudica in anticipo il titolo riservato ai costruttori mentre Muller rafforza la prima posizione in campionato conquistata giusto stamattina.

L’ordine d’arrivo di gara 2:

POS. PILOTA AUTO DIST.
1 Yvan MULLER Chevrolet Cruze 1.6T 23:14.296
2 Robert HUFF Chevrolet Cruze 1.6T +0.434
3 Alain MENU Chevrolet Cruze 1.6T +1.143
4 Tom CORONEL BMW 320 TC +2.184
5 Gabriele TARQUINI Sunred SR Leon 1.6T +2.966
6 Kristian POULSEN BMW 320 TC +5.560
7 Norbert MICHELISZ BMW 320 TC +9.201
8 Pepe ORIOLA Sunred SR Leon 1.6T +15.651
9 Robert DAHLGREN Volvo C30 Drive +17.952
10 Franz ENGSTLER BMW 320 TC +19.055
11 Stefano D’ASTE BMW 320 TC +22.493
12 Mehdi BENNANI BMW 320 TC +24.806
13 David SIGACEV BMW 320 TC +29.091
14 Darryl O’YOUNG Chevrolet Cruze 1.6T +30.030
15 Michel NYKJAER Sunred SR Leon 1.6T +30.488
16 Yukinori TANIGUCHI Chevrolet Cruze 1.6T +40.370
17 Fabio FABIANI BMW 320si +1:41.824
18 Fredy BARTH Sunred SR Leon 1.6T + 2 giri
19 Javier VILLA BMW 320 TC + 4 giri
Non classificati
Aleksei DUDUKALO Sunred SR Leon 1.6T
Tiago MONTEIRO Sunred SR Leon 1.6T
Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image