MotoGP – Motegi sì, Motegi no? Lorenzo e Spies ci saranno

0

Nei giorni scorsi una nota ufficiale del team Yamaha ha confermato definitivamente la presenza di Jorge Lorenzo e Ben Spies al GP del Giappone in programma il 2 ottobre sul tracciato di Motegi. Infatti, dopo mesi di braccio di ferro con Dorna, i piloti della classe regina sembrano essersi “arresi” alle ragioni dei team e si apprestano a scendere in pista a circa 120 chilometri dalla centrale nucleare di  Fukushima.

Eppure, proprio il campione del mondo in carica, seguito a ruota da Casey Stoner, qualche mese fa era uno fra i più categorici nel definire Motegi come una trasferta pericolosa, salvo poi ritrattare ed annunciare, insieme ai piloti HRC, la sua presenza in Giappone. Del resto, non è mistero per nessuno che questo cambio di opinione non viene certo dalle rassicurazioni del rapporto dell’ARPA, ma appare piuttosto come un’imposizione dall’alto.

I piloti della MotoGP, soprattutto quelli facenti parte di case ufficiali giapponesi, hanno avuto molte pressioni ed alla fine hanno dovuto cedere. E sono le stesse pressioni che subiscono gli addetti ai lavori, in particolare il personale di 125 e Moto2, che in caso di rinuncia a Motegi non troverebbero un contratto  nel 2012. L’unico ad essere ancora contrario e a non aver confermato la sua presenza è Valentino Rossi: il Dottore, infatti, ha lasciato libertà di scelta al suo staff, ed è l’unico che potrebbe decidere di non correre. Ma a prescindere dalla sua scelta, l’ottica dello “show must go on” si è ormai imposta, e il 2 ottobre la MotoGP scenderà in pista a Motegi.

Fonte: GPone.com

 

Beatrice Moretto

 

Condividi in

Autore

reporter Moto Gp-Superbike

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image