F1 – L’Editoriale: Vettel, come te nessuno mai

0

Come se vincere due mondiali fosse un gioco da ragazzi o roba del genere. Sebastian Vettel si conferma per la seconda volta campione del mondo e stavolta lo fa di prepotenza, di forza, di perfezione, di testa. Nel corso della stagione ha sbagliato molto poco Sebastian. E’ stato perfetto. Fino all’ultimo, fin quando anche la matematica si è arresa al fenomeno tedesco che non tutti riescono a riconoscere.

Il fatto di guidare l’astronave non può essere un demerito, anzi. D’altronde i mondiali li han vinti sempre le macchine migliori. Allora perchè Sebastian continua a essere così snobbato? Forse per la faccia da bravo ragazzo, forse perchè è così giovane.

E’ stato sempre precoce Vettel. Ci ha messo un anno per vincere una gara [Monza 2008] e appena tre anni per conquistare l’iride. Ha scippato Alonso da tutti i record di gioventù, espugnando quello di bicampione del mondo proprio ieri a Suzuka.

Adesso mira in alto Seb, molto in alto. E sembra avere tutti i margini per poter attaccare i record di tutti, di Schumacher in primis, del quale ha imitato la partenza sbarrastrada giusto ieri ai danni di Button. Queste sono le corse. Ma la cosa che più impressiona del “biondo mervaglia” è la crescita. Quest’anno ha saputo usare la testa più che il piede, e lo si è visto proprio ieri quando ha provato ad attaccare Alonso in modo non troppo aggressivo, non come fatto a Monza per intendeci.

Ha messo in mostra tutto il giovane Seb. Velocissimo in qualifica, martellante in gara, graffiante quando necessario. Il mondo è nuovamente ai suoi piedi, e lui è ben contento di essere ancora una volta lì, primo, con l’indice alzato, mostrato ai cameraman e a tutto il mondo. Il merito non può essere che suo. Alla faccia dei fischi ricevuti a Monza. Alla faccia di chi gli ha dato del fortunato dopo la gara di Abu Dhabi. Alla faccia di chi gli ha dato del raccomandato. I numeri servono per “ufficializzare” le impressioni: Vettel, come te nessuno mai.

Valerio Lo Muzzo

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image