V8 Supercars – Surfers Paradise, gara 1: Nessuno ferma Whincup e Bourdais, le due Ford ufficiali completano il podio

0

a cura di Silvano Taormina

Jamie Whincup e Sebastian Bourdais hanno ottenuto uno strepitoso successo nella prima manche del week-end della Gold Coast 600. La coppia del Team Vodafone ha dominato gran parte della gara, mollando la leadership solo per alcuni giri in occasione di una doppia uscita della safety-car. Questa vittoria permette a Whincup di riagguantare la leadership della classifica piloti grazie al ritiro del compagno di squadra Craig Lowndes in coppia con Andy Priaulx. Poco prima della partenza l’inglese ha accusato dei problemi di natura elettronica che lo hanno costretto prima a partire dalla pit-lane e poi fermarsi alla curva 4, salvo poi riuscire a ripartire per condurre la vettura ai box e riprendere la gara dopo 17 giri.

Anche per Bourdais si tratta di una vittoria prestigiosa. Il francese si conferma come uno dei migliori piloti al mondo e soprattutto mostra ancora una volta di essere veramente versatile e capace di passare da una vettura all’altra e andare forte allo stesso modo. Nel 2011 ha dimostrato di saper andare forte nella Indycar Series, ha ottenuto diversi successi nella International Le Mans Series e adesso si è messo in luce anche al volante di una V8 Supercars. Il suo contributo alla vittoria finale è stato fondamentale, girando costantemente sugli stessi tempi dei top-driver che partecipano all’intero campionato.

Secondo posto assoluto per la coppia del Ford Performance Racing formata da Will Davison e Mika Salo. Il finlandese è stato abile a portarsi sin da subito in seconda posizione alle spalle di Bourdais ma dopo pochi giri accusava un distacco superiore ai cinque secondi. Davison poteva approfittare della safey-car per provare a contrastare Whincup ma al restar si è ritrovato con ben cinque doppiati tra lui e il leader. Soddisfazione anche per l’altro equipaggio ufficiale di casa Ford, formato da Mark Winterbottom e Richard Lyons. L’irlandese è scattato dalla diciassettesima posizione in griglia e dopo pochi giri era già a ridosso della top-ten ma il vero capolavoro lo ha fatto l’australiano compiendo una prodigiosa rimonta nell’ultimo stint, conclusa a quattro giri dalla fine con il sorpasso su Murphy che gli ha consentito di agguantare il podio.

Gara da dimenticare per Garth Tander e l’idolo locale Ryan Briscoe. Tander, desideroso di recuperare punti in classifica sulla coppia del Team Vodafone, aveva disputato un ottima qualifica che lo aveva visto prevalere su tutti nonostante la pista ancora scivolosa per la pioggia caduta nella notte. Il pilota del team HRT non è riuscito a ripetersi negli shootout, terminati al secondo posto dietro a Whincup. La partenza di Briscoe, incaricato di prendere il via così come tutti gli altri driver internazionali, non è stata delle migliori e l’australiano era terzo già alla prima curva. Il pilota impegnato nell’Indycar seguiva da vicino Salo ma un errore strategico della squadra ha fatto retrocedere la vettura nelle retrovie. Briscoe è stato chiamato ai box per il cambio pilota quando non aveva ancora completato un numero di giri sufficiente e così Tander è dovuto ritornare in pit-lane per cedere il posto al proprio co-equiper in modo tale che questi potesse compiere un ulteriore giro e poi cedere nuovamente il volante. Un vero disastro. I due hanno concluso in undicesima posizione.

Ottima prestazione per James Moffat e Fabian Coulthard, per l’occasione coadiuvati da Joey Hand e Patrick Long. I due sono stati abili ad approfittare della safety-car, uscita a metà gara, per modificare la loro strategia e imbarcare un gran quantitativo di benzina nella speranza di poter arrivare fino in fondo. Moffat e Coulthard si sono ritrovati nelle prime due posizioni durante la seconda parte di gara, nonostante un secondo ingresso della vettura di sicurezza, fino a quando non hanno effettuato uno splash-and-go a pochi giri dalla fine. Alla fine hanno concluso in quarta e quinta posizione.

Ci si aspettava qualcosa di più da Van Gisbergen e Pirro con la Ford Falcon del team ST Tools, mestamente in sedicesima posizione. Il laziale è stato punito con una penalità per aver anticipato la partenza mentre l’australiano è rimasto invischiato nella lotta a centro gruppo non riuscendo a recuperare posizioni. Delusione anche per gli altri italiani. Morbidelli ha concluso la gara al ventesimo posto con due giri di distacco. Nelle prime fasi era stato protagonista di un contatto con Marino Franchitti. Ritiro per Liuzzi in coppia con Tony D’Alberto, con l’italo-australiano costretto allo stop al giro 76 dopo aver accusato dei problemi allo sterzo. É durata poco anche la gara di Fabrizio Giovanardi, fermo dopo quindici giri per noie meccaniche.

L’ordine d’arrivo:

POS. EQUIPAGGIO TEAM AUTO DIST.
1 Jamie Whincup / Sebastian Bourdais TeamVodafone Holden 02:13:21:5515
2 Will Davison / Mika Salo Trading Post FPR Falcon Ford 02:13:23:7417
3 Mark Winterbottom / Richard Lyons Orrcon Steel FPR Falcon Ford 02:13:24:0198
4 James Moffat / Joey Hand Jim Beam Racing Ford 02:13:24:3234
5 Fabian Coulthard / Patrick Long Bundaberg Racing Holden 02:13:27:3948
6 Greg Murphy / Oliver Gavin Pepsi Max Crew Holden 02:13:28:6881
7 Rick Kelly / Jorg Bergmeister Jack Daniel’s Racing Holden 02:13:33:9845
8 Michael Caruso / Augusto Farfus Jr Fujitsu Racing GRM Holden 02:13:35:1554
9 Jonathon Webb / Gil de Ferran Mother Energy Racing Team Ford 02:13:36:5708
10 Lee Holdsworth / Simon Pagenaud Fujitsu Racing GRM Holden 02:13:38:3600
11 Garth Tander / Ryan Briscoe Toll Holden Racing Team Holden 02:13:38:3741
12 Tim Slade / Helio Castroneves Lucky 7 Racing Ford 02:13:38:6205
13 Todd Kelly / Richard Westbrook Jack Daniel’s Racing Holden 02:13:38:9841
14 James Courtney / Darren Turner Toll Holden Racing Team Holden 02:13:42:2283
15 Paul Dumbrell / Christian Klein The Bottle-O Racing Team Ford 02:13:43:6123
16 Shane van Gisbergen / Emanuele Pirro SP Tools Racing Ford 02:13:45:4316
17 Jason Bargwanna / Allan Simonsen Jana Living Racing Holden 02:13:47:4393
18 Steve Owen / Boris Said VIP Petfoods Holden 02:13:50:4773
19 David Reynolds / Alex Tagliani Stratco Racing Holden 02:13:51:1914
20 Dean Fiore / Gianni Morbidelli Westrac Racing Ford 02:14:09:6162
21 Jason Bright / Sarrazin Stephane Team Boc Holden 02:13:53:7629
22 Russell Ingall / Jan Magnussen Supercheap Auto Racing Holden 02:14:27:5129
23 Alex Davison / Marc Lieb Irwin Racing Ford 02:13:57:6370
Non classificati
DNF Tony D’Alberto / Vitantonio Liuzzi Wilson Security Racing Ford 02:13:31:6118
DNF Craig Lowndes / Andy Priaulx TeamVodafone Holden 01:41:17:3821
DNF Steven Johnson / Dirk Muller Jim Beam Racing Ford 31:17:3493
DNF Warren Luff / Marino Franchitti Gulf Western Oil Racing Holden 18:43:4264
DNF Karl Reindler / Fabrizio Giovanardi Fair Dinkum Sheds Racing Holden 17:11:9693
Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image