TRS – Taupo, gara 2-3: Cassidy e Van Asseldonk si dividono le vittorie, primo podio per Raffaele Marciello

0

a cura di Silvano Taormina

Uno a uno tra Cassidy e Van Asseldonk. É questo il responso delle due gare domenicali andate in scena sul tracciato neozelandese di Taupo quando in Italia era notte fonda. Con il successo in gara 2 Cassidy rafforza la sua leadership in campionato mentre Van Asseldonk, grazie al successo nella terza frazione, sia aggiudica il prestigioso Denny Hulme Memorial Trophy. Giornata agrodolce per Raffaele Marciello, a podio nella gara della mattina nonostante i numerosi problemi tecnici riscontrati. Si conferma tra i leader Jordan King, quarto e terzo dopo il successo ottenuto ieri. Scopriamo nel dettaglio come sono andate le due gare.

GARA 2 – Allo spegnersi dei semafori il poleman Leitch mantiene la leadership davanti a Marciello e Cassidy, con il ticinese abile a sopravanzare il pilota del Giles Motorsport, scattato dalla seconda posizione. Poche curve dopo il pupillo del Ferrari Driver Academy sopravanza anche Leitch e si porta in testa. Nei primi giri sembra poter mantenere un buon ritmo ma a metà gara inizia ad accusare dei problemi di set-up che lo faranno rallentare. Nel frattempo Cassidy recupera terreno e si fa sotto al giovane connazionale, superandolo pochi giri dopo. Il ritmo del leader del campionato è impressionante e a sei giri dalla conclusione si porta in testa ai danni di Marciello, con quest’ultimo oramai in crisi e costretto a cedere la seconda piazza a Leitch. Le posizioni non cambieranno più fino alla bandiera a scacchi. Alle loro spalle si è sviluppata una bella battaglia tra King e Van Asseldonk, con l’inglese che ha resistito ai numerosi attacchi dell’olandese. Sesta posizione per Lucas Auer, in leggera risalita dopo l’opaca prestazione in gara 1. Dietro l’austriaco ha chiuso Bonifacio, anch’egli in ascesa dopo la pessima prestazione nella gara del sabato. Chiudono la top-ten Berthon, Lester e un ottimo Engineer. Josh Hill ha chiuso in tredicesima posizione dopo un testacoda mentre Suranovich è stato autore di due uscite di pista. Primo ritiro per Michela Cerruti, ferma ai box con la vettura danneggiata dopo un contatto. Ritiro anche per Serrales mentre Moh non ha preso il via.

POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Nick Cassidy Giles Motorsport 15 GIRI
2 Damon Leitch Victory Motor Racing + 2″213
3 Raffaele Marciello M2 Competition + 4″728
4 Jordan King M2 Competition + 13″256
5 Hannes van Asseldonk Giles Motorsport + 15″569
6 Lucas Auer Giles Motorsport + 16″817
7 Bruno Bonifacio Giles Motorsport + 19″426
8 Nathanel Berthon M2 Competition + 23″441
9 Jono Lester ETEC Motorsport + 23″951
10 Shabaan Engineer ETEC Motorsport + 26″421
11 Tanart Sathienthirakul M2 Competition + 30″866
12 Dmitry Suranovich Victory Motor Racing + 31″111
13 Josh Hill ETEC Motorsport + 31″622
14 Chris Vlok Victory Motor Racing + 57″877
15 Victor Sendin ETEC Motorsport + 1 giro
16 Michela Cerruti Victory Motor Racing + 1 giro
17 Sheban Siddiqi M2 Competition + 3 giri
Non classificato
Felix Serralles Giles Motorsport
Non partito
Melvin Moh ETEC Motorsport

GARA 3 – L’ultima gara del week-end ha visto il ritorno alla vittoria di Van Asseldonk, ancora a secco di podi nel corso del week-end. L’alfiere del Giles Motorsport ha conquistato la vetta sin dal via, quando ha sfruttato lo scatto poco felice del poleman Hill per prendere il comando. L’olandese non ha avuto problemi a dettare il ritmo per tutti i 20 giri previsti, tagliando il traguardo davanti all’inglese. Sul terzo gradino del podio è salito un altro pilota britannico, il vincitore di gara 1 Jordan King, fresco di accordo con il team Manor MP per disputare la Formula Renault Eurocup e il NEC. Medaglia di legno per il portoricano Serrales che, dopo i problemi meccanici riscontrati in gara 2, è tornato a battagliare per le prime posizioni. Dietro di lui ha concluso Lucas Auer, in ripresa rispetto ai giorni scorsi ma ancora lontano dai primi. Nathanel Berthon, sesto, è stato il migliore tra i piloti del M2 Competition, seguito dal brasiliano Bonifacio. A chiudere la top-ten troviamo il trio di neozelandesi formato da Cassidy, Lester e Leitch. Tanta sfortuna per Raffaele Marciello, afflitto dai soliti problemi d’assetto e da un treno di pneumatici difettoso. Una foratura lo ha costretto a perdere parecchio tempo ai box. Michela Cerruti, autrice di un testacoda, ha concluso in diciassettesima piazza.

POS. PILOTA TEAM DIST.
1 Hannes van Asseldonk Giles Motorsport 20 giri
2 Josh Hill ETEC Motorsport + 2″435
3 Jordan King M2 Competition + 4″271
4 Felix Serralles Giles Motorsport + 8″623
5 Lucas Auer Giles Motorsport + 9″847
6 Nathanel Berthon M2 Competition + 10″669
7 Bruno Bonifacio Giles Motorsport + 11″507
8 Nick Cassidy Giles Motorsport + 12″069
9 Jono Lester ETEC Motorsport + 12″948
10 Damon Leitch Victory Motor Racing + 19″382
11 Dmitry Suranovich Victory Motor Racing + 23″058
12 Shabaan Engineer ETEC Motorsport + 28″674
13 Victor Sendin ETEC Motorsport + 29″059
14 Tanart Sathienthirakul M2 Competition + 46″312
15 Chris Vlok Victory Motor Racing + 57″529
16 Melvin Moh ETEC Motorsport + 1’01″466
17 Michela Cerruti Victory Motor Racing + 1’04″160
18 Raffaele Marciello M2 Competition + 5 giri
Non classificato
Sheban Siddiqi M2 Competition

CLASSIFICA – 1) Cassidy, 546 punti; 2) Leitch, 517; 3) Hill, 424; 4) Van Asseldonk, 423; 5) Serralles, 385; 6) King, 369; 7) Berthon, 341; 8) Lester, 339; 9) Suranovich, 319; 10) Bonifacio, 315; 11) Marciello, 297; 12) Sendin, 286; 13) Auer, 251; 14) Engineer, 240; 15) Cerruti, 216.

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image