F1 – Gp di Londra, un sogno che diventa realtà

0

Ecco che sembra prendere sempre più forma un’altra idea di Bernie Ecclestone che porterà altre novità nel  calendario di F1.

Giovedì è stato presentato il nuovo layout del Gp di Londra, un progetto finanziato dal Banco di Santader ed dallo stesso Ecclestone.

Alla presentazione c’erano personaggi di rilievo, ovvero i due alfieri della McLaren Mercedes Lewis Hamilton e Jenson Button, entusiasti di avere un secondo circuito casalingo.

“Sarebbe fantastico un GP a Londra! Sono sicuro che non intralcerebbe la gara che annualmente si tiene a Silverstone, in quanto sarebbero due location completamente differenti: una in un ex aeroporto, pista molto larga e veloce, l’altra sarebbe una pista cittadina. Inoltre, paesi come Spagna (con Valencia e Barcellona) e Germania (rimasta però solo Hockenheim) hanno due piste presenti in calendario, non vedo perché anche il Regno Unito non possa avere due appuntamenti” ha commentato Hamilton.

Grande entusiamo anche per il compagno di team Jenson Button

Se davvero il progetto andasse in porto, sarebbe una grande valorizzazione della Capitale inglese. Ciò la potrebbe consacrare come una delle più importanti città del mondo.Abbiamo fatto, qualche anno fa, una manifestazione in Regent Street. In quell’occasione si mobilitò mezzo milione di persone per vederci esibire. In più sarebbe una zona facilmente raggiungibile per il pubblico grazie ai mezzi a disposizione per i trasporti urbani ed extraurbani. Sarebbe una gara fantastica per piloti ed appassionati!”.

Ma ci viene spontaneo domandarci se ciò si tratta dell’ennesima idea “Ecclestoniana” , ovvero quel sogno tanto sperato da Bernie di portare la F1 sulle strade di Londra alla corte di sua maestà la Regina Elisabetta II, con un rilevante impatto economico sui ricavi.

Ecclestone sarebbe pronto a investire 35 milioni di sterline per i costi di promozione,palchi,tribune mobili e chiusura del centro londinese. In tutto ciò ci sarà il forte sostegno da parte dal Banco di Santander che darebbe il propio nome all’evento.

Si è pensato inoltre anche di una possibile data, e pare si voglia far disputare il Gran Premio in estate, in modo tale da sfruttare al massimo il turismo che attira Londra in quel periodo.

Un’altra grande novità è dovuta dal fatto che non sarà Tilke, l’architetto di fiducia di Bernie Ecclestone, a dirigere i lavori ma ben si è  il Banco di Santander a finanziare gli studi del percorso e i costi, condotti dalla società Popolous, un gruppo di architetti, che hanno costruito lo stadio Olimpico e ristrutturato il circuito di Silverstone.

L’unico tassello mancante ora è l’anno d’ingresso del Gp di Londra. C’è chi sostiene che l’evento si terrà nel 2014, l’anno di debutto dei V6 turbo, oppure il 2016.

Bhè sicuramente Ecclestone avrà in mente già un piano per decidere quale momento sia giusto e “fruttifero” per  questo evento.Il lupo cambia il pelo ma non il vizio!!

Bartolomeo De Stefano

 

 

 

 

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image