GP2 – Spa-Francorchamps, qualifiche: Haryanto incanta e strappa la prima pole

0

a cura di Alessandro Roca

Raffaella Carrà direbbe “Carramba che sorpresa!!”. Come darle torto. Fino alle libere di stamattina quasi nessuno si sarebbe aspettato di vedere il nome di Rio Haryanto scritto in cima allo schieramento di partenza. Invece l’indonesiano ha stupito tutti. Prosegue, quindi,  la striscia positiva della Marussia Carlin, dopo il successo di Max Chilton a Budapest.

Nonostante le condizioni estreme, a cui ci ha abituato il tracciato belga, i distacchi non sono poi così abissali, a dimostrazione della competitività della serie cadetta. James Calado partirà in prima fila, avendo accusato un ritardo di 0″108 dal poleman Haryanto. Seconda fila per Gutierrez e Ericsson. Il messicano deve sfruttare l’occasione per recuperare punti sui diretti avversari in campionato che partono più indietro. Quinto e sesto posto per la iSport di Palmer e per la DAMS di Davide Valsecchi che deve ragionare anche lui in ottica campionato, dal momento che Razia parte solo 19esimo. Un occasione importante che può valere il lavoro di un’intera stagione. Ottimo anche l’exploit di Sergio Canamasas che si issa in settima posizione seguito dal leader delle libere: Fabio Leimer. Chiudono la top ten Nasr e van der Garde.

Come già detto, gara in salita per il leader del campionato Luiz Razia, costretto a dover fare un recupero non indifferente. Buona la prestazione di Coletti che scatta dall’undicesima piazza, mentre il suo compagno di scuderia è costretto a partire 24esimo per la penalità assegnatagli in Ungheria. Brutte qualifiche anche per Johnny Cecotto che partirà penultimo.

Qualifiche:
1 Rio Haryanto Marussia Carlin 2’17”535
2 James Calado Lotus + 0″108
3 Esteban Gutierrez Lotus + 0″201
4 Marcus Ericsson iSport + 0″523
5 Jolyon Palmer iSport + 0″833
6 Davide Valsecchi DAMS + 0″862
7 Sergio Canamasas Lazarus + 1″047
8 Fabio Leimer Racing Engineering + 1″068
9 Felipe Nasr DaMS + 1″266
10 Giedo van der Garde Caterham + 1″395
11 Stefano Coletti Scuderia Coloni + 1″793
12 Nathanael Berthon Racing Engineering + 2″186
13 Max Chilton Marussia Carlin + 2″268
14 Fabio Onidi* Scuderia Coloni + 2″565
15 Josef Kral Barwa Addax + 2″689
16 Victor Guerin Ocean + 2″754
17 Julian Leal Trident + 2″920
18 Ricardo Teixeira Rapax + 2″949
19 Luiz Razia Arden + 3″177
20 Rodolfo Gonzalez Caterham + 3″217
21 Nigel Melker Ocean + 3″353
22 Daniel de Jong Rapax + 3″386
23 Stéphane Richelmi Trident + 3″535
24 Simon Trummer Arden + 4″255
25 Johnny Cecotto Barwa Addax + 4″407
26 Renè Binder Lazarus + 5″260

* Penalizzato di 10 posizioni

Twitter: @AlessandroRoca

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image