GP3 – Mitch Evans: “Ora punto allo sbarco in GP2”

0

a cura di Marco Borgo

Domenica sera, al termine della stagione 2012 della GP3 series, si è tenuto un party in un locale notturno milanese in cui è avvenuta la premiazione dei vincitori della stagione appena conclusa. Durante questo momento di festa il campione Mitch Evans ha rilasciato le sue valutazioni post campionato che qui riassumiamo.

Il neo campione della GP3 series ha così esordito: “Se mi avessero detto ad inizio stagione che alla fine avrei conquistato il titolo forse non l’avrei creduto possibile. Ora che lo sono diventato non ho parole per descrivere ciò che provo. E’ un sogno che diventa realtà. Dopo tutti i sacrifici fatti per costruirmi una carriera in Europa mi ripaga parecchio aver vinto un campionato internazionale al secondo anno di corse in Europa. Ho ricevuto il supporto di moltissime persone: devo ringraziare la famiglia Giltrap, Mark Webber e la sua compagna Anne. Mark mi ha preso sotto la sua ala protettiva due anni fa, guidare per il suo team (MW Arden, ndr) è stato un privilegio. Devo ringraziare così tante persone che nominarle tutte sarebbe impossibile! Loro sanno chi sono e questo campionato lo abbiamo vinto assieme.”

Alla domanda circa la gestione delle informazioni su Daniel Abt durante la corsa da parte del suo team il neo zelandese ha aggiunto: “Il team mi teneva costantemente informato. Quando passavo davanti ai maxischermi non perdevo occasione per dare un occhiata. Quando mi hanno detto che Daniel Abt era andato al comando mentre foravo la gomma posteriore è stato terribile. Il team mi ha continuamente incitato a segnare il giro veloce che ci avrebbe dato qualche punto vitale. Mentre Tio Ellinas risaliva posizioni pregavo affinché andasse a vincere la corsa. Era la mia unica speranza per aggiudicarmi il titolo. Credo che stasera gli offrirò da bere più che volentieri. Sono andato a ringraziarlo a fine gara, è stato il mio salvatore. Se non fosse stato per lui ora non sarei io a raccontarvi queste emozioni.”

Circa il suo impegno futuro il neozelandese ha dichiarato: “Vincendo la GP3 series ho ricevuto un grande incentivo dalla Pirelli per l’approdo in GP2, è questo che rende appetibili entrambi i campionati! Tuttavia questo non sarà sufficiente per passare alla GP2, e dorvò mettere assieme un budget per essere in pista l’anno prossimo tra i big. Non sarà così facile come in questi due anni, ma spero davvero di essere nello stesso paddock l’anno prossimo. Anche la mia immagine è migliorata dopo questa stagione. Dalla scorsa tappa di Spa, in cui ero saldamente in testa al campionato il mio telefono è praticamente impazzito. Certo a Monza non è andata propriamente come ci aspettavamo alla vigilia, ma spero che ora vi siano più persone che hanno visto quello che ho fatto quest’anno e vi sia qualcuno interessato a supportarmi per le prossime stagioni. Intanto mi godrò questo momento felice prima che inizino i test invernali.”

Segui le nostre Gallery sul nostro profilo Facebook!

 

Condividi in

Autore

Nato nel 1987, a Treviso, percussionista e cornista, appassionato di automobilismo sportivo segue per eracemotorblog: World Series by Renault, F2, GP3, F3 Italia e A1GP.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image