WEC – 6 ore di San Paolo, prove libere e qualifica: botta e risposta per la leadership tra Audi e Toyota

0

a cura di Alessandro Roca

Libere 1: Nella prima sessione di libere è come di consueto l’Audi a dettare il ritmo e alla Toyota non resta che inseguire. L’R18 E-Tron #1 di Fassler – Lotterer -Treluyer ha fermato i cronometri sul tempo di 1’24”370 rifilando circa mezzo secondo alla vettura gemella #2 e poco di più alla Toyota guidata da Wurz – Lapierre. Tra le vetture private la prima è stata l’HPD ARX-03a #21 dello Strakka Racing.

Nella Lmp2 la leadership era in mano dello Starworks Motorsport che ha preceduto la Lola B12/80 Coupè-Lotus #32 pilotata da Liuzzi, Rossiter e Weeda.

Nelle GT non c’è storia, con l’AF Corse che domina con la sua Ferrari 458 #51 nel raggruppamento Pro e con la #41 nell’Am.

Libere 2: Nella seconda sessione risponde a tono la TS030-Hybrid #7 prendendosi la prima posizione e togliendosi lo sfizio di girare più di un secondo più veloce del precedente miglior crono dell’Audi. Quarta assoluta e prima delle private è l’ARX-03a #22 del JRM Racing.

Nella Lmp2 doppietta del team Signatech-Nissan rispettivamente con e Oreca 03-Nissan #23 e #26.

Tra le GT perde la leadership la Ferrari che consegna lo scettro della categoria Pro nelle mani dell’Aston Martin Racing e quello della categoria Am nelle mani del Larbre Competition e della loro Corvette.

Libere 3: L’Audi non ci sta, e risponde al colosso nipponico siglando un ottimo 1’22”765 con la vettura #1. Chiude terza ad oltre mezzo secondo il prototipo della Toyota. Tra le private, così come il Lmp2, non cambiano i leader.

Nelle GTE-Pro per la prima volta è la Porsche 997RSR a precedere tutti gli avversari, mentre nelle raggruppamento degli amatori sempre prima la Corvette.

Qualifiche: Sembrava una volata tra le due Audi R18 E-Tron, ed invece Alexander Wurx ha mescolato le carte issandosi in prima posizione e distaccando di oltre otto decimi di secondo le due vetture di Inglostadt. Seconda e terza le vetture #2 e #1 della casa tedesca. Prima delle private la Lola B12/60 Coupé-Toyota #12 del Rebellion Racing guidata da Jani e Prost.

Nella classe Lmp2 la pole è stata realizzata da Sarrazin che ha portato la sua HPD ARX03b-Honda dello Starworks Motorsport a fermare il cronometro sul tempo  di 1’27”048. Subito dietro le due Oreca 03 dei team ADR-Delta e Signatech-Nissan.

Tra le GTE-Pro la pole l’ha agguantata l’Aston Martin Racing che precede la Porsche 997 RSR #77 e la Ferrari 458 Italia #51. Tuttavia la casa di Maranello difende l’onore con la pole tutta brasiliana della 458 #61 dell’AF Corse. L’equipaggio verde-oro composto da Longo – Negrão e Bernoldi partirà affiancato alla vettura gemella del Krohn Racing.

La gara partirà alle ore 17 italiane, ore 12 locali.

Twitter: @AlessandroRoca

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image