Superstars – Vallelunga, gara 1: sfuma la tripletta Audi. Biagi a podio

0

a cura di Alessandro Roca

Al pronti via, ottima partenza per Vitantionio Liuzzi che si porta in prima posizione davanti al plotone della casa di Inglostadt. Peccto per Francesco Sini che si gira per una toccata nelle fasi iniziali. Ma le Audi ne hanno di più di tutte, e lo dimostra Johan Kristoffersson che passa passa Liuzzi alla chicane “Esse”.L’alfiere AMG è tampinato dalle altre due Audi di Schöffler e Morbidelli. Dietro il poker di testa, c’è Camilo Zurcher con la sua C63 AMG by Romeo Ferraris. Lo svedese prende il largo e Liuzzi rallenta le altre due RS5. Il gruppo compattato da Liuzzi, è messo nel mirino da Thomas Biagi che si trova in sesta posizione. Schöffler incalza la Mercedes della CAAL, e lo supera al Tornantino. Il pilota abruzzese ora è in balia di Gianni Morbidelli che non si lascia intimidire e lo supera sempre al Tornantino un paio di giri dopo, complice una toccata all’uscita del Semaforo. Nella stessa tornata, Zurcher sbaglia l’entrata alla Roma e viene quasi superato da Biagi, deve ricorrere a tutta la potenza del suo motore per restargli davanti. Ora è gran battaglia tre i due con Biagi che accorcia notevolmente nella parte mista, e Camilo che spinge nei rettilinei. Nel frattempo, una Jaguar si rende protagonista di una brutta uscita ed attraversa pericolosamente il tracciato. Biagi riesce a sopravanzare il colombiano della Mercedes all’uscita della Trincea, sfruttando la miglio trazione della sua M3. Liuzzi si trascina il paraurti posteriore “baciato” dalle Audi. Zurcher ora se la deve vedere con Max Mugelli e Giovanni Berton che lo marcano stretto. Passa poco tempo dalla lotta con Morbidelli, e Liuzzi se la deve vedere con Thomas Biagi che si avvicina pericolosamente a quel che rimane del paraurti della C63, evitandone un pezzo che si stacca nella discesa verso il Curvone. Il restante paraurti della Mercedes si stacca nella staccata della Roma e colpisce la BMW che non riporta alcun danno. La parte dell’alettone staccatasi nel tratto di pista che porta al Curvone, rimane incastrato sotto la vettura di Fisichella. Dopo qualche giro di studio, Biagi sopravanza Liuzzi al Tornantino. L’alfiere AMG non molla e continua a farsi vedere negli specchietti del suo diretto avversario. Sul finire di gara, Morbidelli accusa un problema che, dapprima lo porta fuori pista, e poi lo obbliga al ritiro. Va ricordato che ieri nella seconda sessione di libere aveva rotto il semiasse sinistro della sua RS5. Gara 1 si conclude con le posizioni congelate:

Gara 1


1 Johan Kristoffersson KMS Audi
2 Thomas Schoffler MTM Audi
3 Thomas Biagi Dinamic BMW
4 Tonio Liuzzi CAAL Mercedes
5 Camilo Zurcher Romeo Mercedes
6 Max Mugelli Dinamic BMW
7 Giovanni Berton Dinamic BMW
8 Giancarlo Fisichella Swiss Maserati
9 Paolo Meloni W&D BMW
10 Mauro Cesari Swiss Maserati
11 Andrea Bacci CAAL Mercedes
12 Domenico Ferlito Ferlito Jaguar
13 Francesco Ascani Todi BMW
14 Andrea Larini Romeo Mercedes
15 Walter Meloni W&D BMW
16 Gianni Giudici Giudici BMW

Twitter: @AlessandroRoca

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image