F3 Italia – Monza, gara 1: Cheever trionfa ed accorcia su Agostini. Grande gara del padovano del team JD

0

a cura di Alessandro Roca.

Comincia a crederci. Eddie Cheever trionfa in maniera pulita in quel di Monza, davanti al suo diretto avversario Riccardo Agostini, autore di una gara spettacolare. Altro podio per Mario Marasca che bissa quello di gara-3 a Vallelunga. Ora il distacco in campinoato è sensibilmente diminuito, e si attendono le altre due gare di domani.

Parte bene Maisano allo start e Giovesi insidia e si mette davanti al transalpino della Prema. Il milanese alla prima variante è stato centrato in pieno da Maisano che arriva lungo alla staccata. Gara compromessa per entrambi, a favore di Cheever. Dietro di lui proseguono Marasca, Martins e Agostini con quest’ultimo che dichiara guerra al brasiliano, attaccandolo in ogni modo. Sirotkin risale fino alla sesta posizione davanti al suo team-mate Kuroda. Agostini incrocia la traiettoria alla variante Ascari e gli si mette in scia per arrivare a sopravanzarlo alla prima variante. Ma il brasiliano non ci sta, e si riprende la posizione qualche curva dopo. La battaglia è entusiasmante, e il russo Sirotkin decide di aggiungersi al trenino. Alla variante della Roggia, il padovano della JD sorprende Martins all’ultimo secondo e lo sorpassa. Anche il russo della Euronova sopravanza il brasiliano che non molla e si riprende la sua posizione alla prima staccata. Posta fine alla battaglia che infervorava l’autodromo di Monza, il leader del campionato Riccardo Agostini prova a da andare a prendere il pilota che lo precede. Passano pochi giri, e la sagoma della Mygale di Agostini si fa sempre più grande negli specchietti della Dallara di Mario Marasca. Il pilota laziale viene sopravanzato in piena parabolica, e Agostini sale in terza posizione. Dietro di loro continua la battaglia tra Martins e Sirotkin con il brasiliano della Prema che difende con le unghie e con i denti la sua posizione. La gara finisce a posizioni congelate con Eddie Cheever che sale sul gradino più alto del podio. Dietro di lui Agostini e Marasca.

1.
CHEEVER E.
2.
AGOSTINI R.
3.
MARASCA M.
4.
FULFARO M.H.
5.
SIROTKIN S.
6.
KURODA Y.
7.
MAISANO B.
8.
LATIFI N.
9.
VISOIU R.

Twitter: @AlessandroRoca

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image