Superstars – Pergusa, gara 1: Giammaria trionfa senza problemi. Sini e Liuzzi completano il podio

0

a cura di Alessandro Roca.

Buona la prima per Raffaele Giammaria. Il pilota di Civitavecchia al volante della performante C63 AMG by Romeo Ferraris si è aggiudicato la vittoria sul tracciato siculo al suo debutto nella serie. La sua è stata una gara dominata dalla partenza alla bandiera a scacchi, senza che nessuno potesse mettere in discussione la sua supremazia.

E’ stata una gara piuttosto movimentata dapprima dello start, quando Andrea Larini ha dovuto parcheggiare la sua auto a bordo pista per dei problemi tecnici durante il giro di ricognizione. Al pronti via Giammaria scatta bene e mantiene la leadership della corsa mentre dietro di lui Mugelli scivola nelle retrovie per un contatto con le barriere ed Ezio Muccio cosparge il tracciato di Pergusa con l’olio della sua Jaguar V8. Obbligato ed ovvio l’ingresso della Safety Car che vede durante le sue ricognizioni il ritiro dell’ottimo Simone Iacone. Alla ripartenza, ancora Giammaria leader indiscusso davanti a Pigoli, Sini, Liuzzi e Biagi. La gara perde un’altro protagonista, Christian Fittipaldi, che stampa la sua Maserati Quattroporte contro le barriere. Ma, poco dopo,  la sciagura si abbatte sul team Dinamic che perde tutte e tre le vetture in soli due giri.  La gara procede a posizioni congelate sino a che il rientrante Luigi Ferrara sorpassa l’ex F.1 Vitantonio Liuzzi, ritrovandosi virtualmente sul podio, complice anche il ritiro contemporaneo di Pigoli per noie al propulsore. Il barese della Mercedes rovina questo bel rientro saltando in maniera troppo veemente su un cordolo, rovinando la sua vettura che taglierà il traguardo solo in settima posizione. La gara si conclude senza stravolgimenti con Liuzzi a podio dietro Giammaria e Sini, e Johan Kristofferson che si ritrova a limitare i danni in quinta posizione senza aver fatto una gran gara, ma solo per effetto dei numerosissimi ritiri. L’alfiere Audi rimane leader con 6 punti in più di Liuzzi e la lotta per il titolo internazionale è rimandata a gara 2, mentre il titolo italiano è già nelle mani dello svedese.

Classifica

1 Raffaele Giammaria Romeo Ferraris Mercedes AMG C63 27’38”005
2 Francesco Sini Solaris Motorsport Chevrolet Lumina + 5”988
3 Vitantonio Liuzzi CAAL Racing Mercedes AMG C63 + 46”581
4 Andrea Bacci CAAL Racing Mercedes AMG C63 + 48”814
5 Johan Kristoffersson Audi Sport KMS Audi RS5 + 1’18”093
6 Gianni Morbidelli Audi Sport Italia Audi RS5 + 1’18”762
7 Luigi Ferrara Roma Racing Team Mercedes AMG C63 + 1’19”442
8 Mauro Cesari Swiss Team Maserati Quattroporte + 1’24”827
9 Thomas Schöffler Audi MTM Motorsport Audi RS5 + 1’28”840
10 Nico Caldarola Roma Racing Team Mercedes AMG C63 + 2 giri

Twitter: @AlessandroRoca

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image