WTCC – Shanghai: Huff approfitta della lotta tra Muller e Menu e si porta in testa al Mondiale

0

A cura di Silvano Taormina

Tra i due litiganti il terzo gode. Sembra essere proprio questa la frase che sintetizza il week-end di Shanghai, penultima prova del WTCC. I due litiganti sono Alain Menu e Yvan Muller, il primo poleman al sabato e il secondo leader della classifica piloti alla vigilia della tappa cinese. Il terzo in questione invece è il loro compagno di squadra in casa Chevrolet, ovvero Robert Huff, che in ogni caso è apparso molto performante e ha saputo cogliere i i frutti della perfetta sintesi tra velocità e fortuna perché, quando ti giochi un mondiale, quest’ultimo elemento devi saperlo ricercare.

Nella prima corsa, avviata con partenza lanciata, accade tutto al primo giro. Le tre Cruze ufficiali si portano davanti a tutti con Menu abile a mantenere la prima posizione e Huff subito dietro alle sue spalle. Diversamente Muller viene colpito da Michelisz, poi penalizzato, e sbilanciato finisce nel sandwich delle vetture gemelle del rientrante Turkington e dei due alfieri del Bamboo Enginerring O’Young e MacDowall. Quest’ultimo, assieme all’alsaziano, è costretto alla resa. Da li in poi non c’è più storia. Menu controlla agilmente Huff fino alla bandiera a scacchi, con l’inglese attento a non commettere errori e centrare un preziosissimo secondo posto che, alla luce del ritiro di Muller, gli varrà la testa della classifica. Sul terzo gradino del podio è salito D’Aste, abile a installarsi in terza posizione dopo il caos iniziale a poi a difendersi dagli attacchi di Coronel e Tarquini. Più staccato Turkington, autore di un recupero incredibile dalle retrovie dopo essersi ritrovato nel parapiglia iniziale e aver disputato tutta la gara con evidenti danni alla sua vettura dopo aver subito anche una tamponata da Oriola. Top-ten anche per le BMW di Cerqui, Bennani, Engstler e NG. Appena fuori dai punti la Ford di Chilton, undicesimo, mentre Monteiro ha concluso due posizioni dietro con l’Honda Civic della Jas Engineering.

Nella seconda gara sono le BMW di Coronel e D’Aste a portarsi in testa alla prima curva dopo essere scattati davanti a tutti. Le tre Chevrolet di Menu, Muller e Huff si accomodano alle loro spalle in quattro giri si fanno beffa dei due battistrada e si ritrovano a condurre la gara. All’ottavo giro accade il fattaccio che ha cambiato volto alla gara e, con ogni probabilità, anche al campionato. Muller prova a passare Menu con una manovra impossibile alla prima curva e colpisce la Cruze del compagno di squadra. Lo svizzero si scompone e perde terreno a favore di Huff, che ringrazia e si porta in testa, e di Muller che in ogni caso mantiene la seconda posizione. Per l’inglese la vittoria è solo una formalità. Sul podio la tensione tra Muller e Menu si taglia con il coltello e, alcune ore dopo, il francese verrà retrocesso in tredicesima posizione lasciando la piazza d’onore all’elvetico. Il terzo posto passa così nelle mani di Coronel che per tutta la gara ha lottato con le altre 320TC di D’Aste e Bennani che hanno distaccato la Seat di Tarquini. Più indietro Turkington, vincitore di una bella lotta a cinque con il connazionale Boardman, il concreto Cerqui, il rimontante Monteiro e il sorprendente Dudukalo. Fuori dai punti le Cruze di O’Young e MacDowall così come la Ford di Chilton.

L’ordine d’arrivo di Gara 1
POS. PILOTA AUTO DIST.
1 Alain Menu Chevrolet Cruze 1.6T 13 giri
2 Robert Huff Chevrolet Cruze 1.6T +1.500
3 Stefano D’Aste BMW 320 TC +11.192
4 Tom Coronel BMW 320 TC +13.327
5 Gabriele Tarquini SEAT Leon WTCC +15.653
6 Colin Turkington Chevrolet Cruze 1.6T +30.125
7 Alberto Cerqui BMW 320 TC 314.63+
8 Mehdi Bennani BMW 320 TC +40.183
9 Franz Ensgtler BMW 320 TC +40.320
10 Charles Kaki Ng BMW 320 TC +44.499
11 Tom Chilton Ford Focus S2000TC +46.076
12 Tom Boardman SEAT Leon WTCC +56.382
13 Tiago Monteiro Honda Civic S2000TC +1:00.032
14 Fredy Barth SEAT Leon WTCC +1:06.426
15 Norbert Michelisz BMW 320 TC +1:07.550
16 Hugo Valente SR Leon 1.6T +1:17.406
17 Kelvin Leong Honda Accord Euro R +1:21.551
18 Erik Kwong Chevrolet Cruze +1:25.129
19 Filipe Da Souza Chevrolet Lacetti +1:27.186
20 King Veng Chevrolet Cruze +1:37.603
21 Alex Liu BMW E90 320si + 1 giro
22 Pepe Oriola SEAT Leon WTCC + 4 giri
Non classificati
Fernando Monje SEAT Leon WTCC
James Nash Ford Focus S2000TC
Darryl O’Young Chevrolet Cruze 1.6T
Aleksei Dudukalo SEAT Leon WTCC
Alex MacDowall Chevrolet Cruze 1.6T
Yvan Muller Chevrolet Cruze 1.6T
L’ordine d’arrivo di Gara 2
POS. PILOTA AUTO DIST.
1 Robert Huff Chevrolet Cruze 1.6T 13 giri
2 Alain Menu Chevrolet Cruze 1.6T +2.698
3 Tom Coronel BMW 320 TC +4.378
4 Stefano D’Aste BMW 320 TC +4.866
5 Mehdi Bennani BMW 320 TC +5.574
6 Gabriele Tarquini SEAT Leon WTCC +20.406
7 Colin Turkington Chevrolet Cruze 1.6T 251.89+
8 Tom Boardman SEAT Leon WTCC 267.41+
9 Alberto Cerqui BMW 320 TC +27.167
10 Tiago Monteiro Honda Civic S2000TC +27.342
11 Aleksei Dudukalo SEAT Leon WTCC +28.113
12 Darryl O’Young Chevrolet Cruze 1.6T +30.937
13 Yvan Muller Chevrolet Cruze 1.6T +31.195
14 Fredy Barth SEAT Leon WTCC +32.626
15 Franz Ensgtler BMW 320 TC +35.170
16 Fernando Monje SEAT Leon WTCC +35.249
17 Alex MacDowall Chevrolet Cruze 1.6T +35.368
18 Hugo Valente SR Leon 1.6T +41.675
19 Tom Chilton Ford Focus S2000TC +42.220
20 Erik Kwong Chevrolet Cruze +1:15.910
21 Filipe Da Souza Chevrolet Lacetti +1:21.126
22 King Veng Chevrolet Cruze +1:34.329
23 Charles Kaki Ng BMW 320 TC + 1 giro
24 Norbert Michelisz BMW 320 TC + 1 giro
25 Alex Liu BMW E90 320si + 2 giri
Non classificati
Kelvin Leong Honda Accord Euro R
Pepe Oriola SEAT Leon WTCC
James Nash Ford Focus S2000TC

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image