BTCC – Il punto sulle nuove vetture al debutto nel 2013

0
  • btcc rockingham 2012

A cura di Silvano Taormina

A differenza del WTCC, ormai depauperato di due marchi quali Chevrolet e Ford e destinato ad una stagione di transizione in attesa del nuovo regolamento tecnico 2014 che potrebbe attirare nuove case, il British Touring Car Championship sta vivendo un momento di vero e proprio fermento che ricorda i fasti di fine anni Novanta. A due anni dall’introduzione del regolamento NGCT, messo a punto con il fine di aumentare la spettacolarità delle vetture e delle gare e allo stesso tempo ridurre i costi, gli organizzatori stanno riscontrando il favore da parte dei team e dei preparatori e pertanto la stagione 2013 si prospetta come una delle più interessanti dal punto di vista tecnico e sportivo. Pur non essendo presenti delle case costruttrici in veste ufficiale, fatta eccezione per MG e Honda, la spettacolare serie britannica può vantare una griglia composta mediamente da nove-dieci marchi e una dozzina di modelli differenti. Nel corso dell’inverno diversi team hanno sviluppato delle nuove vetture, talvolta con il benestare dei costruttori, che conferiranno ancora più eterogeneità alla lista dei partecipanti. Due i regolamenti tecnici ammessi: il già citato NGTC, adottato lo scorso anno anche nella serie scandinava STCC, e S2000, lo stesso in vigore fino al 2011 nel Mondiale prima dell’introduzione dei motori turbo da 1.6 litri. A seguire una panoramica delle nuove vetture che si daranno battaglia sin dall’appuntamento inaugurale di Brands Hatch a fine marzo.

Nei mesi invernali un ruolo da protagonista lo ha giocato sicuramente il team HARD. La compagine diretta da Tony Gilham, fino allo scorso anno impegnato con una sola Honda Civic, ha messo a punto due programmi diversi. Il primo prevederà l’utilizzo della Vauxhall Insignia, vettura rilevata lo scorso anno dal Torney Racing e, dopo il prematuro debutto a Brands Hatch nel finale di stagione lo scorso anno, sottoposta ad una serie di modifiche e aggiornamenti che ne hanno stravolto la veste. Le due coupe inglesi saranno affidate ai debuttanti Jack Goff e James Cole.

insignia hard 3

Allo stesso tempo la struttura inglese sta sviluppando la nuova Volkswagen Passat, modello sulle quali sono riposte molte aspettative. Non a caso, in virtù dell’obiettivo di lottare subito per il podio, è stato arruolato il veloce Tom Onslow-Cole che darà man forte al titolare Gilham.

vw passat hard

Un’altra vettura che ha già avuto modo di scendere in pista è la Ford Global Focus ST del Motorbase Performance, al debutto con Matt Jackson nelle ultime gare della passata stagione al fianco delle altre due Focus di vecchia concezione. La vettura americana è stata sviluppata ulteriormente nel corso dell’inverno e verrà proposta in tre esemplari. Al fianco di Jackson, pilota di punta della squadra, dovrebbero esserci ancora una volta Liam Griffin e Aaron Smith.

focus st motorbase

Una novità interessante sarà senza dubbio la BMW 125i attualmente in fase di sviluppo presso la factory del West Surrey Racing, il team di riferimento del marchio bavarese nel Regno Unito. La dinamica compagine britannica, negli ultimi anni al via di qualche prova del WTCC, sarà la prima ad introdurre una vettura a due volumi. La 125i deriva dalla versione M-Sport già presente nel VLN e sarà equipaggiata con lo stesso motore 2.0l che negli ultimi anni ha spinto la 320i. Perso Onslow-Cole, il West Surrey Racing punta a riportare Colin Turkington in maniera permanente nella serie britannica e affiancargli i confermati Collard e Foster.

bmw 125i wsr

Desta curiosità anche il debutto della Vauxhall Astra coupe, attesa a stagione inoltrata sotto le insegne del team AMD Milltek. Lo sviluppo e il debutto in pista sarà affidato a Ollie Jackson che, al pari degli ultimi due anni, inizierà la stagione con l’ormai obsoleta Volkswagen Golf MK5.

asta amd

Infine ci sarà spazio anche per il ritorno della Chevrolet Cruze, per la prima volta messa a punto secondo le specifiche NGTC. La berlina campione del mondo sarà sviluppata dalla RML mentre la gestione in pista sarà affidata ai team BTC Racing, il quale ha confermato la propria presenza con due esemplari, e IP Race Tech, struttura che fa capo ad Andy Neate che così si cimenterà anche nel ruolo di team manager.

cruze ngtc

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image