F1 – Monaco, gara: Vince Rosberg 30 anni dopo papà Keke

0

rosberg2_monaco13

A trent’anni di distanza dalla vittoria del padre Keke, Nico Rosberg coglie il secondo successo in carriera sulle stradine del principato di Monaco dopo esser partito dalla pole. Non ha mai mollato la testa della corsa il tedesco, nonostante la vettura di sicurezza sia stata chiamata in pista per ben due volte e la gara sia stata sospesa al giro 46, dopo il violento contatto tra Chilton e Maldonado.

Il podio monegasco viene completato dalla coppia RedBull Vettel-Webber, con il tedesco che rafforaza la propria leadership in campionato visto il settimo posto di Alonso ed il decimo di Raikkonek, colto peraltro negli istanti finali dopo che un contatto con Perez ha costretto il finlandese ad un pit-stop extra a poche tornate dal termine. La Ferrari ha così vissuto la gara cittadina in totale difesa, ed ha “incassato” anche il crash di Felipe Massa, identico a quello del sabato mattina alla Santa Devota, che ha richiesto l’ingresso della vettura di sicurezza. Il pilota è stato soccorso in prima istanza dai commissari di pista, salvo poi essere trasportato in ospedale per ulteriori accertamenti.

La Mercedes ha così confermato i pronostici che la davano favorita, anche se la possibile doppietta è sfumata al trentunesimo giro, quando il primo ingresso della safety-car ha impegnato gli uomini in grigio in un doppio pit-stop in serie che è costato due posizioni ad Hamilton giunto così ai piedi del podio. L’inglese ha provato poi in tutti i modi a riguadagnare il terzo posto, ma non è riuscito nell’intento nonostante un acceso duello con Webber.

Alle spalle della seconda Mercedes chiude così uno straordinario Adrian Sutil, autore di due sorpassi identici alla curva del Grand Hotel rispettivamente su Button e Alonso. I piloti McLaren hanno dato tanto spettacolo tra i guard rail, soprattutto grazie ad uno scatenato Sergio Perez che ha infilato prima Button e poi Alonso alla chicane dopo il tunnel. Checo ha poi cercato nello stesso punto il sorpasso su Raikkonen per guadagnare la quinta posizione, ma ha rimediato soltanto un contatto che lo ha poi costretto al ritiro.

Chiudono in zona punti anche Vergne e Di Resta, mentre Grosjean ha letteralmente centrato Ricciardo all’uscita dal tunnel, causando così il ritiro di entrambi ed un secondo ingresso della safety car al 62esimo passaggio. A traguardo giungono anche: Hulkenberg, Bottas, Gutierrez, Chilton e Van Der Garde.

L'ordine d'arrivo:

 1.  Rosberg        Mercedes
 2.  Vettel         Red Bull-Renault
 3.  Webber         Red Bull-Renault
 4.  Hamilton       Mercedes
 5.  Sutil          Force India-Mercedes
 6.  Button         McLaren-Mercedes
 7.  Alonso         Ferrari
 8.  Vergne         Toro Rosso-Ferrari
 9.  Di Resta       Force India-Mercedes
10.  Raikkonen      Lotus-Renault
11.  Hulkenberg     Sauber-Ferrari
12.  Bottas         Williams-Renault
13.  Gutierrez      Sauber-Ferrari
14.  Chilton        Marussia-Cosworth
15.  van der Garde  Caterham-Renault

Giro veloce: Vettel - 1.16.577

Classifiche:

Piloti:                    Costruttori:             
 1.  Vettel        107        1.  Red Bull-Renault          164
 2.  Raikkonen      86        2.  Ferrari                   123
 3.  Alonso         78        3.  Lotus-Renault             112
 4.  Hamilton       62        4.  Mercedes                  109
 5.  Webber         57        5.  Force India-Mercedes       44
 6.  Rosberg        47        6.  McLaren-Mercedes           37
 7.  Massa          45        7.  Toro Rosso-Ferrari         12
 8.  Di Resta       28        8.  Sauber-Ferrari              5
 9.  Grosjean       26
10.  Button         25
11.  Sutil          16
12.  Perez          12
13.  Ricciardo       7
14.  Hulkenberg      5
15.  Vergne          5


Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image