WTCC – Il punto sul mercato 2013

0

partenza mosca

A cura di Silvano Taormina

Il recente passaggio di Pepe Oriola dalla Seat alla Chevrolet è solo l’ultima delle notizie di mercato che stanno animando il WTCC in questo inizio d’estate. Sono numerose le voci, i rumors e le indiscrezioni che si rincorrono in queste settimane, sia per quanto riguarda i prossimi appuntamenti che per la stagione 2014. Proprio a partire dal prossimo anno, lo ricordiamo, verrà introdotto il nuovo regolamento tecnico che, oltre a rendere le vetture più veloci ed esteticamente accattivanti , cercherà di attirare nuovi costruttori. Cerchiamo di fare il punto sui vari movimenti di mercato.

CAMPOS RACING – Perso il succitato Pepe Oriola, di sicuro il più promettente e competitivo tra i piloti della propria line-up, la struttura diretta da Adrian Campos proseguirà la stagione con tre Seat Leon, una delle quali per il titolare Fernando Monje. La seconda dovrebbe essere affidata in pianta stabile al francese Hugo Valente, già visto in azione a Budapest e Salisburgo, ingaggiato ad inizio stagione per disputare sei degli appuntamenti in calendario. Per quanto riguarda il terzo sedile circola il nome di Nikolay Karamyshev, fresco del debutto di domenica scorsa sul tracciato di Mosca. Il russo dovrebbe disputare le restanti gare a partire dal week-end di Sonoma.

ROTEK RACING – Lo scorso aprile è stato annunciato la discesa in campo del Rotek Racing, compagine statunitense che fa capo a Rob Holland, la quale ha rilevato le due Ford Global Focus schierate lo scorso anno dall’Arena Motorsport. Dopo un primo shake-down effettuato a Brands Hatch due mesi fa, lo stesso Holland è sceso nuovamente in pista la scorsa settimana a Snetterton per testare gli aggiornamenti in chiave 2013. La fase di preparazione proseguirà con un ulteriore test sul tracciato del Norfolk nel quale dovrebbe percorrere i primi kilometri anche il secondo telaio messo a punto presso la factory di Meuspath in Germania. Dopodiché la squadra si trasferirà presso la nuova sede di Sonoma, nelle vicinanze dello stesso tracciato dove è attesa al debutto il prossimo settembre. Resta da capire a chi sarà affidata la seconda Focus che, secondo quanto lasciato intendere da Holland, dovrebbe finire nelle mani di un pilota americano proveniente dall’ambiente della Nascar.

ARGENTINA – In vista del primo appuntamento in suolo argentino, in programma il primo week-end di luglio sul rinnovato tracciato di Rio Hondo, sono numerosi i piloti locali interessati a disputare l’evento casalingo. Primo tra tutti Jose Maria Lopez, il campione in carica del TC2000. L’ex-GP2, secondo quanto riportato dal quotidiano Nuevo Diario de Santiago de l’Estero, sembra in procinto di chiudere l’accordo con il Campos Racing per scendere in pista al volante della Leon lasciata libera da Pepe Oriola. Anche i team Liqui Moly Engstler e Proteam Motorsport hanno a disposizione delle vetture libere, in questo caso delle BMW 320TC. Per quanto riguarda gli altri piloti interessati, su alcuni blog argentini circolano i nomi di Leonel Pernia e Luis Perez Companc.

SEAT – Resta nebuloso il futuro della Seat nel WTCC. Il costruttore spagnolo solo poche settimane fa ha presentato la nuova Leon Cup Racer, il modello che dovrebbe dar vita ad un nuovo monomarca e, si spera, fungere da base per la nuova arma da schierare nel Mondiale. Jamie Puig continua a rimandare la decisione definitiva e non ha ancora precisato se la Seat sarà impegnata in veste ufficiale o se si limiterà a fornire le vetture alle varie compagini private.

BMW – L’introduzione del nuovo regolamento tecnico manderà in pensione le BMW 320TC attualmente impegnate nel Mondiale. La casa di Monaco ha già comunicato di non voler mettere a punto il nuovo propulsore potenziato di 400bph e l’attuale unità motrice, un turbo 1.6l, ha uno scarso appeal sul mercato e non può essere adattato al nuovo format. Pertanto non avrebbe senso il proseguimento dell’avventura nel WTCC a differenza di quanto avviene nel DTM e nel GT3, categorie nelle quali può sfidare altri marchi con posizionamento di mercato simile quali Audi e Mercedes.

WIECHER’S SPORT – Con la dipartita della BMW sarebbero diversi i team che si ritroverebbero tagliati fuori. ROAL Motorsport, la filiale italiana della casa tedesca, quasi sicuramente abbandonerà la scena mentre altre squadre come Proteam Motorsport, Liqui Moly Engstler e Wiecher’s Sport si stanno guardando intorno. Proprio la compagine tedesca diretta da Domink Greiner, secondo quanto riferito da quest’ultimo in un intervista ad Autosport, ha già avviato i contatti con altri marchi con l’obiettivo di restare nel WTCC anche negli anni a venire.

CITROEN – Da mesi accreditata come uno dei marchi in procinto di debuttare nel 2014, la Citroen dovrebbe comunicare la propria decisione definitiva entro fine mese. Ciò è quanto fatto intendere da Yves Matton, responsabile dei programmi nel motorsport, in una dichiarazione rilasciata ad AutoNews. La Citroen ha già svolto un test sperimentale con un prototipo basato sulla C5 con al volante Alain Menu. Lo svizzero potrebbe rientrare nei piani della casa francese affiancando così Sebastian Loeb.

NUOVI COSTRUTTORI – Con Honda e Lada che hanno confermato il proprio impegno e le sopracitate Seat e Citroen che lo stanno ancora valutando, il Mondiale 2014 potrebbe accogliere nuovi costruttori attirati dal nuovo regolamento tecnico. Secondo quanto riportato da TouringCarTimes i marchi maggiormente interessati sono Subaru e Renault. La casa giapponese, già in procinto di debuttare lo scorso anno, dovrebbe comunicare la propria decisione definitiva nel corso dell’estate. Discorso identico per la Renault, tuttora in attesa di conoscere i programmi dei rivali della Citroen. A questi, in base a quanto trapelato sul sito ungherese WTC, si aggiunge la Kia, da anni impegnata nel Chinese Touring Car Championship.

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image