F1 – Germania, gara: Vittoria casalinga per Vettel, Lotus a podio

0

vettel2_germania13

E’ un finale al cardiopalma quello vissuto sul circuito del Nurburgring dove Vettel riesce a resistere fino alla fine al tentativo di Kimi Raikkonen di insinuare la vittoria, perchè il finnico nelle ultime 10 tornate montava coperture a mescola morbida e si presentava come uno squalo che ha sentito l’odore del sangue tra le acque tedesche.

Il team Lotus è stato così protagonista di giornata, insieme alla RedBull che sul ritmo gara forse aveva qualcosa in meno. Ad ogni modo la casa austriaca è riuscita comunque a portare a casa la vittoria, complice un Vettel indemoniato che una volta presa la testa della corsa, alla prima curva dopo lo start, ha resistito prima ai numerosi attacchi di Grosjean e poi a quelli del campione del mondo 2007 che così chiude la sua 26esima gara a punti consecutiva. Il podio viene quindi completato dall’altra Lotus di Grosjean, anch’egli autore di una gara sensazionale, seppur non è mai riuscito a trovare il giusto giuzzo per sopravanzare Vettel una volta che la safety car ha fatto il proprio ingresso a metà gara.

In casa Ferrari il quarto posto di Alonso riesce a limitare i danni, anche se lo spagnolo perde quei punti prezioni guadagnati appena sette giorni fa a Silverstone. La strategia tanto osannata dai tecnici di Maranello non è riuscita a fare i miracoli così come ci si auspicava. Resta, invece, ignoto il ritiro di Felipe Massa, avvenuto al quarto giro quando il brasiliano stava affrontando la prima curva dopo il traguardo. La rossa numero 4 si è così girata su se stessa uscendo subito di scena e le immagini non permettono di capire se è un errore del pilota o meno.

Dopo il trionfo di Silverstone e la pole colta ieri da Hamilton la gara delle frecce d’argento sembrava indirizzata tra la vittoria ed il podio, ma oggi le Mercedes hanno letteralmente deluso le aspettative, denunciando un’eccessiva usura degli pneumatici che hanno relegato Hamilton alla quinta posizione finale. La rimonta annunciata di Rosberg, invece, non si è realizzata ed il tedesco ha chiuso soltanto in nona posizione.

Chi, invece, è riuscito a rimontare dal fondo gruppo è stato Mark Webber. L’australiano, dopo una grande partenza, è riuscito ad accodarsi al leader Vettel, ma al primo cambio gomme la posteriore destra della sua RedBull non è stata avvitata correttamente ed è letteralmente volata in pit-lane colpendo un operatore televisivo che è così stato trasportato al pronto soccorso. Il canguro è riuscito comunque a tornare in pista ed approfittare dell’ingresso della vettura di sicurezza per sdoppiarsi e cogliere la settima posizione finale. L’ingresso della safety-car è stato causato da un principio di incedio che ha costretto Bianchi a posteggiare a bordo pista la propria Marussia; la pendenza della pista però ha fatto il resto, facendo scivolare la vettura bianco-rossa che ha attraversato la pista nel momento in cui stava sopraggiungendo una RedBull. Fortunatamente non è accaduto nulla di preoccupante.

La domenica tedesca ha inoltre premiato le scelte tattiche della McLaren, in grado di chiudere a punti con entrambe le vetture, uniche in Top Ten ad aver optato per una gara a due stop. Immensa prestazione anche per Nico Hulkenberg che ha dato battaglia per tutta la gara concludendo decimo con una Sauber in difficoltà economica. Delude, infine, il team Toro Rosso che dopo la sesta piazza colta ieri da Ricciardo non è andato oltre la dodicesima piazza con lo stesso pilota australiano.

L’ordine d’arrivo:

1. Sebastian Vettel Germany Red Bull-Renault 60 laps 1hr 41m 14.711s
2. Kimi Raikkonen Finand Lotus-Renault +00m 01.0s
3. Romain Grosjean France Lotus-Renault +00m 05.8s
4. Fernando Alonso Spain Ferrari-Ferrari +00m 07.7s
5. Lewis Hamilton Britain Mercedes-Mercedes +00m 26.9s
6. Jenson Button Britain McLaren-Mercedes +00m 27.9s
7. Mark Webber Australia Red Bull-Renault +00m 37.5s
8. Sergio Perez Mexico McLaren-Mercedes +00m 38.3s
9. Nico Rosberg Germany Mercedes-Mercedes +00m 46.8s
10. Nico Hulkenberg Germany Sauber-Ferrari +00m 49.8s

11. Paul di Resta Britain Force India-Mercedes +00m 53.7s
12. Daniel Ricciardo Australia Toro Rosso-Ferrari +00m 56.9s
13. Adrian Sutil Germany Force India-Mercedes +00m 57.7s
14. Esteban Gutierrez Spain Sauber-Ferrari +00m 60.1s
15. Pastor Maldonado Venezuela Williams-Renault +00m 61.9s
16. Valtteri Bottas Finland Williams-Renault +1 lap
17. Charles Pic France Caterham-Renault +1 lap
18. Giedo van der Garde Holland Caterham-Renault +1 lap
19. Max Chilton Britain Marussia-Cosworth +1 lap
Giro Veloce: Fernando Alonso Spain Ferrari-Ferrari 1m 33.468s lap 51

Classifiche:

Piloti:                    Costruttori:             
 1.  Vettel        157        1.  Red Bull-Renault          250
 2.  Alonso        123        2.  Mercedes                  181
 3.  Raikkonen     118        3.  Ferrari                   180
 4.  Hamilton       97        4.  Lotus-Renault             159
 5.  Webber         93        5.  Force India-Mercedes       59
 6.  Rosberg        84        6.  McLaren-Mercedes           49
 7.  Massa          57        7.  Toro Rosso-Ferrari         24
 8.  Grosjean       41        8.  Sauber-Ferrari              7
 9.  Di Resta       36       
10.  Button         33       
11.  Sutil          23       
12.  Perez          16       
13.  Vergne         13       
14.  Ricciardo      11       
15.  Hulkenberg      7
Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image