BTCC – Knockhill: Nessuno ferma Turkington

0

turkington knockhill

A cura di Silvano Taormina

É sempre più aperta la lotta al titolo nel BTCC che, in occasione del week-end di Knockhill, ha visto accorciare la classifica nelle posizioni di vertice. Ad uscire a testa alta dal tracciato scozzese è stato soprattutto Colin Turkington, abile a portare al successo la sua BMW 125i nelle prime due gare. Il bottino poteva essere ancora più pesante se non fosse incorso in una squalifica, commutata al termine dell’ultima manche per un uso improprio del boost, che gli è costata il quarto posto. Una supremazia netta, frutto non soltanto dell’esperienza del pilota britannico e dell’ottimo mezzo messogli a disposizione dal West Surrey Racing, ma di una visione di gara accorta che gli ha permesso di rimanere lontano dai guai nei momenti cruciali.

Gli avversari ad ogni non sono rimasti a guardare, a partire dai portacolori della Honda. Shedden ha portato a casa punti pesanti con il terzo posto in Gara 1 e il secondo nella prova successiva mentre Neal continua a comandare le ostilità grazie alla piazza d’onore nella manche conclusiva. Quest’ultima è stata vinta da un’altra Civic, quella dell’Eurotech affidata a Andrew Jordan che ha sfruttato al meglio la griglia invertita per cogliere un successo che gli permette di mantenere la seconda posizione in campionato. Peccato per i punti lasciati per strada nelle prime due gare, concluse rispettivamente all’ottavo e al sesto posto dopo aver perso tempo nella bagarre di metà gruppo.

Il week-end di Knockhill ha sorriso anche a Rob Austin, per la prima volta impegnato costantemente nella lotta per il podio. L’inglese ha colto un secondo è un terzo posto con la sua Audi A4 mentre in Gara 3 nulla ha potuto fare contro le Honda Civic e le BMW che lo hanno sopravanzato sul traguardo. Fine settimana da dimenticare per Jason Plato, incapace di andare oltre il quarto posto di Gara 1 con la sua MG non al pieno della forma. Nel Jack Sears Trophy, riservato alle vetture in configurazione S2000, i successi sono andati alla Ford Focus Liam Griffin nelle prime due prove e a alla Vauxhall Vectra di Lea Wood in quella conclusiva.

L’ordine d’arrivo di Gara 1
POS. PILOTA AUTO DIST.
1 Colin Turkington BMW 125i M Sport 27 giri
2 Gordon Shedden Honda Civic +3.452
3 Rob Austin Audi A4 +4.229
4 Jason Plato MG6 +6.867
5 Adam Morgan Toyota Avensis +7.364
6 Robert Collard BMW 125i M Sport +7.939
7 Matt Neal Honda Civic +11.386
8 Andrew Jordan Honda Civic +11.510
9 Sam Tordoff MG6 +15.183
10 Aron Smith Ford Focus +17.975
11 Dave Newsham Toyota Avensis +18.300
12 Mat Jackson Ford Focus +20.125
L’ordine d’arrivo di Gara 2
POS. PILOTA AUTO DIST.
1 Colin Turkington BMW 125i M Sport 24 giri
2 Rob Austin Audi A4 +1.821
3 Gordon Shedden Honda Civic +4.658
4 Robert Collard BMW 125i M Sport +5.075
5 Matt Neal Honda Civic +8.738
6 Andrew Jordan Honda Civic +9.520
7 Jason Plato MG6 +12.422
8 Sam Tordoff MG6 +13.782
9 Mat Jackson Ford Focus +13.840
10 Dave Newsham Toyota Avensis +19.722
11 Daniel Welch Proton Gen-2 +21.425
12 Frank Wrathall Toyota Avensis +22.403
L’ordine d’arrivo di Gara 3
POS. PILOTA AUTO DIST.
1 Andrew Jordan Honda Civic 26 giri
2 Matt Neal Honda Civic +3.962
3 Robert Collard BMW 125i M Sport +4.440
4 Rob Austin Audi A4 +9.206
5 Jason Plato MG6 +12.782
6 Daniel Welch Proton Gen-2 +15.899
7 Mat Jackson Ford Focus +16.450
8 Nick Foster BMW 125i M Sport +16.646
9 Adam Morgan Toyota Avensis +16.967
10 Will Bratt Audi A4 +27.162
11 Ollie Jackson Toyota Avensis +27.969
12 Lea Wood Vauxhall Vectra +1 giro

LA CLASSIFICA – 1) Neal 293; 2) Jordan 287; 3) Shedden 266; 4) Turkington 263; 5) Plato 239; 6) Tordoff 197; 7) Morgan 180; 8)A. Smith 126; 9) Jackson 119; 10) J. Smith 116; 11) Onslow-Cole 114; 12) Austin 106.

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image