F1 – Monaco Qualifiche: Rosberg in pole causando la bandiera gialla nel finale, Hamilton beffato. Red Bull e Ferrari inseguono

2

Nico Rosberg ottiene la pole position a Monaco forse in maniera furba, il tedesco dopo aver completato il suo giro migliore nella Q3 sbaglia la frenata a Mirabeau causando la bandiera gialla e impedendo agli altri di potersi migliorare: non sembra un errore fatto di proposito per sfavorire il proprio compagno di squadra ma le malelingua rievocano Monaco 2006 dove Schumacher simulò un errore per impedire ad Alonso di poterlo battere.

Non è facile capire se è un errore casuale o se fatto per ampliare ancora di più la rivalità con Hamilton che si vede sfuggire una pole in maniera dubbia e non sembrava gradire molto questa situazione, la rivalità del duo Mercedes sembra essere esplosa del tutto proprio qui nel principato e sarà dura ora per il team gestire la situazione.

L’inglese paga dunque 59 millesimi dal compagno di squadra e precede il duo della Red Bull, il quale forse qui a Monaco sperava di sfruttare meglio la sua aerodinamica per contrastare meglio le vetture di Stoccarda ed invece deve accontentarsi nuovamente della seconda fila, Ricciardo e Vettel riescono comunque a mettersi davanti alle Ferrari con Alonso quinto e Räikkönen sesto.

Red Bull e Ferrari avrebbero dovuto cercare di partire davanti in una pista dove è molto complicato superare, ma il potenziale della Mercedes è troppo superiore ed hanno completato l’ennesima doppietta in qualifica.

Jean – Eric Vergne, Kevin Magnussen, Daniil Kvyat e Sergio Perez; positiva dunque la prestazione sia della Toro Rosso sia dello svedese della McLaren, appena fuori dai 10 Nico Hülkenberg(11°) e Jenson Button(12°).

Non ha girato nella Q2 Felipe Massa per un incidente nellaQ1 con Ericsson che vedendo il brasiliano andare molto lentamente ha tentato il sorpasso ma andando lunghi entrambi si sono toccati e l’ex ferrarista ha avuto la peggio; escluso dalla Q3 invece Bottas che si ferma in tredicesima posizione.

Lontani ancora le Lotus, 14° e 15° rispettivamente con Grosjean e Maldonado, dopo alcune prestazioni, del francese soprattutto, sembra nuovamente scivolata indietro e non riesce a recuperare sui top team.

Vincenzo Carlesimo

Pos Num Pilota Team Q1 Q2 Q3 Giri
1 6 Nico Rosberg Mercedes 1:17.678 1:16.465 1:15.989 26
2 44 Lewis Hamilton Mercedes 1:17.823 1:16.354 1:16.048 27
3 3 Daniel Ricciardo Red Bull Racing – Renault 1:17.900 1:17.233 1:16.384 22
4 1 Sebastian Vettel Red Bull Racing – Renault 1:18.383 1:17.074 1:16.547 25
5 14 Fernando Alonso Ferrari 1:17.853 1:17.200 1:16.686 27
6 7 Kimi Räikkönen Ferrari 1:17.902 1:17.398 1:17.389 27
7 25 Jean – Eric Vergne STR – Ferrari 1:17.557 1:17.657 1:17.540 26
8 20 Kevin Magnussen McLaren – Mercedes 1:17.978 1:17.609 1:17.555 25
9 26 Daniil Kvyat STR – Ferrari 1:18.616 1:17.594 1:18.090 23
10 11 Sergio Perez Force India – Mercedes 1:18.108 1:17.755 1:18.327 26
11 27 Nico Hülkenberg Force India – Mercedes 1:18.432 1:17.846 20
12 22 Jenson Button McLaren – Mercedes 1:17.890 1:17.988 20
13 77 Valtteri Bottas Williams – Mercedes 1:18.407 1:18.082 20
14 8 Roman Grosjean Lotus – Renault 1:18.335 1:18.196 23
15 13 Pastor Maldonado Lotus – Renault 1:18.585 1:18.356 21
16 19 Felipe Massa Williams – Mercedes 1:18.209 Nessun Tempo 10
17 21 Esteban Gutierrez Sauber – Ferrari 1:18.741 11
18 99 Adrian Sutil Sauber – Ferrari 1:18.745 11
19 17 Jules Bianchi Marussia – Ferrari 1:19.332 10
20 4 Max Chilton Marussia – Ferrari 1:19.928 9
21 10 Kamui Kobayashi Caterham – Renault 1:20.133 9
22 9 Marcus Ericsson Caterham – Renault 1:21.732 9
Condividi in

Autore

2 commenti

  1. Articolo scritto malissimo come al solito…
    LE malelinguA?
    “Non è facile capire se è un errore casuale o se fatto per ampliare ancora di più la rivalità con Hamilton che si vede sfuggire una pole in maniera dubbia e non sembrava gradire molto questa situazione”… ma ti rendi conto che è una frase che non ha ne capo ne coda? Tra l’altro Non è facile capire se SIA. O magari SE SI SIA TRATTATO DI un errore bla bla bla. POi la parte “FATTO per ampliare la rivalità”… boh! Fa davvero pena. In oltre anche la concordanza dei tempi è completamente sbagliata.
    “Red Bull e Ferrari avrebbero dovuto cercare di partire davanti in una pista dove è molto complicato superare” Se dici così sembra che siano arrivati dietro volontariamente. Sicuramente hanno pensato “mah guarda che ce ne frega della prima fila tutto sommato partire dietro è più divertente”.
    Per non parlare di una punteggiatura che causerebbe una bella bocciatura in seconda elementare… ovviamente non ci si può aspettare che tutti siano dei premi nobel per la letteratura ma almeno la scuola dell’obbligo bisognerebbe averla frequentata
    PS: Non mi aspetto che questo commento venga approvato, come al solito….

  2. Vincenzo Carlesimo il

    Io sono convinto che Rosberg l’abbia fatto di proposito, io non so se tu cerchi popolarità offendendo in continuazione i miei articoli dandomi dell’incapace. Hai voluto la popolarità l’hai avuta. Non è che non approvo i commenti, è che non sto tutti i giorni sul blog a controllare chi commenta. Io scrivo e poi basta. Ho detto che Ferrari e Red Bull dovevano partire in prima fila per poter impensierire la Mercedes cercando di vincere. Poi non sono certo Dante può darsi che mi son spiegato male. Se sei uno studente di liceo classico o laureato in lingue potresti insegnarmi tu a scrivere. Scusami se ho scritto soltanto 700 articoli e oltre, poi se pensi di saper far meglio chiedi di collaborare sul blog e aiutami a scrivere di F1.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image