Record di pole demolito da Marquez

0

marquez primo piano

Straordinario Marquez! Il 21enne spagnolo e leader della classifica iridata a punteggio pieno, conquista il diritto a partire domani dalla pole position. Non si tratta peró di una pole qualsiasi: è la quinta consecutiva maturata su questo circuito in tutte le categorie nelle quali ha militato e conseguita demolendo il record della pista che apparteneva a a Casey Stoner e che resisteva dal 2008.

Piazza d’onore per il suo compagno di squadra Dani Pedrosa. Il veterano del team Honda, fresco di rinnovo contrattuale, era provvisoriamente in testa alla classifica dei tempi a pochi minuti dalla fine; ma una caduta ha abortito il suo giro buono e ha consentito a Marquez di soffiargli il primato.

Terza posizione per l’idolo di casa Stefan Bradl: il tedesco del team LCR Honda ha mantenuto le promesse della vigilia ben figurando davanti al suo pubblico. Un buon risultato che bissa la prima fila giá ottentuta in quel di Austin in Texas.

La ‘Open’ di Aleix Espargaró apre la seconda fila. Lo spagnolo del team NGM Forward Racing, anche se non è riuscito a ripetere le prestazioni che l’avevano proiettano in vetta nella giornata di ieri, si è comunque tolto la soddisfazione di tenersi dietro le M1 ufficiali.

La prima di queste risponde al vice-campione Jorge Lorenzo. Il maiorchino della Movistar Yamaha MotoGP chiude le Q2 a poco piú di mezzo secondo dal suo rivale e connazionale, ma promette battaglia nella gara di domani, specie dopo l’assenza forzata (per infortunio) dello scorso anno.

Dietro, il nove-volte campione Valentino Rossi. Il pesarese chiude di fatto la seconda fila centrando il suo miglior riferimento cronometrico al quarto dei dieci passaggi effettuati quest’oggi. Alla fine, accusa un ritardodi oltre 7 decimi.

A ridosso del “Dottore”, ad appena 28 millesimi, troviamo il connazionale Andrea Iannone. Ancora una volta il pilota di Vasto si conferma come la migliore  Ducati in pista; al nono dei dieci passaggi completati nelle Q2, l’abruzzese porta la sua Desmosedici griffata con i colori del team Pramac Racing in settima posizione.

Ottavo e nono i compagni di squadra nel team Monster Yamaha Tech3, Pol Espargaró e Bradley Smith. L’inglese è incappato in spattacolari cadute (fortunatamente senza conseguenze) in quasi ogni sessione cui ha preso parte.

Le Q1 avevano “promosso” l’ex-campione del mondo Nicky Hayden (Drive M7 Aspar) e Andrea Dovizioso (Ducati Team). Il forlivese ha avuto la meglio proprio al last minute e per soli 7 millesimi sul compagno di marca Yohnny Hernandez (Energy T.I. Pramac Racing) mentre il suo compagno di squadra Cal Crutchlow, a terra per una scivolata, partirá soltanto dalla ª posizione in griglia.

La classe regina scenderá in pista domani alle h 09:40 per il Warm-Up di rifinitura, prima di dare il via alle h 14:00 al nono round della stagione 2014.

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image