F1- Niente accordo tra Fia e Fota, si pensa a un mondiale alternativo

0

732275 Non è servita a niente l’apertura di Max Mosley, dichiarata frettolosamente con una lettera inviata ai team nel pomeriggio di ieri e che alzava il budget cap da 47 a 100 milioni di euro. I grandi costruttori della Formula Uno, al termine dell’incontro di ieri sera nel quartier generale della Renault di Enstone, vicino a Silverstone, si sono detti pronti a “incominciare la preparazione di un nuovo campionato”.

Se tutto rimarrà com’è, quindi, si prospetterà un Mondiale 2010 senza Ferrari, McLaren, Bmw Sauber,Toyota, Red Bull,Toro Rosso e Brawn GP, con uniche superstiti la Williams e la Force India.

Nel comunicato emesso dalla Fota subito dopo l’incontro si legge,”I desideri dei team più importanti sono stati ignorati, inoltre, decine di milioni di dollari non sono stati distribuiti dal detentore dei diritti commerciali (Bernie Ecclestone) sin dal 2006. È quindi chiaro che i team non possono continuare a compromettere i valori fondamentali dello sport e hanno rifiutato di togliere la riserva alla loro iscrizione al campionato 2010″ e sul nuovo possibile campionato aggiunge che, “Avrà una governance trasparente, un regolamento unico, incoraggerà l’ingresso di nuovi partecipanti e ascolterà i desideri dei tifosi, offrendo ovunque prezzi più bassi per tutti gli spettatori in tutto il mondo, dei partner e di tutte le parti interessate”. In questo nuovo campionato, assicurano gli otto team della Fota, saranno presenti “i migliori piloti, marchi, sponsor, organizzatori e società storicamente legate al più alto livello dello sport automobilistico”.

Quest’ ipotesi alternativa sembra andare bene anche ai piloti, Fernando Alonso, infatti si è dichiarato favorevole,”Non parteciperò a una Formula 1 con i piccoli team, meglio gareggiare da un’altra parte. Noi vogliamo competere con i migliori team del mondo, con la massima tecnologia, con i migliori piloti”.

Ovviamente immancabile il comunicato di risposta da parte della FIA che si è detta, “Delusa ma non sorpresa dall’incapacità della Fota di raggiungere un compromesso nell’interesse primario di questo sport. È chiaro che alcuni elementi in seno alla Fota hanno puntato a questa soluzione in tutto l’arco della trattativa, non affrontando le discussioni in buona fede”, e sulle iscrizioni ha ribadito, “il termine ultimo per l’iscrizione al Mondiale 2010 scadrà questa sera e  la lista dei team partecipanti sarà annunciata domani”. La Federazione ha infine sottolineato di “non poter permettere una crescita continua delle spese finanziarie per il Mondiale, nè può consentire alla Fota di dettare le regole della Formula 1”.

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image