FIA GT1 – Nogaro, Championship Race: Ortelli e Vanthoor regalano un altro successo all’Audi, Jarvis e Stippler si arrendono solo nel finale

0

a cura di Silvano Taormina

Il team WRT ha bissato la doppietta ottenuta ieri nella Qualifycation Race centrando il successo anche nella Championship Race, la gara più importante del week-end. A conquistare il successo sono stati ancora una volta Stephane Ortelli e Laurens Vanthoor, seppur con qualche difficoltà in più rispetto a ieri. A complicar loro la vita ci hanno pensato i compagni di box Jarvis e Stippler, secondi sotto la bandiera a scacchi. Al via Ortelli è stato abile a mantenere la leadership, braccato prima da Vilander e poi dalla vettura gemella di Stippler una volta che questi si è liberato della Ferrari 458 del finlandese. Non appena effettuati i pit-stop, in testa si è ritrovato Jarvis, appena subentrato a Stippler, seguito a stretto contatto da Vanthoor, a sua volta entrato in pista al posto di Ortelli. Il giovane belga ha provato sin da subito a conquistare la prima posizione, non esitando a prendere qualche rischio di troppo, fino a quando a circa un quarto d’ora dalla fine è riuscito a issarsi in prima posizione senza più mollarla fino al traguardo. Sul terzo gradino del podio sono saliti Basseng e Whinkelock, con il primo che nella parte iniziale della gara ha perso del tempo prezioso dietro a Ide. I due tedeschi hanno preceduto l’omologa vettura di Pastorelli e Jager, anche se il loro quarto posto è ancora sub-judice per una presunta infrazione durante il cambio-pilota.

Giornata agrodolce per le Ferrari del team AF Corse, rispettivamente in quinta e sesta posizione con Castellacci-Ide e Vilander-Salaquarda. Le due vetture di Maranello nei primi giri hanno duellato con le Audi, salvo poi retrocedere qualche posizione e doversi difendere da un’altra vettura emiliana, la Lamborghini Gallardo di Kox e O’Young che ha concluso al settimo posto davanti ai compagni di squadra Enge e Von Thurn-und-Taxis. A completare la top-ten le deludenti BMW Z4 del Vita4One Racing affidate a Bartels-Buurman e Lauda-Mayr Menholf, a loro volta davanti alle Aston Martin del Valmon Racing che chiudono questo strano gioco di coppie. Giornata storta per le McLaren, entrambe costrette al ritiro. Le vetture di Woking sono apparse molto competitive sin da l’inizio, in particolar modo con Makowiecki che nei primi due giri era risalito al sesto posto dopo essere scattato dall’ultima fila, salvo poi doversi fermare per dei problemi al motore.

POS. EQUIPAGGIO TEAM/AUTO DIST.
1 Ortelli/Vanthoor WRT/Audi 40 giri
2 Stippler/Jarvis WRT/Audi + 3″731
3 Basseng/Winkelhock All-inkl Munnich/Mercedes + 4″421
4 Pastorelli/Jager All-inkl Munnich/Mercedes + 6″366
5 Ide/Castellacci AF Corse/Ferrari + 18″925
6 Vilander/Salaquarda AF Corse/Ferrari + 21″231
7 O’Young/Kox Reiter/Lamborghini + 21″682
8 von Thurn und Taxis Reiter/Lamborghini + 35″234
9 Parisy/Halliday Exim Bank China/Porsche + 49″619
10 Buurman/Bartels Vita4One/BMW + 1’00″307
11 Mayr-Melnhof/Lauda Vita4One/BMW + 1’05″808
12 Martin/Vasilyev Valmon Russia/Aston Martin + 1’27″167
13 Zuber/Afanasiev Valmon Russia/Aston Martin + 1 giro
14 Pavlovic/Cressoni SUNRED/Ford + 2 giri
15 Lariche/Wei Exim Bank China/Porsche + 3 giri
Non classificati
Demoustier/Parente Hexis/McLaren 18 giri
Dusseldorp/Makowiecki Hexis/McLaren 3 giri


Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image