GP2 – Bahrain, qualifiche: Van der Garde beffa Valsecchi sul finale della sessione.

0

a cura di Alessandro Roca.

In GP2 non ci si può permettere il minimo errore. Non se ci sono ben 18 piloti raccolti in un secondo di distacco. La lotta è stata come sempre serratissima, e stavolta l’ha spuntata Van der Garde, beffando alla fine della sessione il dominatore dello scorso week-end, Davide Valsecchi. Il pilota di Erba è stato secondo anche nelle libere con un distacco di 3 decimi di secondo. Nelle qualifiche ha patito un distacco di 145 millesimi dall’olandese. Tuttavia la pole è al momento affidata ai commissari che hanno riscontrato una scorrettezza dell’olandese alla curva 14. Terza piazza per Fabio Leimer, seguito a sua volta dall’autore del giro più veloce nelle libere, Max Chilton. Partiranno dalla terza fila, rispettivamente quinto e sesto, Haryanto e Razia. Subito dietro Gonzalez, che sarà impegnato al Mugello con i test della F.1 con la Caterham, seguito da Dani Clos che partirà dall’ottava piazza. Chiudono la top ten Ericsson e Dillmann.

Male alcuni protagonisti delle scorse gare come Nasr, Gutierrez e Calado. Quest’ultimi non sono riusciti ad azzeccare il giro buono per rimanere nelle posizioni di rilievo in queste qualifiche, ma sappiamo che non rimarranno a guardare e tenteranno la rimonta già dalle fasi iniziali della gara.

Notizie positive in casa Rapax, il team italiano ha agguantato la top ten con Tom Dillmann, che si rivela sempre più una scommessa azzeccata. Non si può dire lo stesso per il team Coloni, un po’ in affanno che vede Coletti 12esimo (e sotto investigazione dei commissari per la stessa ragione di Van der Garde) e il milanese Fabio Onidi 18esimo. In leggera crescita Fabrizio Crestani che parte 15esimo e che lascia il suo compagno di squadra a quasi 2″ di distacco.

Gara 1 andrà in onda su Rai Sport 2 alle 15 ora italiana.

I tempi:

1. Giedo van der Garde – Caterham – 1’42″451
2. Davide Valsecchi – DAMS – + 0″145
3. Fabio Leimer – Racing Engineering – + 0″168
4. Max Chilton – Marussia Carlin – + 0″177
5. Rio Haryanto – Marussia Carlin – + 0″240
6. Luiz Razia – Arden – + 0″388
7. Rodolfo Gonzalez – Caterham – + 0″500
8. Dani Clos – Barwa Addax – + 0″629
9. Marcus Ericsson – iSport – + 0″673
10. Tom Dillmann – Rapax – + 0″712
11. Felipe Nasr – DAMS – + 0″721
12. Stefano Coletti – Scuderia Coloni – + 0″755
13. Esteban Gutierrez – Lotus – + 0″762
14. Brendon Hartley – Ocean – + 0″768
15. Fabrizio Crestani – Lazarus – + 0″860
16. Nathanael Berthon – Racing Engineering – + 0″877
17. Jolyon Palmer – iSport – + 0″940
18. Fabio Onidi – Scuderia Coloni – + 0″996
19. Nigel Melker – Ocean – + 1″002
20. Johnny Cecotto – Barwa Addax – + 1″148
21. Julian Leal – Trident – + 1″208
22. James Calado – Lotus – + 1″306
23. Simon Trummer – Arden – + 1″478
24. Stéphane Richelmi – Trident – + 1″649
25. Ricardo Teixeira – Rapax – + 2″399
26. Giancarlo Serenelli – Lazarus – + 2″585

 Twitter: @alessandroroca
Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image