WTCC – Il Mondiale vira sempre più ad est: India e Russia pronte a compiere il loro ingresso

0

a cura di Silvano Taormina

Il WTCC guarda avanti e lo fa strizzando l’occhio ai nuovi mercati emergenti. Dopo alcuni anni difficili, segnati dalla dipartita dell’Alfa Romeo e dal ridimensionamento dei programmi di BMW e Seat, la serie organizzata dalla KSO di Marcello Lotti sembra aver intrapreso la strada giusta per recuperare il prestigio raggiunto un lustro addietro. Accolta la Ford, a partire dal 2013 il Mondiale Turismo potrebbe vedere il rientro in pianta stabile da parte della Lada, già presente ieri a Budapest, e della Honda, attesa al via degli appuntamenti asiatici di fine stagione con un programma semi-ufficiale gestito dalla Jas, nonché del ritorno in veste ufficiale della Seat con un nuovo modello. Altri costruttori come Subaru, Proton e Peugeot tengono d’occhio l’evolversi della situazione per valutare un ingresso entro del prossimo biennio. Sembrano sfumato l’interessa dei giapponesi Toyota e Nissan. Il primo ha deciso di concentrare le risorse sul WEC, il secondo ha abbandonato il FIA GT1 per sbarcare nel V8 Supercars Championship.

L’ingresso dei nuovi marchi succitati ha avuto un risvolto anche sul calendario, pianificato con il duplice scopo di abbracciare i mercati strategici per il settore automobilistico e accogliere circuiti in grado di attirare la gente sugli spalti. Ciò ha determinato un sempre maggiore allontanamento dal Vecchio Continente e, i primi a farne le spese, sono stati Germania e Regno Unito oltre a Belgio e Repubblica Ceca. La tappa italiana di Monza, quella spagnola di Valencia e quella portoghese tra Oporto e Portimao sono i punti fermi del calendario, mentre acquistano sempre più credito le gare nell’Europa dell’Est.

L’appuntamento di Budapest in Ungheria, introdotto l’anno scorso in sostituzione di Marrakech, e quello di Orechova Poton in Repubblica Slovacca, inaugurato quest’anno in circostanze simili, hanno soddisfatto appieno le aspettative degli organizzatori, sia per la risposta di pubblico che per i contenuti tecnici. A queste due si aggiunge l’ingesso di Salisburgo in Austria, da anni sede unica dell’ETCC. É proprio nella serie continentale, organizzata sempre dalla KSO, che si stanno sviluppando delle realtà interessanti che tra qualche anno potranno dire la loro anche nel WTCC, ad ulteriore conferma dell’ascesa dei paesi dell’est nel panorama internazionale. Tra le nuove leve, tutti giovanissimi, bisogna tener d’occhio l’ungherese Ficza, il ceco Matĕjovský, l’austriaco Pfister e lo slovacco Homola, oltre ad alcune compagini interessanti come il Krenek Motorsport, il team XFS Unicorse e l’Homola Motorsport.

Tornando al calendario, altri punti fermi sembrano essere la tappa marocchese di Marrakech, quella brasiliana di Curitiba e le tre asiatiche di Shanghai, Suzuka e Macao. Secondo indiscrezioni raccolte nel paddock, i paesi più accreditati a compiere il loro ingresso sono l’Argentina, la Russia e l’India. La tappa sudamericana era attesa già per questa stagione presso l’autodromo Oscar Cabalèn di Cordoba mentre le altre due, già prescelte da Stephane Ratel per il suo FIA GT1, dovrebbero svolgersi dal 2013 rispettivamente a Mosca e Greater Noida. A confermarlo è Marcello Lotti, intervistato da Touringcar Times nel corso del week-end di Budapest: “Spero di definire la tappa indiana come season-opener del campionato 2013. Nulla è stato ancora definito, le trattative sono ancora in corso. C’è un interesse reciproco da entrambe le parti. Per quanto riguarda la Russia stiamo cercando di ottenere l’omologazione del Moscow Raceway, se l’ispezione prevista dalla FIA a giugno andrà bene faremo di tutto per esserci”. Altri paesi interessati ad accogliere il Mondiale sono l’Uruguay, la Malesia, il Qatar e Taiwan mentre sembrano non trovare fondamento le voci circa un ingresso da parte di Australia, Canada, Angola e Danimarca così come è stato smentito un eventuale ritorno in Messico, Francia e Svezia.

 

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image