Tag: freccia d’argento

F1 – Mercedes AMG: Mea Culpa di Norbert Haug

Dopo pochi giorni dall’annuncio del suo addio dalla Mercedes e dalla F1, l’ex boss del team tedesco Norbert Haug in un intervista ammette il Mea Culpa e spiega le ragioni delle sue dimissioni.

All’inizio, secondo alcune speculazioni, si è pensato che le dimissioni del dirigente tedesco erano dovute dall’arrivo in Mercedes di Niki Lauda, ma a quanto pare la verità è tutt’altra.

Haug si è dimesso per un semplice motivo, ossia per la mancanza di successi importanti del team di Stoccarda in F1. Infatti la Mercedes AMG ha conquistato una sola vittoria in tre anni, un risultato insufficiente per le “Frecce d’Argento” che puntano a traguardi e risultati molto più ambiti.

“La decisione di lasciare è stata presa dopo l’ultima gara in Brasile e siamo giunti ad una separazione sulla base di un accordo reciproco.Nel primo terzo della stagione il nostro passo non era male, ma poi siamo rimasti indietro ed è stato necessario fare una serie di cambiamenti. Abbiamo pagato il fatto di aver modificato il 60% della galleria del vento e la mancanza di personale per via del Resource Restriction Agreement. Ma non voglio cercare scuse: il mio lavoro non è stato abbastanza soddisfacente, dunque lascio”.

Anche Niki Lauda, nuovo supervisore Mercedes, sorpreso di questo addio commenta tale decisione:

“Ero ad un incontro con la dirigenza di Stoccarda e, alla fine del meeting, Norbert ha dato le dimissioni. Mi sono tolto il cappello di fronte a lui, perché si sentiva responsabile per le scarse prestazioni della squadra. Ad essere onesti, credo che ci sarebbero pochi Top Manager disposti a fare cose del genere. Mi è dispiaciuto, mi sarebbe piaciuto lavorare ancora con lui, ma rispetto la sua decisione”.

Ora si pensa al suo successore e sembra che già ci sia un nome, ovvero quello dell’ex pilota Gerhard Berger.

 

Bartolomeo De Stefano

 

 

F1 – Mercedes AMG: Hamilton, massima fiducia alla Mercedes

Mancano solo diciannove giorni prima di dare inizio ufficialmente alla propia avventura con la Mercedes e Lewis Hamilton, neo acquisto del team di Stoccarda, lascia intendere che la sua decisione di aver cambiato team non è stato un errore, anzi, non vede l’ora di collaborare strettamente con il suo nuovo team e salire a bordo della nuova “Freccia d’Argento”.

Giorni fa il pilota inglese aveva lasciato intendere che un ritorno alla McLaren Mercedes non era da escludere, ma in un intervista Lewis Hamilton mette in chiaro ciò che ha detto:

“Un ritorno è sempre possibile, è vero, ma io ora sono un pilota Mercedes”.

Consapevole di aver lasciato una McLaren Mercedes competitiva, l’anglocaraibico da massima fiducia al suo nuovo team:

“Penso che i ragazzi Mercedes abbiano un grande potenziale ed è per questo che ho firmato con loro. Non la considero un’esperienza a breve termine”.

Un’esperienza che, secondo Hamilton, darà i suoi veri frutti nel 2014 senza spaventarlo più di tanto e guardando il prossimo anno con determinazione, pazienza e ottimismo, consapevole anche di affrontare una grande mole di duro lavoro per riportare la Mercedes al top della F1:

“Sembra che in Brasile la W03 fosse 1.1 al giro più lenta dei migliori, quindi c’è tanta strada da fare. Ma non credo che chiudere il gap sia del tutto impossibile. Penso davvero che il 2014 sarà l’anno più importante, quello in cui saremo più competitivi, ma non c’è motivo per cui non possiamo provare ad ottenere qualche podio anche prima. Se dovessimo riuscire anche a vincere, allora sorrideremo. Vedremo cosa accadrà” conclude il pilota inglese.

Si preannuncia un anno interessante, sopratutto per Lewis Hamilton che già da ora mostra la sua grande tenacia e grande voglia di combattere senza arrendersi mai.

Bartolomeo De Stefano

 

 

 

F1 – Mercedes AMG: Tante novità tecniche per il team tedesco nei test a Magny Cours

La Mercedes AMG dopo un lungo periodo di “riluttanza” nello sviluppo della W03, sembra aver deciso di sviluppare più radicalmente e in modo più deciso la propia vettura.

Il team tedesco fino ad ora ha concentrato il suo lavoro sopratutto sulla comprensione e gestione dei pneumatici Pirelli PZero i quali vengono completamente “divorati” dalle “Frecce d’Argento” ad ogni gara, limitando non di poco le potenzialità della W03.

Ora in occasione dei tre giorni dei Rookie Test che si terrano a Magny Cours, a Brackley hanno deciso di testare le tante nuove soluzioni tecniche che dovrebbero migliorare le prestazioni della Mercedes.

“Volevamo capire il funzionamento degli pneumatici invece che dedicarci allo sviluppo di uno scarico ad effetto Coanda.Il lavoro in galleria del vento ci ha aiutato a capire molto di più su quesot sistema di scarichi e li valuteremo questa settimana. Ha benefici a velocità inferiori rispetto a quelle più elevate e porta anche più equilibrio”, ha dichiarato Ross Brawn.

Gli sviluppi riguardano gli scarichi anche il triplo DRS.

Per quanto riguarda “l’area scarichi” la Mercedes adotta una soluzione simile a quella della McLaren Mercedes, Ferrari,Red Bull e Sauber.

La nuova configurazione degli scarichi permette l’utilizzo dell’effetto Coanda, la quale da più carico e migliora le prestazioni della vettura  nelle curve lente, in più  diminuisce  l’alto degrado delle gomme.

Inoltre per migliorare lo smaltimento termico, sui bulbi che coprono gli scarichi sono state ricavate tre feritoie.

“Pensiamo sia un aggiornamento significativo nelle curve a bassa velocità.L’effetto degli scarichi è più significativo nelle curve lente, e migliora anche il bilanciamento necessario per le gomme posteriori” ha commentato Brawn.

Oltre agli scarichi la Mercedes ha testato anche il “triplo DRS” ,una risposta a quello utilizzato dalla Lotus, il quale consentirebbe di ridurre  il drug della vettura contemporaneamente sia all’anteriore che al posteriore della W03.

A chi ha chiesto il funzionamento di tale sistema, Ross Brawn ha risposto così:“Lasceremo a tutti immaginare il funzionamento”.

Tutte queste novità sono state testate dal giovane pilota della Mercedes Sem Bird.

Bartolomeo De Stefano

 

 

 

 

F1 – Mercedes AMG : Norbert Haug prevede un futuro “d’Argento” per la Mercedes

Dopo la grande pole di Michael Schumacher e il secondo posto ottenuto brillantemente da Nico Rosberg nello scorso Gran Premio di Monaco, si è evidenziato un netto ed evidente miglioramento della Mercedes W03, permettendo alla casa di Stoccarda di mettere a tacere  le relativi voci su un possibile ritiro dalla F1 in attesa però di firmare il nuovo patto della Concordia.

Nelle prime gare (Australia e Malesia) la Mercedes soffriva di un alto degrado delle gomme, ma grazie alle ultime innovazioni tecniche apportate sulla Freccia d’Argento come il nuovissimo cambio in carbonio, un muso con la parte centrale terminale più larga e una nuova tipologia di sospensione posteriore con lo schema pinze-freni rivisto che hanno consentito di abbassare il baricentro della vettura e sfruttare meglio gli pneumatici, hanno reso la W03 molto competitiva tanto che Nico Rosberg è il pilota che ha totalizzato più punti nelle ultime gare.Infatti sono 51 i punti del tedesco contro i 41 del leader della classifica Fernando Alonso.

Però Norbert Haug rimane cauto e ricorda i problemi dei primi Gran Premi:

“Sappiamo di non aver capito perfettamente le ragioni dei nostri problemi nelle prime due gare, in realtà non abbiamo capito proprio nulla.E’ anche vero che se tornassimo oggi a disputare i primi due GP stagionali faremmo certamente un lavoro migliore, consentendo a Nico di prendere quei punti persi in Australia”.

I prossimi due Gran premi si disputeranno in Canada e a Valencia i cui circuiti dovrebbero  esaltare le caratteristiche della W03.

Sarà una vera e propia prova del nove per verificare se davvero la Mercedes AMG sia tornata ai vertici del motorsport.

Bartolomeo De Stefano

F1 – Mercedes AMG: La Mercedes vuole rimanere in F1

La Mercedes è l’unico top team a non aver ancora firmato l’accordo con la CVC per il nuovo patto della concordia che scadrà a fine 2012.

A ciò si sono susseguite allarmanti voci su un possibile addio delle leggendarie “Frecce d’Argento” dalla F1. Voci, per fortuna, immediatamente smentite dalla casa di Stoccarda, la quale però non è molto contenta del trattamento economico che Bernie Ecclestone ha offerto al team tedesco.

A parlare sulla questione in gioco è stato il CEO della Mercedes Nick Fry il quale esorta la CVC a trovare subito un’accordo.

“Se la CVC vorrà quotare in borsa la Formula 1,credo che debba farlo in fretta, ancora prima di raggiungere un accordo con noi. Le trattative stanno andando avanti, ma non sono così forti come desidero. Lo dico a chiare lettere: la Mercedes vuole rimanere in Formula 1 anche nel 2013, perchè la Formula 1 si indebolirebbe senza la nostra presenza. Sono certo che se la CVC volesse vendere la Formula 1, il valore che ricaverebbe sarebbe inferiore senza la Mercedes.”

Alle parole di Nick Fry,gli fa eco anche Norbert Haugh:

Non voglio fare di questa faccenda una storia lunga, non è l’approccio giusto. Sapete che ci sono delle negoziazioni tra le parti e dovete accettare questi rumors. Il nostro piano quando abbiamo rilevato la Brawn non era di certo quello di avere un team completo nel 2010 e non averlo più nel 2013. La Mercedes spinge per trovare al più presto un accordo, per non dover essere poi costretta ad accettare delle condizioni ritenute sconvenienti”.

Bartolomeo De Stefano

 

 

 

 

F1 – Mercedes AMG : Presentata la nuova Freccia d’Argento W03

Finalmente è arrivata! La nuova Mercedes AMG è stata presentata stamani sul circuito di Barcellona in occasione della seconda settimana dei test invernali 2012.

La nuova creatura tedesca chiamata W03, con la quale Nico Rosberg e Michael Schumacher tenteranno di riportare la casa della stella a tre punte in cima alla F1, rispetto alle dirette rivali è stata presentata con due settimane di ritardo.

Già domenica la nuova Mercedes era stata “avvistata” in segreto durante un Shakedown  privato a Silverstone, ma oggi prenderà parte ai test invernali a Barcellona.

“Siamo orgogliosi di questa vettura che credo, e spero, conquisterà buoni risultati in pista dopo il lungo lavoro da parte della squadra. Nonostante il design caratteristico del muso, la W03 è una Formula 1 che intepreta in modo elegante le nuove regole in vigore da quest’anno e rappresenta un chiaro passo avanti rispetto alla vettura precedente in termini di dettagli di progettazione e raffinatezza.  Lo scorso anno, abbiamo prodotto una vettura molto audace, che purtroppo con i suoi elementi radicali non sempre ha prodotto i risultati sperati. L’esperienza che abbiamo acquisito è stata preziosa per la progettazione della vettura 2012. La W03 è anche un pacchetto sempre piu’ integrato che riflette il sempre piu’ rafforzamento del legame tra i due nostri team di tecnici di Brackley e Brixworth, e stiamo lavorando sulle nostre Frecce d’Argento per il prossimo passo avanti in termini di prestazioni in pista.”

ha commentato il Team Principal Ross Brawn.

Parole di soddisfazione da parte dei due piloti che domenica ebbero l’occasione di guidarla per la prima volta.

 “Abbiamo avuto un buon inizio con il nostro programma di test 2012, ed è stata una grande sensazione guidare per i primi giri della nuova F1 W03.La vettura sembra buona, ed è molto ben confezionata sotto la carrozzeria – tutte le parti sono in armonia, riflette bene quanto i vari reparti del nostro team stanno lavorando insieme. Fin dall’inizio della nostra nuova avventura, siamo stati in grado di concentrarci sulla comprensione della macchina e compiuto buoni progressi con il nostro programma di test. Sarà molto interessante saperne di più su dove ci troviamo nelle prossime settimane.” Ha dichiarato Nico Rosberg.

Gli fa eco anche Michael Schumacher:

 “Ho fatto un bel po’ di presentazioni nella mia carriera, ma anche dopo tutti questi anni, devo dire che è sempre una sensazione speciale. Giorni come questi sono momenti preziosi, in quanto sono sempre pieni di speranze e di attesa. Già la settimana scorsa, quando stavamo guidando la W03 F1 per la prima volta, istantaneamente ci ha dato un buon feedback e sensazioni.A partire da oggi, lavoreremo intensamente per renderla una vettura competitiva. Ovviamente, si vedranno solo nelle prossime due settimane quanto è grande il passo che abbiamo fatto, ma posso dire già che i ragazzi e le ragazze negli stabilimenti di Brackley e Brixworth hanno fatto un lavoro eccezionale, e possiamo solo dire un grande grazie a loro. So la ricompensa che vorrebbero, e noi proveremo a consegnarla. Da parte mia, io sono ansioso di combattere di nuovo, in attesa della nuova stagione, e non vedo l’ora di cominciare”.

La Nuova Freccia d’Argento presenta anch’essa il famigerato muso con lo scalino, pance rastremate e soprattutto c’è una grande attenzione sull’amplifier, una soluzione che sarebbe in grado di mandare i flussi nei diversi soffiaggi dei flap anteriori, usando i piloni dell’ala in funzione dell’angolo di imbardata della vettura.

Ora per vedere se ci saranno nuove sorprese, dobbiamo aspettare il responso di questi test per verificare se questa Mercedes sarà all’altezza della grande sfida, anche se Norbert Haug dichiarò:

“Ad occhio non ci saranno grandi sorprese.Mi auguro che siano state adottate soluzioni intelligenti. Questa vettura è una buona base su cui lavorare, abbiamo bisogno di fare un buon passo avanti”.

La sfida è aperta!!!!!!!!

Bartolomeo De Stefano