Nappi, Cinti, Dalle Stelle a Misano con Minardi by Corbetta Corbetta

4

foto1

Lunedì 24 e martedi 25 il Team Minardi by Corbetta Competizioni è sceso nuovamente in pista sul tracciato di Misano Adriatico per una due giorni di test in preparazione della prossima stagione nel campionato italiano di F.3: per l’occasione la scuderia gialloblu diretta da Angelo Corbetta è scesa in pista con una formazione a tre punte. Al volante delle Dallara F308 motorizzate FPT erano presenti Giovanni Nappi (2007 – F. Azzurra con il team Minardi by Corbetta Competizioni), Riccardo Cinti (2007 – F. Renault 2.0 Italia) e Michael Dalle Stelle (2007 – F3 Italia team Minardi by Corbetta Competizioni).

Nonostante le difficili condizioni atmosferiche con pioggia battente e temperature basse i tre giovani piloti hanno portato a termine il loro programma completando diverse tornate e continuando l’apprendistato al volante della monoposto, provando così diversi bilanciamenti.

“Sono stati due giorni molto importanti anche se condizionati dalla pioggia e dalle bassissime temperature.” commenta Riccardo Cinti “E’ stato utile in quanto ho aumentato il mio feeling con la vettura e con il team con il quale ogni volta mi trovo meglio. Inoltre con molto probabilità durante la stagione capiteranno week end bagnati. Prima della fine dell’anno dovremmo fare ancora alcune giornate di test anche se per ora non abbiamo programmato le date. Speriamo di trovare bel tempo in modo da provare in condizioni di asciutto

“Nonostante le pessime condizioni atmosferiche sono stati due giorni di test molto importanti in quanto i ragazzi hanno avuto la possibilità di provare la vettura con pista bagnata e scivolosa.” commenta il team principal Angelo Corbetta “Si sono comportati tutti molto bene e hanno continuato a lavorare senza pensare troppo ai riscontri cronometrici cercando di interpretare al meglio la pista e la monoposto. Non eravamo qui per fare la pole position, infatti abbiamo continuato a girare con mescole usate in entrambe le giornate. Prima della fine dell’anno vorrei tornare in pista anche se in questo periodo dell’anno non è certamente facile trovare pista asciutta”

“Sono stati due giorni molto interessanti in quanto ho potuto provare in condizioni molto difficili.” commenta Giovanni Nappi “Questo mi potrà essere sicuramente di aiuto la prossima stagione dove una gara con l’acqua capiterà sicuramente. Ora spero di fare anche quelche giornata di sessine con pista asciutta in modo da imparare a conoscere al meglio questo tipo di vettura”

[fonte Minardi]
Condividi in

Autore

4 commenti

  1. A Misano era presente anche Zampieri che ha girato con la F3 motorizzata
    mercedes della Prema e poi ha girato con la Dallara della Target realizzando
    nei due giorni di test a pista bagnata la miglior prestazione in 1.49.9
    Dei tre driver di Corbetta il più veloce è stato ancora una volta Cinti che
    a gomme vecchie sul bagnato ha realizzato 1.50.6, Dalle Stelle ha ottenuto
    un 1.52.0, e Nappi ha girato in 1.53.8.
    Per tutti è stata una presa di contatto con le Dallara in condizioni di bagnato
    alla ricerca delle regolazioni giuste e delle pressioni adatte alle condizioni di
    pista del momento.

  2. E’ stato anche diramato il calendario 2009, c’era chi si lamentava della mancanza di una prova al di fuori del confine italiano, ma io non ci vedo nulla di male, il tricolore di F3 si è leggermente risollevato dopo anni di oblìo ma ancora non ha una salute, soprattutto economica, tale da giustificare una spesa aggiuntiva per una prova all’estero, comunque con l’ingresso della Fiat si spera che si cresca ancora, perlomeno si tappino quei buchi tremendi che la CSAI lascia in giro da sempre e che affossa qualsiasi campionato sotto il loro controllo…

  3. Si spera che la cosa possa continuare e non limitarsi a quest’anno, sembra che il test con la Ferrari sia stato chiesto da Macaluso (evidentemente ha buoni uffici a Maranello) perchè non aveva i soldi promessi come montepremi ai vincitori del campionato…. una cosa scandalosa, considerando che con il ricorso del TAR del Lazio l’ACI è stata costretta a versare più soldi nelle casse della CSAI, si sono mangiati tutti i capitali per i loro porci comodi, che vergogna……

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image