F1 – Maurizio Flammini: “Un Gran Premio a Roma per rilanciare il Circus”

2

flammini

 

Udite udite, si torna a parlare della possibilità di organizzare un Gran Premio di F.1 nella capitale. Promotore dell’idea, non nuova per la verità dal momento che già alcuni anni addietro pareva interessare nientemeno che Bernie Ecclestone, è Maurizio Flammini, imprenditore romano organizzatore del mondiale Superbike nonché ex pilota, che ha rivelato di avere avuto un incontro proprio con Mister F.1 in quel di Madonna di Campiglio giusto poche settimane fa.

“Insieme abbiamo riflettuto su quanto i GP cittadini rappresentino un’opportunità interessante per la crescita della F.1, come accaduto quest’anno con Valencia e Singapore. Essendo romano, ritengo che Roma possa dare tanto alla F.1 e ricevere tanto dalla F.1”, ha spiegato Flammini.

Nella prima metà degli anni 80, per intenderci quando alla Ferrari correva Michele Alboreto, si era arrivati molto vicino a organizzare un Gran Premio di F.1 a Roma, ipotesi che sembrò concretizzarsi salvo poi essere scartata all’ultimo momento.

Stavolta l’entusiasmo di Flammini e i buoni propositi del sindaco Gianni Alemanno potrebbero rendere ancora più interessante l’iniziativa di quanto non fosse venticinque anni fa.

“È un’idea che trovo molto interessante – ha infatti confermato il primo cittadino – ma siamo ancora molto lontani dall’assumere qualsiasi decisione e dalla definizione di un’ipotesi conclusiva sul possibile tracciato del circuito”.

Favorevole all’ambizioso progetto anche l’organismo Csai. Il circuito, se l’iniziativa dovesse effettivamente andare in porto, dovrebbe sorgere intorno alla nota zona dell’Eur ed essere pronto per ospitare la prima edizione del Gran Premio nel non lontano 2011.

Per mettere in piedi un circuito entro i tempi stabiliti occorerebbero non meno di 100 milioni di euro, una cifra che però, Flammini precisa, se le trattative proseguiranno sarà coperta interamente da investitori internazionali.

L’idea, inutile negarlo, affascina, soprattutto perché, oltre all’indiscutibile attrazione che un week-end di gara nella capitale costituirebbe, i Gran Premi da tenersi in Italia, fermo restando l’appuntamento monzese, salirebbero a due.

Ermanno Frassoni

www.frassoni.com/angolo.htm

Condividi in

Autore

2 commenti

  1. Alfredo Tassone il

    A Maurì, sei sempre er mejo. Te lo meriti proprio de riuscì, davvero. Auguri.

  2. alfredo tassone il

    Ciao Maurizio. Senti, ho promesso a Luciano, un mio amico di infanzia (paraplegico), che vive a Morlupo, che a giugno avrebbero inventato una batteria che possa dare almeno 100 km. di autonomia alla sua carrozzina. Ora stavo pensando, che il Gran Premio di F1 all’EUR, potrebbe essere una gara di velocità e di durata riservata alle auto elettriche. E l’affascinante rombo delle auto (che mal si concilia con la splendida città di Roma), potrebbe essere sostituto dalle note di una bella sinfonia trasmessa a scelta a tutto volume da ciascuna delle auto in corsa. Guarda che quel mio amico Luciano mi ha sollecitato. Mi raccomando, Maurì, lo so che tu sei sempre er più forte.

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image