Melandri fa la doppietta!

0

Gara due  del Campionato Mondiale Eni FIM Superbike a Sepang, corsa sulla distanza di dieci giri, è stata vinta da Marco Melandri (Aprilia ), che completa così un’importante doppietta, precedendo ancora il compagno  di squadra Sylvain Guintoli. Per il ravennate si tratta della seconda doppia vittoria di gara, dopo quella ottenuta nel 2012 a Brno.

Tom Sykes (Kawasaki ) ha conquistato la terza piazza,nonostante il polso dolorante per via della caduta di gara 1. Il Campione del Mondo Superbike, grazie a questo piazzamento, resta al comando della classifica piloti, sebbene ora con soli 13 punti di vantaggio su Guintoli.

Il ridotto numero di passaggi sul traguardo è stato frutto di un’interruzione della corsa dopo il primo start, al quarto giro, a seguito del problema tecnico occorso a Claudio Corti (MV Agusta RC ). La bandiera rossa era stata esposta a causa della traccia d’olio lasciata sulla pista dalla F4 RR del pilota italiano, che ha inoltre preso fuoco. Nessuna conseguenza per Corti il quale, ovviamente, non si è potuto schierare nuovamente in griglia.

Melandri è riuscito, a suon di giri veloci, a chiudere il divario su Guintoli, che si trovava al comando della corsa, aspettando però fino all’ultimo giro prima di attaccare. Il pilota italiano ci ha provato dapprima alla curva 9, finendo leggermente lungo, per poi concretizzare il sorpasso vincente alla curva 14. Guintoli, non domo, ha provato ad infilare all’interno il rivale all’ultima staccata, non riuscendo però a tenere la linea ottimale e dovendo lasciare strada a Melandri, che ha tagliato il traguardo da vincitore.

Quarto posto per Toni Elias (Aprilia), a precedere Loris Baz (Kawasaki ), Jonathan Rea (Pata Honda ), Eugene Laverty (Suzuki), Chaz Davies (Ducati ) ed Alex Lowes (Suzuki), con l’altro pilota ufficiale di Borgo Panigale, Davide Giugliano, a chiudere la top 10.

Leon Camier (BMW Motorrad Italia Superbike Team) ha conquistato il miglior piazzamento nella classe EVO, chiudendo al dodicesimo posto davanti ai rivali di categoria David Salom (Kawasaki Racing Team), Jeremy Guarnoni (MRS Kawasaki), Niccolò Canepa (Althea Racing Team Ducati) e Bryan Staring (Iron Brain Grillini Kawasaki).

Gara sfortunata per il Team Pedercini Kawasaki, con entrambi i suoi alfieri, Alessandro Andreozzi e Romain Lanusse, protagonisti di cadute.

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image