Satyricon – Gp di Turchia

0

barrichello

Nell’aria le note di “Welcome to the Jungle” dei Guns & Roses;
ai tornelli d’ingresso della VipArea un uomo in divisa da domatore ( nell’ intimità preferisce essere domato, lo sanno tutti da un pezzo ) invita tutti, ma proprio tutti, i passanti increduli ad entrare;
nello stretto abitacolo della sua MetroNeweyGoldwin un tiratissimo SylVettel Stallone alza il dito indice roteandolo nell’aria.
Il suo sguardo incrocia per un attimo quello di un gelido TomButton Cruise nella sua comodissima ColumbiaRacing Inc. Le telecamere dedicate zummano direttamente sugli occhi dei due pretendenti al trono della FormulaMosley per catturare ogni minima esitazione, ogni minimo particolare di questi due ex attori riciclati nel Circus della ex F1. Driven contro Giorni di Tuono. Chi starà davanti oggi ?
Il Bocs affianco a quello di TomButton è come sempre blindato.Chissà quali spettacolari invenzioni saranno proposte oggi sulla  610 guidata dal perfido DickBarricoDastardly.
La “SeiUnoZero” è tra le piu’gettonate dai bimbi di tutto il Pianeta.Tutto merito del fido  RossMuttleyBrawn, eterno compagno di giochi del Barrico.
Idea remunerativa quella di avvicinare la FormulaMosley al mondo del Cinema , dei Cartoni Animati e dei bambini.
Solo un genio come Max poteva pensarla…
I genitori maschi invece non vedono l’ora di vedere Lei.
Cameron Pitstop Diaz. La sua esperienza di guida sul secondo Charlie’s Angels gli è valsa di diritto il posto sulla Compact Pussycat. I trenini di macchine in coda dietro al suo diffusore posteriore ancheggiante sono entrati di diritto nell’antologia dell’Automobilismo Sportivo.
Poco lontano un rombo prepotente lacera l’aria.
FerraMcQueen ha acceso il suo motore a reazione.Nessun limite nella FormulaMosley. Se fà spettacolo, allora è concesso.
PippoMassa, la sua inseparabile tromba del Settimo Cavalleggeri e RinTinTin fanno il loro ingresso in pista suonando la Carica. Oggi non ce ne sarà per nessuno, garantito. Neanche per KamomilloKimi. Il finnico da poco meno di una settimana è l’ombra di sè stesso.
Ha lasciato il Cuore  (assieme alla sospensione posteriore destra della sua PuntoAbarth) nei colli trevigiani. Negli occhi ancora i verdi vigneti, i fiumi di Prosecco. Nelle orecchie ancora gli incomprensibili “DE CHI SITU TI ???” dei suoi nuovi amici.
La starting Grid oggi è piena di celebrità come non mai.Su tutti spicca Jessica Rabbit  che si aggira paurosa tra le sessanta vetture. Le notizie che arrivano dall’ ospedale di Montecarlo parlano di Noemi ancora in prognosi riservata e di Naomi tuttora a piede libero.
Clint Eastwood, Winchester carico sotto la console  e Gran Torino parcheggiata in doppia fila, è il nuovo Direttore di gara.
Una ventata di freschezza dopo Charlie Whiting era essenziale. Nessuno la sà lunga come Max..
Un colpo di fucile in aria sortisce l’ effetto desiderato di far uscire di corsa tutti gli ospiti dalla pista, lasciando i veri eroi del Nuovo Millennio soli nel loro abitacolo.
Le 50 Luci rosse si accendono in sequenza. E’ scientificamente dimostrato che per far salire l’audience bisogna creare tensione tentando di prolungare il piu’ possibile quella che per qualcuno potrebbe risuonare come una sentenza di Morte Improvvisa.
Max come le presentatrici del Grande Fratello … che suspance … non resisto…
Dopo 4 minuti si spengono le luci e SlyVettel parte bene seguito subito dall’ acerrimo nemico TomButton.Il cameracar sopra l’elmo di DickBarricoDastarly invia le tristi immagini di una supervettura piantata in mezzo alla pista mentre tutto il resto del Plotone, Insetto Scoppiettante e Diabolico Coupè compresi, le sfreccia accanto a velocità curvatura. Persino Marisa, casalinga col foglio rosa da 2 settimane, se la ride di gusto. Con la 500 della scuola guida deve ancora sbagliare una partenza, altro che Dastardly.
Tutte le altre vetture ,se si escludono TisanaTimoeMalvaKimi e PippoMassa ,partono relativamente bene. PeterRosbergPerfect e la sua Turbo Terrific con le classiche ruote posteriori da dragster scavalcano con un balzo le due FerraMcQueen salutando con la manina le due Rosse. Kimi perde pure un pezzetto d’ala davanti. Nulla di determinante, ci penserà Cricchetto al Primo Pit Stop.
La sessantesima vettura partirà quando la prima avrà quasi terminato il primo giro. Anni di studi dimostrano che pagare 400 euro per aspettare un minuto e quindici il ritorno delle vetture è controproducente per gli sponsor. Riempire la pista di chicane mobili garantisce
visibilità e spettacolo garantiti.
Nessuno ha il cervello in perenne BrainStorming come Max…
Là davanti è subito lotta, Guerra aperta. Dopo neppure un giro SlyVettel allarga troppo una curva a sinistra, impostando male la seguente destra arrivando cosi a mettere tutte e 4 le ruote sull’ erba sintetica della via di fuga. La manovra che ne esce ricorda vagamente una scena di Fast & Furios-Tokio Drift. TomButtonCruise resta sorpreso dall’ errore del nemico, ma reagisce d’istinto superando l’incazzatissimo Sly che perde la posizione ma non la voglia di combattere.
Anche BarricoDastardly combatte. L’undicesima posizione è il suo obiettivo. La sua “SeiUnoZero” è l’Arma Totale con la quale vincerà la Corona di Re della FormulaMosley, ne è certo. Inizia cosi un combattimento all’ arma bianca con la MacignoMobile di KovaKovaKovalainen. Lo attacca piu’ volte e alla fine lo passa con una manovra che fà gridare al miracolo.Appena giunti in rettilineo Kovalainen estrae da sotto il sedile la clava sbattendola fortissimo sul tasto della supervelocità e ripassa la SeiUnoZero come se fosse ferma. Dai mozzi delle ruote della SeiUnoZero escono allora dei rostri d’acciaio superaffilati scopiazzati dalla ThunderBird degli Scorpions visti su “Grease”. DickBarricoDastardly ritarda la frenata al massimo, entra di brutto rifilando una ruotata al Kova che non si scompone piu’ di tanto. A girarsi invece è proprio Dick che pare non subire nessun danno apparente. Anni fa Charlie Whiting avrebbe messo sotto inchiesta chiunque per una manovra del genere. Clint invece si limita a mostrare il mirino del suo Winchester al Barrico.
Quest’ultimo fa finta di non vedere e si rimette in pista proprio dietro alla Macigno Mobile numero 1 di Luigino. I serbatoi supplementari attaccati ai lati della Macchina di Pietra non agevolano la difesa del posizione .Un rassegnato Luis lascia passare Dastardly che mette subito nel mirino Piquet. Schiaccia il bottone rosso e sul muso della  SeiUnoZero appaiono improvvisamente due affilatissimi denti a sciabola.Piquet se la fà addosso al volo, si scompone in frenata  lasciando strada.Ovvio.
Barrico arriva cosi a lottare niente popo’ di meno che contro  Rufus Ruffcut Sutil. La spia del serbatoio della Pazienza è accesa da un paio di giri, i nervi di Dick sono ormai a fior di pelle, la borraccia caricata a Valeriana ( da anni RossMuttleyBrawn ne fà largo uso, all’ insaputa di Dick… hihihi…) è già finita. Come ampiamente prevedibile le seghe circolari della Spaccatutto fanno a pezzi l’alettone di BarricoDastardly.
Barrico Radio SwitchOn “Accidenti, doppio e triplo accidenti … MUTTLEY FA’ QUALCOSA !!!” Barrico Radio SwitchOFF
Farebbe di tutto per non vedere il Ghigno di RossMuttley, ma è costretto a tornare dentro per farsi cambiare il muso.
“MedagliaMedagliaMedaglia !!!”
Dopo 6 giri  sembra di assistere ad una gara già vista. TomButtonCruise vola guadagnando un secondo al giro su tutto e tutti , seguito da lontano da SlyVettelStallone , dal KangarooWebber , da MontePulcianoTrulli e da PeterRosbergPerfect . Si arriva cosi al primo giro di valzer dei PitStop. Il taglio del nastro è affidato alla Crimson Haybailer di RedAlonso, subito seguito da SylVettelStallone.Come preventivato gli mettono solamente  sei secondi scarsi di benzina, facendo capire a tutti l’intenzione di fermarsi 3 volte.
Il Ghigno di RossMuttley fa il giro del mondo in un secondo…
SlyVettel esce come  una palla di cannone sparata dall’ ArmataSpeciale mettendosi subito in caccia di TomButton mangiandogli nove decimi al giro.In sei giri scarsi lo mette nel mirino della sua MetroNeweyGoldwin, ma non riesce in nessun modo ad impensierirlo. La sua gara finisce praticamente li, con la consapevolezza di doversi fermare una volta di piu’ anche del suo compagno KangarooWebber, protagonista di una prima parte di gara realmente concreta. Resta li dietro per tredici giri , fino a quando ne mancano 29 alla fine. Rientra cosi , inferocito come non mai per la seconda , ma non ultima, volta ai bocs. Ancora Gomme Dure, un po’ di Benza e via a lottare per la seconda posizione contro il compagno di squadra.Rientra per la prima volta anche la Macigno MobileN1 di Luigino. GommeBenza e un Sedicesimo Posto da difendere a colpi di clava contro Piquet.
Che campioni, che patos … Grazie Maxxx!!!
Le due FerraMcQueen fanno gara a sè, prive di qualsiasi sprazzo incisivo, di qualsiasi ritmo gara degno di nota. Difendono con onore la sesta e l’undicesima posizione. Inguardabili.
Entrano ed escono dai box noncuranti di quanto gli accade attorno. In fondo non importa. Peggio di cosi…
Anche TomButtonCruise fà gara a se, mentre Kangaroo Webber e SlyVettel lo inseguono  a diciotto secondi e passa di distanza.La SuperRegiaMondiale và improvvisamente ad inquadrare Satoru Nakajima in PitLane. Nessuno a parte lui lo sapeva , ma fino quel momento era a punti.Un bullone in titanio da 50 euro non ne vuole sapere di rientrare nel mozzo. Un meccanico testardo ci impiega una ventina di secondi per riavvitare cerchio, gomma, presa d’aria dei freni e bestemmie varie. Per la felicità di quanti dietro a lui guadagnano una posizione senza colpo ferire, FerraMcQueen compresa.
MontePulcianoTrulli riesce nell’ impresa di ripassare PeterRosbergPerfect ai box, installandosi in quarta posizione con una Panasonic in ripresa. Bella gara dell’ italiano completamente dimenticato dalla SuperRegia, non c’è che dire.
La gara ormai appare decisa, resta solamente l’incognita della terza sosta di Sly.
Riuscirà a guadagnare tanto per rimettersi dietro il compagno di squadra? La risposta è  No.
Quando mancano undici giri dalla fine Sly entra ed esce per la terza volta dalla Pit Lane, mettendosi subito in caccia di Kangaroo. Gli mangia secondi come cioccolatini, aggredendo la famosa CurvaOtto con la furia cieca e la grinta tipiche del Campione Nato.
Dal Muretto vengono inviati messaggi radio che lo invitano a salvaguardare la macchina, a limitarsi a portare la MetroNeweyGoldwin a podio.
Non ci sente. Non ne vuole sapere. L’unica cosa che sà fare è quella di tenere giu’ il piede.
Ma ormai non c’è piu’ tempo. KangarooWebber fa appena in tempo a vedere Sly negli specchietti.
La bandiera a scacchi cala sull’ ebbro di gioia TomButtonCruise che procede a zigzag in rettilineo, subito seguito dalle due MetroNewey di Kangaroo e di Sly.
PeterRosbergPerfect a momenti perde la quinta posizione. Sistemarsi il ciuffo per apparire al meglio nel fotofinish gli è già costata una gara.
La FerraMcQueen di PippoMassa è sesta,quella di ValerianaKimi che si toglie lo sfizio di fare il record del terzo settore all’ ultimo giro è nona. Senza infamia e senza lode. Semplicemente inguardabili.
Max è felice come al solito. Cameron Pitstop Diaz è già nel suo Van che lo aspetta per sculacciarlo con il Lollipop…

“Papà … ” Un sussurro.
“Papà …” Un sussurro piu’ accennato.
“Mmm… dimmi Cristina …”
“Papà, c’è una bandiera rossa con una cosa che sembra una luna che sventola in televisione. C’è anche quel signore vestito di rosso con due siepi al posto delle sopracciglie. Ci sono le macchine in pista. C’è anche una bella signora tutta nera ai bocs della Ferrari…”
“Papà … sveglia … Papaaà…. c’è la gara… “

Apro gli occhi in ritardo.
Gienson è davanti a tutti, Sebastian lo insegue, Barrichello dov’è ?

Dejavu, fortissimo, tangibile dejavu.

by Pierpaolo Gelussi
http://www.pierpaologelussiphotographer.com/

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image