WRC – Spagna Day 2: Sbatte Ogier, gara in mano a Loeb. Dramma Burkart

0

Si sono infrante già sulla seconda speciale le speranze di Sebastien Ogier, di certo meditate per tutta la scorsa notte, di poter competere con Loeb sulle strade catramate. Quando i secondi che lo separavano dal campione del mondo erano ancora solo 8, Ogier è uscito di pista in una curva a sinistra a 4 km dal fine prova, perdendo oltre 10 minuti per rimettere in strada e riparare la sua Citroen C4, pesantemente danneggiata al posteriore. In questo modo Loeb si è trovato la gara in pugno, potendo gestire un vantaggio di 42″ su Petter Solberg,  rimasto pressochè invariato fino a fine tappa. “E’ stata una gran giornata e ora abbiamo un buon vantaggio. – ha commentato l’alsaziano – Ci siamo anche divertiti sulle speciali, ma senza prenderci grossi rischi.” E il 61esimo trionfo mondiale è oramai una formalità.

Spettacolare quest’oggi la rimonta di Dani Sordo, che con una prestazione eccezionale sull’asfalto ha colmato le evidenti lacune mostrate ieri sulle strade bianche. Lo spagnolo, partito sesto, ha scavalcato il duo Ford Hirvonen-Latvala, prendendosi il virtuale terzo gradino del podio grazie ai problemi di Ogier. La seconda piazza di Solberg dista ora 15″, e questo duello andrà di certo ad infiammare l’ultima giornata di gara. Sempre Sordo si è reso quest’oggi protagonista di un diverbio con Hirvonen, colpevole di non averne agevolato il sorpasso sulla ps10, quando a causa di evidenti problemi al turbo della sua Focus aveva progressivamente perso velocità, fino a trovarsi Sordo nei tubi di scarico. Hirvonen si è detto dispiaciuto e si è scusato dicendo di non aver visto la Citroen n°2, e l’episodio a quanto pare si è risolto.

Da segnalare anche i problemi di Federico Villagra e Ken Block, il primo rallentato da problemi tecnici, il secondo da un’incidente senza conseguenze, ma il vero dramma è tutto di Aaron Burkart. Il tedesco, presentatosi in Spagna da leader del Mondiale Junior all’ultima gara stagionale, ha sprecato il lavoro di un anno finendo in un dirupo già sulla prima speciale di giornata, a soli 50 metri dal fine prova (!). Il pallino del gioco è così passato in mano all’incredulo olandese Weijs Jr., che se domani dovesse confermare la seconda piazza odierna, alle spalle del locale Lemes, conquistrebbe l’iride riservato ai giovani.

Classifica al termine della seconda giornata:

1. Sebastien Loeb – (Citroen C4 WRC) – 2:40’01.9
2. Petter Solberg – (Citroen C4 WRC) – +44.4
4. Dani Sordo – (Citroen C4 WRC) – +1’01.3
3. Jari-Matti Latvala – (Ford Focus WRC) – +1’11.3
5. Mikko Hirvonen – (Ford Focus WRC) – +6’12.5
6. Matthew Wilson – (Ford Focus WRC) – +6’28.2
7. Frigyes Turan – (Ford Focus WRC) – +7’48.6
8. Henning Solberg – (Ford Fiesta S2000) – +9’50.3
9. Khalid Al Qassimi – (Ford Focus WRC) – +9’54.2
10. Ken Block – (Ford Focus WRC) – +13’20.9

William Marzi

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image