IndyCar – Indianapolis, terzo giorno: la pioggia cancella tutto

0

Come da tradizione, la pioggia è arrivata a disturbare il lavoro in pista sull’Indianapolis Motor Speedway. Pioggia che è attesa anche per la giornata di domani. Anche i primi due giorni erano stati leggermente disturbati dalla pioggia, che aveva costretto alla chiusura anticipata delle prove. Il nuovo calendario condensato in una sola settimana si presta ad essere messo a rischio dalla pioggia, e per prevenire questo la IndyCar aveva deciso preventivamente di concedere un’ora di prove in più nella giornata di ieri. “Sostanzialmente abbiamo lo stesso tempo che in passato“, afferma Ryan Briscoe. “Penso che abbiamo circa sei o otto ore in meno che in passato. Il tempo a disposizione è circa lo stesso, ma è tutto più pieno e più intenso. Bisogna scegliere quando provare per le qualifiche e quando per la gara. Noi abbiamo scelto di provare prima per la gara e poi, man mano che si avvicina il Pole Day, per le qualifiche. Mi piace che tutti i piloti fossero in pista sin dal giorno di apertura. Penso che sia un incentivo per i tifosi per venire in pista. L’anno scorso è stato davvero buono per me, ma ho avuto un po’ di sfortuna in gara e siamo rimasti indietro. Abbiamo dovuto fare una sosta in più all’inizio della gara. Il team, ovviamente, è il top qui a Indianapolis. Anche quest’anno siamo a posto. Spero che lo saremo anche per il giorno della gara.

Tra coloro che sono maggiormente impegnati in questo inizio di mese di Maggio c’è Sarah Fisher, nel doppio ruolo di pilota e proprietario, quest’anno anche di una seconda vettura. “Il fatto di avere un altro pilota rende tutto differente“, ha detto la Fisher. “Aver corso entrambi in Kansas prima di arrivare qui ci ha aiutato realmente. Sono molto contenta di vedere entrambe le nostre vetture in pista. Adesso devo mantenere un equilibrio tra essere un pilota ed essere un proprietario per un altro pilota. Sono al 100 per cento coinvolta sulla sua auto come proprietario e sulla mia come pilota. Si tratta di un lavoro di squadra.” Tra i più soddisfatti dei primi giri effettuati in questi giorni c’è un’altra ragazza, la rookie Simona De Silvestro. “Abbiamo compiuto diversi buoni giri, in mezzo e fuori dal traffico, e sono soddisfatta di quello che abbiamo fatto in questo weekend“, ha detto la De Silvestro. “E’ molto emozionante guidare qui e mi sto davvero godendo questo. Sono sicura che sta per arrivare il momento più difficile, quando ci saranno nei prossimi giorni più vetture in pista e più traffico, ma non vedo l’ora di essere in pista nei giorni a venire.

Intanto continuano i dubbi sulla presenza della seconda vettura del FAZZT Race Team per Bruno Junqueira. “In questo momento non siamo in grado di dire niente“, ha dichiarato Rob Edwards, team manager della squadra. “Bruno ha una corsa in Brasile questo fine settimana e sarà qui lunedi o martedì. Abbiamo l’auto pronta. Speriamo di poterla mettere in pista, ma ancora non sappiamo se sarà possibile. Se mi chiedete che percentuale c’è che ciò accada, rispondo che non sono un uomo che ama il gioco d’azzardo. Staremo a vedere come si mettono le cose.

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image