Tag: Briscoe

IndyCar – E’ Briscoe il sostituto di Franchitti

Ryan+Briscoe+Indianapolis+500+xCey9Go2kYNx (1)

Sarà Ryan Briscoe il quarto pilota del Chip Ganassi Racing per la stagione 2014 della IndyCar Series. Il pilota australiano verrà annunciato ufficialmente oggi in una conferenza stampa ad Indianapolis. Briscoe correrà con la vettura n.8 sponsorizzata da NTT Data, mentre sulla n.10 che era di Dario Franchitti  salirà Tony Kanaan. Per Briscoe si tratta di un ritorno al Chip Ganassi Racing, con cui corse nel 2005 (la stagione si concluse con lo spettacolare incidente al Chicagoland Speedway) e con cui ha disputato nel 2013 la 500 Miglia di Indianapolis. In carriera il pilota australiano ha ottenuto 7 vittorie e 12 pole position, praticamente tutti ottenuti nei 5 anni passati al Team Penske, con cui chiuse terzo in campionato nel 2009. Briscoe era dato per certo sulla vettura del Panther Racing, con cui ha corso alcune gare nel 2013 al posto di JR Hildebrand, e che adesso è alla ricerca di un nuovo pilota, che potrebbe essere l’inglese James Jakes.

Marco Strazzulla

IndyCar – Servia in gara in Texas e Iowa

06-05-Servia-Returns-With-Panther-Std

Come previsto, dopo aver risolto i problemi contrattuali che gli avevano impedito di correre a Detroit, sarà Oriol Servia a sostituire JR Hildebrand alla guida della vettura del Panther Racing nelle gare in Texas ed Iowa. Il team però non ha confermato il pilota spagnolo per il resto della stagione, e si riserverà di valutare in futuro a chi affidare la Dallara n.4. “Oriol ha fatto parte della nostra famiglia per oltre un anno, quindi questa sarà una transizione senza soluzione di continuità per la nostra squadra“, ha detto il proprietario del team John Barnes. “Sappiamo di cosa Oriol è capace, e il nostro team è sempre felice di avere un pilota che può lottare in ogni circuito del calendario IndyCar.” A Detroit sulla vettura era salito Ryan Briscoe, che potrebbe essere il sostituto in quelle gare che non sono in conflitto con il calendario della American Le Mans Series, in cui il pilota austaliano corre a tempo pieno con il Level 5 Motorsports. Briscoe sarebbe libero per tutte le restanti gare, escluse Pocono, Houston e Fontana. “La cosa più importante per noi per il resto di questa stagione è quella di farci una idea chiara su chi sarà il nostro pilota nel 2014“, ha aggiunto Barnes. “L’intenzione è quella di sfruttare al massimo la possibilità che abbiamo per capire quale sia il futuro a lungo termine della nostra squadra. Con i test off-season  che sono limitati questa è una grande occasione per noi per acquisire familiarità con diversi piloti in un vero e proprio weekend di gara. Abbiamo una grande considerazione per Servia, e non avremmo potuto essere più soddisfatti di come Briscoe si sia comportato lo scorso fine settimana a Detroit, ma c’è la possibilità che un paio di altri piloti avranno la possibilità di salire in macchina prima della fine della stagione.”

Divorzio tra Hildebrand e il Panther Racing

1128666_article_img_large1

Si è interrotto dopo la 500 Miglia di Indianapolis il rapporto tra JR Hildebrand e il Panther Racing. Nella giornata di ieri le due parti hanno annunciato il loro comune accordo di interrompere il contratto di Hildebrand, che avrebbe dovuto continuare fino alla fine della stagione. “Voglio ringraziare il Panther Racing per avermi dato l’opportunità di guidare per loro“, ha dichiarato Hildebrand in un comunicato. “E’ stato un privilegio rappresentare National Guard e tutte le loro iniziative. Sono molto impaziente di aprire il prossimo capitolo della mia carriera IndyCar.” A Detroit il posto del pilota americano verrà preso da Ryan Briscoe. Il pilota australiano in questa stagione sta correndo a tempo pieno con il Level 5 Motorsports nella American Le Mans Series, il che gli impedirebbe di correre le gare in Iowa, Pocono, Houston e Fontana. Per il resto della stagione sull vettura n.4 potrebbe quindi salire Oriol Servia, che dopo Indianapolis è rimasto a piedi per la chiusura delle operazioni del Dreyer&Reinbold Racing. “Sono incredibilmente felice di essere di nuovo in IndyCar e di avere l’opportunità di guidare in questo fine settimana“, ha detto Briscoe. “Ho gareggiato contro questa squadra per molto tempo e sarà bello avere l’opportunità di lavorare con John Barnes e i ragazzi del Panther Racing. Sono fiducioso che saremo tutti in grado di lavorare bene insieme e ottenere un buon risultato in questo fine settimana a Detroit.”

Marco Strazzulla

IndyCar – Indianapolis Practice Day 5: Risorgono Honda e Ganassi

1128304_article_img_large1

Nel quinto giorno di prove libere per la 500 Miglia di Indianapolis tornano al vertice i motori Honda e il team Ganassi, in ombra fino a questo momento. Dario Franchitti ha ottenuto infatti il miglior tempo, girando alla media di 224.236 mph, sempre grazie al gioco delle scie. Per fare un paragone, il miglior tempo dello scozzese in solitaria è stato di 218.789 mph. “In realtà non conta molto, ma è bello comunque“, ha detto il tre volte vincitore della 500 Miglia di Indianapolis. “In questo momento siamo ancora in fase di preparazione, stiamo apportando modifiche alla macchina e spesso ci limitamo a run di uno o due giri. Oggi abbiamo avuto una mattinata piuttosto difficile, così nel pomeriggio abbiamo fatto alcuni cambiamenti di cui sono abbastanza soddisfatto. Alla fine ci siamo ritrovati a girare con alcuni dei ragazzi Andretti e con miei compagni di squadra Scott (Dixon), Ryan (Briscoe) e Charlie (Kimball). Davvero il tempo sul giro è venuto fuori per esserci trovati nel posto giusto al momento giusto. Dipende se trovi la scia e quanto forte essa sia, quindi per noi era più importante che la macchina fosse equilibrata e di come si comportasse nel traffico e di roba. C’è ancora un po’ di lavoro da fare, ma adesso siamo più vicini all’obbiettivo di quanto lo fossimo stati in precedenza.” Alla spalle di Franchitti si sono piazzati tre piloti Chevrolet: Townsend Bell, Helio Castroneves e Ryan Hunter-Reay. Quinto tempo per Ryan Briscoe. “Sono assolutamente convinto di poter vincere quest’anno“, ha dichiarato il pilota australiano. “E’ fantastico per me avere questa opportunità. Speriamo che per il prossimo anno possiamo tornare ad essere di nuovo qui a tempo pieno. Non si sa mai cosa c’è dietro l’angolo. Devi solo continuare a crederci e rimanere positivo. Mi sento come se avessi un posto in IndyCar, e il mio compito è solo quello di uscire e fare un buon lavoro.” I due piloti dell’Andretti Autosport Marco Andretti ed E.J. Viso sono accreditati dei due miglior tempi ottenuti senza l’aiuto delle scie, alla media rispettivamente di 221.419 mph e 220.305 mph. “Oggi abbiamo avuto ancora alcune buone risposte alle domande che avevamo per la macchina, e ciò che stiamo cercando di fare in questo momento è rendere la nostra auto da corsa ancora più forte“, ha detto Viso, che ha ottenuto il settimo tempo assoluto. “Penso che andiamo bene per la gara, ma ci sono ancora molti dettagli da sistemare per avere una vettura ancora migliore.” Alla fine della giornata 2165 giri sono stati percorsi, senza alcun incidente. 16 piloti hanno montato un motore nuovo, per cui in molti pronosticano un incremento della velocità, anche in vista dell’extra boost del turbo che verrà permesso a partire dal Fast Friday, in vista delle qualifiche. Buddy Rice ha intanto abbandonato definitivamente la trattativa con Sam Schmidt per guidare la sua terza vettura, che adesso sarebbe contesa tra Katherine Legge, Jay Howard e Bryan Clauson. La vettura dovrebbe scendere in pista venerdì oppure domenica. Venerdì dovrebbe invece fare il suo esordio Buddy Lazier.

Marco Strazzulla

IndyCar – Indianapolis, Practice Day 2: Dominio dell’Andretti Autosport

05-12-Rookie-Munoz-Tops-Practice2-Std

L’Andretti Autosport ha dominato la seconda giornata di prove libere in vista delle prossima 500 Miglia di Indianapolis, piazzando quattro vetture ai primi quattro posti e cinque nei primi sei posti. Il rookie Carlos Munoz, sfruttando nel finale la scia offertagli dai quattro compagni di squadra, ha ottenuto il miglior giro alla medi dia 223.023 mph. “E’ bello essere al top“, ha detto il 21enne pilota colombiano. “Dobbiamo essere realistici, abbiamo avuto una grande scia, probabilmente più di tutti i miei compagni di squadra. Devo ancora imparare molto e loro mi aiutano molto e mi dicono quello che sto facendo bene e quello che sto facendo male.” Alle spalle di Munoz si sono piazzati nell’ordine Ryan Hunter-Reay,  E.J. Viso e Marco Andretti, con James Hinchcliffe sesto; in mezzo a loro si è piazzato AJ Allmendinger, unico pilota del Team Penske a scendere in pista. 23 vetture sono scese in pista domenica, 730 giri sono stati completati senza nessun incidente, con la maggior parte delle squadre che hanno limitano la loro presenza in pista a causa delle grandi raffiche di vento che hanno afflitto le prime quattro ore di prove. Josef Newgarden, James Jakes e Graham Rahal hanno girato con le vetture di riserva. Ryan Briscoe e Townsend Bell hanno fatto il loro debutto dopo aver saltato le prove di Sabato a causa della partecipazione alla gara ddella American Le Mans Series a Monterey, in California. “E’ davvero emozionante“, ha detto Briscoe, 13° al termine della giornata. “Non riesco proprio a dirvi quanto ero eccitato quando Chip (Ganassi) mi ha chiamato. Mi sento molto fortunato ad essere qui. Certamente ho intenzione di uscire e fare del mio meglio. Siamo stati in grado di provare entrambe le vetture alla fine e abbiamo potuto fare esattamente quello che volevamo fare. Entrambe le vetture sono molto buone. I ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro preparandole entrambe.” Sam Schmidt è ancora in discussione per mettere in pista una terza vettura, e l’ultima voce vede vicino un accordo con Katherine Legge. “Ancora non l’ho sentita“, ha dichiarato Schmidt. “Ma devo parlare ancora con tutti gli altri, da Jacques (Lazier) a Buddy (Rice) a Jay Howard a Richie Hearn. Comunque se troviamo un altro sponsor la metteremo in pista la terza vettura. Se non lo troviamo, non lo faremo.

Marco Strazzulla

IndyCar – Briscoe ad Indianapolis con Ganassi

13311_confermato-ryan-briscoe-dalla-penske-per-il-2012

Ryan Briscoe disputerà la 500 Miglia di Indianapolis con il Target Chip Ganassi Racing. La notizia non è ancora ufficializzata, ma è stata anticipata dal sito SPEED.com. Il pilota australiano aveva già corso con la squadra di Ganassi nel 2005, quando aveva chiuso al decimo posto la sua prima 500 Miglia di Indianapolis, prima di chiudere anzitempo la stagione per il terribile incidente sul Chicagoland Speedway. Briscoe ha ottenuto la pole position nel 2012 con il Team Penske e il quinto posto, suo miglior risultato, nel 2006 con il Luczo Dragon Racing.

AJ Allmendinger correrà invece anche la gara di Long Beach con il Team Penske. L’annuncio ufficiale è arrivato durante l’attuale weekend della IZOD IndyCar Series sul Barber Motorsports Park.

Marco Strazzulla

IndyCar – News di mercato

Dopo una fase di stallo durata un paio di settimane, alcune cose si stanno muovendo nel mercato della IZOD IndyCar Series. Due le notizie ufficiali della settimana, ovvero la firma di Simona de Silvestro con il KV Racing Technology e il rinnovo di Sebastien Bourdais con il Dragon Racing. “E’ sicuramente emozionante entrare a far parte del KV Racing Technology“, ha dichiarato la de Silvestro. “Ho avuto tanti buoni risultati in passato e credo che questo mi aiuterà a ottenerne di più. Avere un compagno di squadra come Tony è davvero fantastico. Penso che sia molto importante avere un compagno di squadra. Nella mia carriera, sono sempre stata da sola. Tony ha molta esperienza, ed avere lui come un compagno di squadra è molto importante, e ho intenzione di imparare molto da lui. Sono davvero impaziente di cominciare la stagione.” “Siamo lieti di annunciare la firma di Simona con la nostra squadra“, ha detto il co-proprietario del team Jimmy Vasser. “Lei ha dato prova di grande determinazione ed essere ora in grado di lavorare con un compagno esperto come Kanaan sarà una risorsa enorme per lei. Vorrei dare il benvenuto anche al nostro nuovo co-proprietario Imran Safiulla, e speriamo tutti insieme di avere successo per il 2013.” “E’ un privilegio avere Seb ancora con noi“, ha invece dichiarato il proprietario del Dragon Racing Jay Penske, che nei prossimi giorni dovrebbe ufficializzare anche i piani di Katherine Legge per il 2013. “Il 2012 è stata una sfida per noi a tanti livelli, ma, nonostante ciò, verso la fine della scorsa stagione abbiamo dimostrato che con la giusta attrezzatura e la strategia la nostra squadra è una forza da non sottovalutare. Sono veramente entusiasta di ciò che si può ottenere la prossima stagione e con Seb al volante ritengo che il meglio debba ancora venire.” Fra i rumors invece è emerso in questi ultimi giorni il possibile passaggio di Ryan Briscoe al team di AJ Foyt, mentre Graham Rahal è sempre più vicino a firmare con il team del padre. EJ Viso ha invece dichiarato di essere al lavoro per finalizzare gli accordi in vista della sua sesta stagione in IndyCar. “Ho bisogno prima di sapere quali saranno i miei sponsor, allora potrò stabilire la squadra, il motore e gli ingegneri“, ha detto il venezuelano. “Dipende tutto da questo. Mi piacerebbe formare una squadra da zero, ma è un progetto molto ambizioso. Meglio collaborare con un team già esistente. Almeno per quest’anno sarebbe più sicuro. Entrambe le parti ne trarrebbero beneficio.”

Marco Strazzulla

IndyCar – Aggiornamenti di mercato

L’off season della IndyCar sarà quest’anno molto lunga, ed al momento ancora nessuna conferma ufficiale è arrivata per quanto riguarda le trattative di mercato. Ma qualcosa si sta comunque muovendo. Il posto più ambito è quello al Team Penske. La novità degli ultimi giorni è che al volante della vettura n.2 potrebbe essere riconfermato Ryan Briscoe. Lo ha confermato lo stesso Roger Penske durante il weekend NASCAR a Talladega della scorsa settimana. “In questo momento siamo impegnati sulla possibilità di schierare ancora la terza vettura. Abbiamo ancora un altro anno di contratto con Helio e ovviamente con Will, quindi adesso è solo una questione di trovare la giusta sponsorizzazione“, ha detto Penske. “Ancora a questo punto non siamo sicuri. Ma se avremo una terza vettura, spero che Briscoe sia con noi.” Un altro posto che al momento è libero è quello al team di AJ Foyt. Larry Foyt, figlio di AJ e team manager della squadra, ha dichiarato che il team è intenzionato a scegliere un pilota che abbia già esperienza nella categoria, facendo i nomi di Bertrand Baguette, Wade Cunningham o Alex Lloyd. Un pilota intenzionato a fare il salto dalla formula 1 alla IndyCar potrebbe essere l’indiano Narain Karthikeyan. Secondo quanto riporta il quotidiano tedesco Speed Week, l’attuale pilota della HRT sarebbe “alla ricerca di un test in Indycar“, aggiungendo che “discussioni con squadre diverse sono attualmente in corso.” Il pilota indiano ha già corso negli USA, nella NASCAR Truck Series, nel 2010, mentre nel 2005 aveva effettuato un test in IRL con il Red Bull Cheever Racing. Due piloti che invece potrebbero salire dalla Indy Lights alla IndyCar potrebbero essere il campione 2012 Tristan Vautier e Gustavo Yacaman. Il pilota francese al momento contare soltanto sul premio Mazda Road To Indy, che ammonta a 500mila dollari per un team del Leader Circle o 1 milione per un team fuori dal Leader Circle, contro i 3-5 milioni necessari per disputare l’intera stagione. “Credo di avere buone persone intorno a me che mi stanno aiutando“, ha detto Vautier. “Ma, di sicuro, le squadre hanno bisogno di una grande quantità di denaro. Penso che le squadre migliori necessitano di cinque milioni. Alcune squadre potrebbero avere già a disposizione sponsor e budget e potrebbero essere in grado di scegliere il pilota che vogliono, e si spera di essere tra quelli. Se non c’è questa possibilità, si devono portare i soldi. Questo è duro, soprattutto con l’attuale situazione economica. Ma so che la serie è in ripresa e sta andando sempre meglio negli ultimi anni. Quindi penso che l’IndyCar ha un buon futuro e sono davvero fiducioso di poter trovare un posto, in un modo o nell’altro.” Yacaman ha invece dichiarato di essere in trattativa con il team di Chip Ganassi per prendere il posto lasciato libero da Graham Rahal. “Siamo in trattativa con Chip Ganassi per correre nella IndyCar l’anno prossimo e al momento stiamo lavorando sulla sponsorizzazione“, ha detto il pilota colombiano. “Quest’anno sono andato molto bene in Indy Lights e penso che sia arrivato il momento di andare in IndyCar.”

Marco Strazzulla

IndyCar – Hunter-Reay rinnova con Andretti

Alla vigilia della prova decisiva della stagione della IZOD IndyCar Series, in cui si giocherà la possibilità di vincere il suo primo titolo in carriera, Ryan Hunter-Reay ha rinnovato il suo contratto con l’Andretti Autosport, rifiutando quindi la proposta del Team per rimpiazzare Ryan Briscoe. “Siamo arrivati un pò in ritardo, ma adesso l’accordo è trovato e abbiamo firmato con Ryan un contratto pluriennale“, ha dichiarato John Lopes, presidente dell’Andretti Motorsports Marketing. “Siamo arrivati a questo fine settimana con due obiettivi principali: mantenere intatta la nostra squadra e vincere il campionato, e ne abbiamo già realizzato uno. Queste ultime due settimane sono state molto intense. Abbiamo sentito alcune cose sul fatto che Penske e Ryan stessero discutendo, ma non conosco i dettagli. Io sapevo che avevamo discussioni avanzate con i nostri sponsor e questa situazione era diventata una grande distrazione. Quindi siamo arrivati alla notte prima dell’assegnazione del titolo e abbiamo deciso di mettere la parola definitiva in modo che Ryan restasse con noi. E’ stato molto importante per Michael (Andretti) mantenere intatta questa squadra, sicuro che i nostri sponsor amino Ryan e quello che è lui ha fatto con questa squadra negli ultimi due anni. Pensiamo che con Marco (Andretti), Hinch (James Hinchcliffe) e Ryan abbiamo un grande futuro davanti a noi e siamo lieti di avere raggiunto questo accordo.

Marco Strazzulla

IndyCar – Hunter-Reay con Penske nel 2013?

Il primo colpo di mercato della stagione 2013 della IZOD IndyCar Series potrebbe essere il passaggio di Ryan Hunter-Reay dall’Andretti Autosport al Team Penske, in sostituzione di Ryan Briscoe. Secondo il sito SPEED.com, Penske sta infatti trattando con Hunter-Reay dopo che Simon Pagenaud ha escluso la sua uscita dal contratto triennale che il francese ha firmato con la squadra di Sam Schmidt ad inizio stagione. La soluzione della trattativa potrebbe arrivare già all’indomani dell’ultima gara stagionale in programma sabato 15 sull’ovale di Fontana, in California, dove Hunter-Reay si giocherà il titolo proprio con uno dei piloti di Penske, Will Power. A sua volta, Briscoe potrebbe andare ad occupare il posto lasciato libero da Graham Rahal al team di Ganassi, oppure quello al team di Bobby Rahal. Le squadre di Rahal e Schmidt sarebbero comunque pronte a raddoppiare il loro impegno ed accogliere rispettivamente Graham Rahal e Rubens Barrichello. Un’altra possibile novità sarebbe quella di EJ Viso, che lascerebbe il KV Racing per fondare una propria squadra.

Marco Strazzulla