WTCC – Monza, Gara 1-2: Nessuno ferma Yvan Muller

0

muller monza

A cura di Silvano Taormina

Primo nelle libere, primo nelle qualifiche, primo in entrambe le gare. É questo il bottino raccolto da Yvan Muller al termine del week-end di Monza, prova inaugurale del FIA WTCC. L’alsaziano, è il caso di dirlo, ha fatto il bello e il cattivo tempo sfoderando grinta, talento ed esperienza, fattori che gli hanno permesso di prevalere sia sulla pioggia che sull’asciutto. Supportato da un mezzo nettamente superiore quale la Chevrolet Cruze, Muller ha imposto la propria legge sin dalle libere fino a conquistare la pole il sabato pomeriggio. In Gara 1, partita dietro alla safety-car a causa della pioggia abbattutasi sul tracciato brianzolo, ha dominato dal semaforo verde fino alla bandiera a scacchi. Il suo successo però non è stato dei più semplici. Su una pista caratterizzata da mille insidie, ha dovuto guidare con la punta delle dita per tenere in pista la sua Cruze. Nel corso della gara ha anche subito la rottura dei tergicristalli che lo hanno costretto a guidare in condizioni di visibilità precaria. Per sua fortuna ha potuto contare sul neo-compagno di squadra Tom Chilton che gli ha coperto le spalle per tutta la gara senza prendere rischi inutili alla sua prima apparizione in casa RML. Sul podio ha concluso anche Alex MacDowall, bravo a confermare la terza piazza ottenuta in qualifica. In top-five le Honda di Monteiro e Tarquini che, nonostante siano partiti a centro gruppo, si sono prodigati in una bella rimonta che li ha portati a ridosso del podio. Ha fatto ancora meglio il campione del mondo Huff, alla sua prima apparizione con la Seat Leon del Munnich Motorsport, autore di una gran cavalcata dal fondo dello schieramento dopo il botto in Q1. Punti anche per Nash, per l’altro rimontante Michelisz e per le BMW di Coronel e Barth.

La seconda manche, anch’essa caratterizzata dalla pioggia, è iniziata con la normale procedura di partenza da fermo. Darryl O’Young, in pole dopo il decimo crono in qualifica, ha faticato sin dai primi metri a mantenere la leadership scivolando subito a centro gruppo. Diversamente Tarquini è stato autore di uno scatto felino che nel giro di poche centinaia di metri lo ha portato dalla quinta posizione alla testa della gara. La sua Honda ha dettato il passo fino a quando non ha dovuto fare i conti con Muller, abile a risalire la china dalla decima piazzola sullo schieramento nell’arco di cinque giri. Tarquini ha poi dovuto cedere la piazza d’onore alla Cruze del rientrante Nykjaer e nel finale ha faticato non poco per contenere gli attacchi della Leon di Basseng, sicuramente una delle sorprese del week-end. Top-five anche per Tom Chilton, apparso un po’ troppo prudente. Alle sue spalle hanno concluso i giovani Oriola e Nash. A punti anche Monteiro, il sempre grintoso D’Aste che si è rifatto dopo il brutto incidente di Gara 1 e Rob Huff, ancora una volta rinvenuto dal fondo dello schieramento.

Week-end da dimenticare per la Lada, costretta a dare forfait al termine delle qualifiche dopo che Dudukalo ha speronato Thompson nel corso della Q1 danneggiando irreparabilmente i due telai. É un peccato perché le due Granta hanno sfoderato un buon passo dimostrando, specialmente con l’inglese, di poter navigare a ridosso dei primi.

L’ordine d’arrivo di Gara 1
POS. PILOTA TEAM AUTO DIST.
1 Yvan Muller RML Chevrolet Cruze 1.6T 12 giri
2 Tom Chilton RML Chevrolet Cruze 1.6T +0.923
3 Alex MacDowall Bamboo Chevrolet Cruze 1.6T +5.101
4 Gabriele Tarquini Honda Racing Honda Civic +8.053
5 Tiago Monteiro Honda Racing Honda Civic +15.261
6 Robert Huff Munnich Motorsport SEAT Leon WTCC +17.349
7 James Nash Bamboo Chevrolet Cruze 1.6T +19.964
8 Norbert Michelisz Zengo Dension Honda Civic +20.338
9 Tom Coronel ROAL Motorsport BMW 320 TC +28.837
10 Fredy Barth Wiechers Sport BMW 320 TC +37.740
11 Jean Philippe Dayraut ANOME BMW 320 TC +39.226
12 Fernando Monje Campos Racing SEAT Leon WTCC +41.656
13 Darryl O’Young ROAL Motorsport BMW 320 TC +48.116
14 Marc Basseng Munnich Motorsport SEAT Leon WTCC +50.920
15 Charles Kaki Ng Liqui Moly Engstler BMW 320 TC +54.412
16 Rene Munnich Munnich Motorsport SEAT Leon WTCC +58.733
17 Mehdi Bennani Proteam BMW 320 TC +2:05.913
Tom Boardman STR SEAT Leon WTCC
Franz Engstler Liqui Moly Engstler BMW 320 TC
Micheal Nykjaer Nika Racing Chevrolet Cruze 1.6T
Pepe Oriola Tuenti Racing Team SEAT Leon WTCC
Stefano D’Aste PB Racing BMW 320 TC
L’ordine d’arrivo di Gara 2
POS. PILOTA TEAM AUTO DIST.
1 Yvan Muller RML Chevrolet Cruze 1.6T 10 giri
2 Micheal Nykjaer Nika Racing Chevrolet Cruze 1.6T +2.482
3 Gabriele Tarquini Honda Racing Honda Civic +4.994
4 Marc Basseng Munnich Motorsport SEAT Leon WTCC +5.081
5 Tom Chilton RML Chevrolet Cruze 1.6T +5.612
6 Pepe Oriola Tuenti Racing Team SEAT Leon WTCC +6.755
7 James Nash Bamboo Chevrolet Cruze 1.6T +14.445
8 Tiago Monteiro Honda Racing Honda Civic +20.573
9 Stefano D’Aste PB Racing BMW 320 TC +23.722
10 Robert Huff Munnich Motorsport SEAT Leon WTCC +25.442
11 Tom Coronel ROAL Motorsport BMW 320 TC +37.126
12 Darryl O’Young ROAL Motorsport BMW 320 TC +41.394
13 Franz Engstler Liqui Moly Engstler BMW 320 TC +43.904
14 Fredy Barth Wiechers Sport BMW 320 TC +45.921
15 Fernando Monje Campos Racing SEAT Leon WTCC +50.678
16 Tom Boardman STR SEAT Leon WTCC +53.591
17 Charles Kaki Ng Liqui Moly Engstler BMW 320 TC +59.157
18 Jean Philippe Dayraut ANOME BMW 320 TC +1:06.537
19 Mehdi Bennani Proteam BMW 320 TC +1:26.721
20 Alex MacDowall Bamboo Chevrolet Cruze 1.6T +1 giro
21 Rene Munnich Munnich Motorsport SEAT Leon WTCC +1 giro
22 Norbert Michelisz Zengo Dension Honda Civic +1 giro
Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image