The Swiss Girls

0

sg 

I luoghi comuni danno la tranquilla Svizzera patria di preziosi orologi, di buonissimo cioccolato e sorpresa delle sorprese: ragazze da corsa. Natacha Gachnang, Rahel Frey, Cyndie Allemann e Simona De Silvestro fanno parte di quella piccola schiera di donne al volante che si stanno mettendo in mostra, e, aspirano, chissà, ad un posto in Formula Uno. Tutte e quattro sono nate in terra elvetica (dove fin dal 1955 c’è il divieto assoluto di corse motoristiche), che ne fa un piccolo -insolito- record.

Natacha Gachnang, 21 enne cugina di Sebastien Buemi, quest’anno partecipa al campionato di Formula 2. Nel suo curriculum spiccano la vittoria nel 2008 nel trofeo Copa di Espana di Formula 3 e il terzo posto nella campionato spagnolo di F3. Esperienze anche negli USA, nella serie propedeutica Star Mazda e nella Formula 3 tedesca.

Rahel Frey, è la figlia di quel Jean Pierre che corse, nella metà degli anni ’80, in Formula 3000 e negli Sport Prototipo. La bella Rahel dopo l’apprendistato in Formula Renault ha corso in Formula Master (2007) e dal 2008 si cimenta nella Formula 3 tedesca . Quest’anno dopo le prime 2 prove è seconda in classifica generale, ad un solo 1 punto dal leader Vanthoor, con 1 pole e 1 vittoria.

Cyndie Allemann era considerata un vero talento dei kart. La “Heidi” da corsa aveva ben figurato nelle manifestazioni internazionali con avversari del calibro di Jerome D’Ambrosio, Kamui Kobayashi, Pastor Maldonado e il nostro Luca Filippi, tutti odierni top driver in GP2. Dopo la classica trafila Formula Renault/Formula 3 ha tentato la carriera americana correndo nel 2008 nella difficile Indy Lights, cogliendo un 4° posto a Mid-Ohio come miglior risultato.

Simona De Silvestro, è in realtà italo-svizzera. Dopo l’esordio nel 2005 nella nostra Formula Renault è “emigrata” negli USA per correre il campionato di Formula BMW, concluso brillantemente al 4° posto. Dal 2007 gareggia, con risultati in crescendo, nella Formula Atlantic. Quest’anno è la favorita al titolo: dopo appena 2 gare è seconda in campionato ed ha già conquistato 1 vittoria e 1 pole.

Insomma dalla verde Svizzera potrebbe arrivare l’erede delle storiche “pilotesse” Maria Teresa De Filippis, Lella Lombardi, Desirèe Wilson e Giovanna Amati, le uniche finora che hanno potuto stringere il volante di una monoposto di Formula Uno.

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image