WRC – Séb mette tutti in riga in Messico

0

Quando si tratta di approfittare degli sbagli altrui Sébastien Loeb non si fa mai cogliere impreparato e grazie alla sua maestria e all’appoggio di una squadra ormai votata interamente alla sua causa è riuscito a portarsi a casa la sesta vittoria in territorio messicano.

La svolta è targata speciale numero 5 quando Jari-Matti Latvala, fino a quel momento in testa, rompe un ammortizzatore anteriore perdendo oltre un minuto. Quando arriva è ottavo e le speranze di vittoria o  podio paiono ridotte al lumicino, all’opposto i Citroën gongolano con Mikko Hirvonen davanti a tutti e il grande capo pochi centesimi più indietro. Inutile dire quanto sia durato il pensiero del finnico di rimanere in quella posizione, infatti già nella prova successiva  tutti i tasselli erano tornati al loro posto senza polemiche, con l’assicurazione di una doppietta per il bene di entrambe le classifiche.

Se gli amici del Double Chevron erano tranquilli, alle loro spalle il fordista di Töysä, si spremeva in una rimonta forsennata. A  furia di scratch almeno il terzo gradino pareva assicurato, ma un pietra incontrata nella ps 15 con conseguente foratura l’ha ributtato  indietro. Tutto da rifare quindi, ma nessun problema per un lottatore come lui che sfortunatamente, ma come spesso gli accade, nel tentativo di spingere oltre il limite, si è capottato a due speciali dalla conclusione. In teoria avrebbe potuto continuare e portare a termine il rally, ma la FIA, avendo reputato non più sicure le condizioni del roll-bar gli ha imposto  di rinunciare. Al parco assistenza vicino a un uomo Ford che si disperava, ce n’era uno che sorrideva e tirava un sospiro di sollievo, Petter Solberg, che tra forature varie nel day 1 e problemi al cambio nel secondo, ha dato tutto quello che aveva in quello conclusivo vincendo pure la Power Stage e beffando l’Extraterrestre. Proprio nella prova finale ha avuto di che essere contento Mads  Østberg, con un punticino artigliato a coronamento  di un buon rally nonostante qualche problema nelle ultime prove.

Bene anche il ragazzino del Mondiale Ott Tänak, che ha saputo tenersi lontano dai tranelli rappresentati dai tanti sassi sul percorso, ottenendo il miglior risultato fino ad ora. Continua con giudizio l’apprendistato di Nasser Al-Attiyah con la DS3, sesto alla fine, seguito dal portoghese Araujo, alle prese con qualche guaio elettrico durante il giorno 3 ma bravo a non arrendersi.

Grandissimo Sébastien Ogier, che si è messo in mezzo alle WRC, molto intelligente a non buttare tutto alle ortiche per la voglia di essere davanti con una Skoda S2000 che sulle alture messicane è stata penalizzata più delle altre in termini di perdita di potenza.

Chiudono la top ten il funambolo Ken Block e l’enfant du pays Ricardo Triviño al volante di una Fiesta.

Da segnalare il primo scratch nel WRC di Thierry Neuville, tredicesimo al traguardo, nella ps 21, la più lunga della tre giorni, mentre peccato per Evgeny Novikov, settimo prima del botto nella speciale 20, che l’ha costretto al ritiro.

Prossimo appuntamento in Portogallo dal 29 marzo all’1 aprile.


CLASSIFICA RALLY MESSICO 
 1. Sebastien Loeb   Citroen   4.15.32,7
 2. Mikko Hirvonen   Citroen       +42,4
 3. Petter Solberg   Ford        +2.11,4
 4. Mads Östberg     Ford        +4.51,5
 5. Ott Tänak        Ford        +5.02,6
 6. N. Al-Attiyah    Citroen     +6.41,4
 7. Armindo Araujo   Mini       +12.46,9
 8. Sebastien Ogier  Skoda      +14.57,8
 9. Ken Block        Ford       +22.26,8
10. Ricardo Trivino  Ford       +23.30,7

 CLASSIFICA MONDIALE 
 1. Sebastien Loeb       FRA   66
 2. Mikko Hirvonen       FIN   50
 3. Petter Solberg       NOR   47
 4. Mads Östberg         NOR   28
 5. Jari-Matti Latvala   FIN   26
 6. Evgeny Novikov      RUS   21
 7. Daniel Sordo         ESP   18
 8. Ott Tänak            EST   14
 9. Nasser Al-Attiyah    QAT    8
10. Francois Delecour    FRA    8
11. Armindo Araujo       POR    7
12. Henning Solberg      NOR    6
13. Pierre Campana       FRA    6
14. Sebastien Ogier      FRA    4
15. Patrik Sandell       SWE    4
16. Martin Prokop        CZE    4
17. Ken Block            USA    2
18. Eyvind Brynildsen    NOR    1
19. Ricardo Trivino      MEX    1

 

 

Chiara Rainis

Condividi in

Autore

Lascia un Commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image